Home » Notizie » Corsa in Montagna » 8ª SkyRace Internazionale Valmalenco Valposchiavo

8ª SkyRace Internazionale Valmalenco Valposchiavo

04/06/09

“Tutto pronto, domenica si corre”

Saranno 422 gli skyrunner provenienti da ben 16 nazioni (Andorra, Austria, Bosnia Erzegovina, Repubblica Ceca, Spagna, Etiopia, Gran Bretagna, Germania, Italia, Messico, Polonia, Russia, Svizzera,  Portogallo e Paesi Baschi) che domenica si affronteranno sui 31km della kermesse transfrontaliera tra Italia e Svizzera. Valevole come Trial di Coppa del Mondo la Valmalenco  – Valposchiavo, oltre a proporre sempre numeri importanti, sarà nuovamente gara di altissima caratura.
A livello di protagonisti,  saranno da tenere d’occhio Anna Pichrtova e Kiljan Jornet. Loro più accreditati avversari saranno invece la britannica Angela Mudge e il messicano Ricardo Mejia. Proprio quest’ultimo, già domani, sarà a Poschiavo con un obiettivo preciso: «Sto bene e correrò per vincere – ci ha confidato -. Come al solito questa è una gara durissima; non tanto per le difficoltà tecniche del tracciato, quanto per il livello della concorrenza. Non mi faccio illusioni, diversi altri concorrenti hanno il mio steso obiettivo, ma alla Valmalenco – Valposchiavo corro sempre con i favori del tifo. Non posso deludere tutta la gente che mi vuole bene come fossi uno di loro. Almeno a podio devo arrivare».
Dopo gli ultimi sopraluoghi il Direttore Gara Gianmario Nana ha sciolto le riserve: «Il tracciato è in ottime condizioni. In questi giorni lo abbiamo più volte monitorato costatando il repentino scioglimento del manto nevoso. Per domenica la si troverà solo negli ultimi 600m di ascesa e nel primo chilometro e mezzo di discesa. Nessun problema per gli atleti visto che il fondo è abbastanza duro e quindi facilmente corribile. Dove la neve cede abbiamo predisposto una serie di gradoni che agevoleranno il transito dei concorrenti». Se dietro le quinte si è quindi fatto tutto il possibile perché anche l’edizione 2009 sia una grandissima giornata di sport, i corridori dovranno seguire alla lettera alcuni importanti consigli: «Gli atleti dovranno calzare scarpe da trial running – ha continuato Nana -. Anche se la nostra non è certo una gara pericolosa con passaggi tecnici o esposti, non faremo partire concorrenti che si presenteranno con calzature dalla suola non profilata (per intendersi scarpe da strada). Obbligatoria è pure la k-way».
Anche sul versante svizzero, nella suggestiva cornice di Poschiavo, tutto è pronto una vetrina “mondiale”.  «Il bello di questa gara è che indipendentemente dal ranking o dal circuito nella quale è inserita, per gli atleti è e resta un punto fermo di inizio stagione – ha confermato il presidente del comitato organizzatore Dario Marchesi -. Sarà per il suo tracciato non troppo tecnico, sarà per il fascino di correre sui sentieri transfrontalieri dei contrabbandieri, sarà per la passione che ci mettiamo nell’organizzarla, ma ogni anno abbiamo il giusto mix di big ed amatori».
Un bel successo, dunque, per una gara che in pochissimo tempo ha letteralmente bruciato le tappe sino a diventare una delle più belle skyrace nel palcoscenico: «Quest’anno non saremo tappa di Coppa del Mondo, ma per nostra scelta – ha continuato Marchesi -. La Valmalenco – Valposchiavo ha già un nome ed un prestigio, giusto quindi che altri eventi usufruiscano della vetrina mondiale per crescere e farsi conoscere».


“Non Solo Skyrace. Sabato appuntamento con il Miniorienteering”

Se domenica i riflettori saranno per i big internazionali dello skyrunning, sabato veri protagonisti saranno gli studenti delle scuole: «Nell’ottica di utilizzare lo sport per abbattere le frontiere e di avvicinare i più piccoli a questa spettacolare disciplina, proporremo di nuovo il miniorienteering – ha concluso Marchesi -. Per i ragazzi sarà un’ottima occasione di conoscere Poschiavo e i campioni dello skyrunning. Non bisogna poi dimenticare che la gara sarà commentata dallo speaker delle Olimpiadi di Torino 2006 Silvano Gadin; lo stesso che il giorno dopo seguirà la gara».

NOTIZIE TECNICHE:

Il percorso gara resta il medesimo degli anni precedenti con  31km di sviluppo, partenza da Lanzada e arrivo a Poschiavo (dislivello positivo di 1850m e uno negativo di 1810); i record da battere, invece, sono 2h32’03” di Marco De Gasperi e 3h10’18” di Angela Mudge.


PROGRAMMA:

SABATO, 6 GIUGNO 2009
10:30
Poschiavo: Partenza Mini Orienteering Valposchiavo
9:00-19:00   
Chiesa in Valmalenco, Centro Sportivo località Vassalini: Ritiro pacco gara e pettorali
16:00   
Tirano, Stazione: Trasporto atleti con pullman da Tirano a Chiesa in Valmalenco (fermata a Sondrio, Piazzale Bertacchi ore 16:45)
18:00
Chiesa in Valmalenco, Centro Sportivo località Vassalini: Briefing d’apertura con presentazione atleti, stampa e TV
20:00-20:30   
Poschiavo, Casa Torre in Piazza Comunale: Stand d’informazione sulla gara
Evento gemellato con “I giorni della pietra” – Festival d’arte, cultura e memorie
21:00   
Chiesa in Valmalenco, Chiesa SS. Giacomo e Filippo: Recital coro femminile Valmalenco “Armonie in voce”

DOMENICA, 7 GIUGNO 2009
Lanzada, località Pradasc, zona partenza:
6:00    
Ultime consegne pacchi gara e pettorali
7:00   
Ritrovo per controllo materiale, consegna sacco effetti personali per trasporto a Poschiavo
8:30   
Partenza competizione

Poschiavo, Piazza Comunale, zona arrivo:
10:00   
Santa Messa e Culto Evangelico
10:45   
Intrattenimento
11:00
Arrivo previsto del primo atleta
12:00   
Pranzo per gli atleti nel Centro Parrocchiale
Pranzo per il pubblico sulla Piazza Comunale
14:00
Cerimonia di premiazione
15:30   
Tempo massimo per rientrare in classifica competizione
           
    

Maurizio Torri
(Ufficio Stampa)
cell. 329/5469483
mail info@sportdimontagna.com


Articolo letto 36 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login