Home » Notizie » Corsa in Montagna » 8ª SkyRace Internazionale Valmalenco Valposchiavo

8ª SkyRace Internazionale Valmalenco Valposchiavo

27/05/09

Il problema neve in quota è già risolto!!!

- Presentata ufficialmente ai media, presso la sede della Comunità Montana di Sondrio, l’edizione 2009della kermesse italo svizzera del prossimo 7 di giugno;
La gara sarà Trial di Coppa del Mondo e prova di selezione per la neonata nazionale azzurra di skyrunning;

- Il termine ultimo delle iscrizioni è stato fissato per Mercoledì 3 Giugno ore 18;
-  Come per gli anni precedenti è stato fissato un tetto massimo di 500 concorrenti;
-    Indipendentemente dal ranking nella quale è inserita la gara italo svizzera vedrà ai nastri di partenza tutti i migliori al mondo;
-    Tutto questo e molto altro sul nuovo sito della manifestazione  www.international-skyrace.org

Buone notizie per la sky italo svizzera che percorre gli antichi sentieri dei contrabbandieri. Il caldo degli ultimi giorni ha sciolto gran parte della neve in quota; al momento gli accumuli invernali sono più che dimezzati e per il giorno della gara la situazione migliorerà ulteriormente.
Questo e molto altro è stato detto nella conferenza stampa di presentazione tenutasi quest’oggi a Sondrio nella sede della locale Comunità Montana. A fare gli onori di casa ci ha pensato l’assessore allo sport del mandamento Luca Spagnolatti: «A livello di CM abbiamo sempre creduto in questo evento – ha esordito -. Lo consideriamo una bella vetrina sia per l’aspetto turistico che sportivo. Domenica 7 giugno gli atleti percorreranno i circa 31km che da Lanzada portano a Poschiavo a ritmi vertiginosi, ma vi posso assicurare che il folto pubblico potrà godere di uno scenario mozzafiato. E per chi non ama camminare, il solo seguire le fasi d’arrivo nel centro storico di Poschiavo meriterebbe il pagamento di un biglietto. Nel corso degli anni ho visto crescere questo evento; un evento che ha saputo abbattere le frontiere tra due stati e i campanilismi tra i paesi. Quest’anno, proprio in quest’ottica sono felice di segnalare il gemellaggio tra la manifestazione podistica e l’evento culturale “Giorni di Pietra”».
Alle parole di Spagnolatti hanno fatto seguito quelle del primo cittadino di Lanzada  Fabio Sertore: «La Valmalenco – Valposchiavo è un fiore all’occhiello per l’intera valle; anzi, non temo smentite nel dire che è la manifestazione sportiva estiva più importante dell’intera Valmalenco. Non posso che ringraziare il comitato organizzatore locale e svizzero per la bella immagine che hanno saputo portare nel mondo sia di Lanzada che delle nostre montagne. Questo è solo uno dei tanti pregi della gara. Un altro che vorrei citare è come ogni cittadino la senta propria e sia coinvolto nel buon esito dell’evento».
A parlare della nuova partnership con l’evento culturale di Chiesa ci ha invece pensato il presidente dell’associazione cavatori Filippo Scaramella: «Le pietre e le cave sono una delle peculiarità della Valmalenco, con questo progetto pilota si è ben pensato di usare questi elementi per fare conoscere scorci di valle e di paese troppo poco apprezzati. Il nostro è un evento culturale che ha però diverse sfaccettature. Da quest’anno avrà anche un risvolto sportivo di prim’ordine visto il gemellaggio con la skyrace».
Entrando nel vivo, il presidente del comitato organizzatore Dario Marchesi  ha puntualizzato: «Quest’anno la gara non sarà tappa di Coppa del Mondo per nostra scelta. La Valmalenco – Valposchiavo ha già un nome ed un prestigio al di là del ranking nella quale viene inserita. Gusto che altri eventi usufruiscano quindi della vetrina mondiale. Prova ne è che abbiamo ai nastri di partenza tutti i migliori e che il tetto massimo di 500 concorrenti viene puntualmente sforato. L’edizione 2009 sarà Trial di Coppa del Mondo e assegnerà quindi punti preziosi per la il circuito iridato. Non solo, saremo prova di selezione per chi ambirà ad entrare nella nuova nazionale italiana di skyrunning affidata  al bergamasco Mario Poletti».
Per gli aspetti tecnici del tracciato la parola è passata al direttore gara Gianmario Nana: «Il problema neve in quota non è più tale. Nella fase di ascesa si arriva sino ai 2400 m del lago dei pesci senza pestare neve. Le alte temperature del periodo ci hanno dato una grossa mano e probabilmente continueranno a darcela sino al giorno della gara. La sensazione è che si correrà in condizioni simili a quelle degli anni precedenti. Per il resto tutto come prima 31km con partenza da Lanzada, arrivo a Poschiavo con dislivello positivo di 1850m e uno negativo di 1810. Il tetto della gara è il Passo di Campagneda (quota 2.627m) e i record da battere sono 2h32’03” di marco De Gasperi e 3h10’18” di Angela Mudge».

Alcuni dei top Runner già confermati:
Augusti Amador Roc (E), Jornet Burgada Kilian  (E),  Brack Tobias (D), Dippacher Matthias (D), Dapit Fulvio (I), Jimenez Stephanie  (AND), Mertova Michaela  (CZ), Pichrtova Anna  (CZ), Owens Tom  (GBR), Richmond Kenny (GBR), Krupichka Robert (CZ), Mudge Angela  (GBR), Schiessl Helmut (D), Zingl Wolfgang  (A), Solà Pastoret Marc (E), Pintarelli Gil (I), Wosik Daniel  (POL), Ota Sadilek  (CZ)

Maurizio Torri
(Ufficio Stampa)
cell. 329/5469483
mail info@sportdimontagna.com
sito www.sportdimontagna.com

Articolo letto 29 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login