Home » Notizie » Corsa in Montagna » 14^ Edizione Giro delle Casere Sottochiesa-Valtaleggio

14^ Edizione Giro delle Casere Sottochiesa-Valtaleggio

14/05/11

La gara sarà valida come prova di selezione della rappresentativa azzurra di skyrunning Si disputerà domani con partenza da Sottochiesa e arrivo a Vedeseta la 14^ edizione del Giro delle Casere. Quest’anno il tracciato è cambiato e si presenta con una lunghezza di26 km e dislivello positivo e negativo di 1850 m. Molto interessante la gara che sarà valida anche come prova di selezione per la rappresentativa italiana che parteciperà al Campionato Europeo di Skyrunning il prossimo 12 giugno in occasione della Skyrace Valmalenco-Valposchiavo. Favorito d’obbligo è il lecchese Nicola Golinelli che dopo i fasti del 2010 è chiamato al primo appuntamento agonistico del 2011. A cercare di contendere il successo al rappresentante del Ger Rancio ci saranno sicuramente Dennis Brunod, Gil Pintarelli, Stefano Butti, questi ultimi due altre rivelazioni 2010. Oltre agli esperti Giovanni Tacchini, Alessandro Morassi, Riccardo Faverio, Paolo Gotti, Michele Semperboni e Fabio Bonfanti. Per vari motivi non saranno al via Paolo Larger, Fulvio Dapit ma soprattutto Tadei Pivk, autore di un grandissimo inizio stagione lo scorso anno.
In campo femminile occhi puntati su Raffaella Rossi, recente vincitrice a Sondalo oltre che Stephanie Jimenez e la friulana Romanin. Ma ancora una volta atleta da battere sarà Manuela Brizio, che dopo una prestazione un po’ sottotono nel Km Verticale di Arles dello scorso weekend, è chiamata ad un pronto riscatto.

PROGRAMMA:

Ritrovo: ore 7 presso la Pro Loco Valtaleggio in fraz. Sottochiesa – TALEGGIO (BG)
Partenza ore 8.30 presso la Pro Loco Valtaleggio in frazione Sottochiesa (BG)
Arrivo presso il Campo Sportivo di Vedeseta
Premiazioni: subito dopo l’arrivo dell’ultimo concorrente

REGOLAMENTO

Alla gara possono partecipare atleti ed atlete che abbiano compiuto 18 anni di età, muniti del certificato medico di idoneità alla pratica agonistico-sportiva rilasciato da un centro di medicina dello sport. La gara si svolgerà su sentieri di montagna con un percorso impegnativo di salite e discese su mulattiere, sentieri e tratti erbosi per tanto si richiede una buona preparazione fisica e la massima prudenza, non ci saranno tratti esposti. Tutto il percorso sarà segnato con specifico segnavia con bandierine e fettucce. Saranno istituiti punti di controllo fissi nei punti più importanti. Sarà localizzato un cancello orario alla Baita di Campredunt (mt.1859) stabilito in ore 2.45 che impedirà il proseguimento della gara ai concorrenti in ritardo. Il tempo massimo per concludere la gara è fissato in ore 4,30. Il concorrente che abbandonerà la gara dovrà obbligatoriamente comunicarlo al primo controllo consegnando il pettorale E’ fatto d’obbligo di seguire il percorso segnalato, pena sanzioni. Il pettorale dovrà essere visibile durante tutta la competizione. Sono previste penalità da cinque a dieci minuti per gli atleti che: gettano bicchieri, bottiglie, ecc. fuori dallo spazio delimitato nei ristori previsti ad ogni rifugio e non rispettano le norme di sicurezza e le indicazioni dei vari addetti nei punti più pericolosi.

In caso di maltempo la competizione sarà effettuata su un percorso alternativo. L’organizzazione potrà decidere, in caso di condizioni metereologiche particolarmente difficili, di sospendere la gara durante il suo svolgimento: in questo caso la classifica sarà stilata in base ai passaggi effettuati all’ultimo controllo. L’organizzazione si riserva il diritto di sospendere temporaneamente o interrompere definitivamente la gara per tutti o parte dei concorrenti qualora esistano situazioni che possano seriamente compromettere l’incolumità degli atleti o delle persone presenti lungo il percorso (es. operazioni di elisoccorso, caduta pietre/massi) ecc. Ogni concorrente dovrà presentarsi alla partenza munito di fuseaux o pantaloncini, maglietta mezze maniche, un antivento maniche lunghe e scarpe in buono stato con la suola ben marcata (consigliate trail running).

E’ COMUNQUE TASSATIVAMENTE OBBLIGO DOTARSI DURANTE TUTTA LA GARA DI UN ANTIVENTO A MANICHE LUNGHE, PERTANTO L’ATLETA SARA’ CONTROLLATO ALLA PARTENZA E ALL’ARRIVO E AI CONTROLLI A SORPRESA IN MANCANZA DI TALE INDUMENTO VERRA’ COMMINATA UNA PENALIZZAZIONE DI 3 MINUTI

Articolo letto 101 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login