Home » Mondo Skyrunning » Stava Skyrace, percorso leggermente ridotto e partenza posticipata

Stava Skyrace, percorso leggermente ridotto e partenza posticipata

29/06/13

 Zinca contro Pivk, Gotti terzo incomodo

Neve

 

 

Definito il percorso dell’ottava edizione della Stava Sky Race della Val di Fiemme, con la novità della partenza posticipata di trenta minuti sia del Verticale del Cornon, valido come seconda prova del tricolore vertical kilometer (ore 8.30), sia della Stava Sky Race (ore 9.30), che sarà la tappa d’apertura del tricolore, nonché quarta prova del circuito La Sportiva Gore-Tex Mountain Running cup

A seguito della nevicata di giovedì non si transiterà dunque su Cima Monte Agnello, ma comunque nessun stravolgimento di percorso, visto che gli organizzatori dell’Us Cornacci hanno deciso di prevedere il passaggio degli atleti sul sentiero sottostante, togliendo tecnicamente solo 100 metri di dislivello e 200 metri di sviluppo. Quindi l’ottava edizione della gara, che avrà come partenza e arrivo la località fiemmese di Tesero, avrà complessivamente uno sviluppo di 24,730 metri e un dislivello in ascesa di 2025 metri, identico in discesa per un dislivello totale di 4250 metri. Confermato invece il percorso del Verticale, con arrivo sul Monte Cornon dopo 5,050 km e un dislivello di 1080 metri. I due arrivi sono previsti per le 9.15 (gara breve) e 12 (gara lunga).

Per la prima volta in otto edizioni dunque la Stava Sky Race è costretta a cambiare il proprio percorso di gara, seppure di pochissimo. Ma questo non toglie fascino ad una delle skyrace in assoluto più impegnative.

Decisamente positivo poi il numero degli atleti iscritti, che sono ben 300, mentre nelle ultime ore sono arrivate altre importanti conferme per una starting list di assoluto livello. Partendo dal Verticale del Cornon, il recordman della gara Urban Zemmer ha ribadito la sua presenza, nonostante solamente due giorni prima abbia corso a Chamonix in Coppa del Mondo. L’altra novità dell’ultima ora riguarda l’iscrizione del forte skyrunner bergamasco Paolo Gotti, campione del mondo nel 2007 ed ancora fra i più forti interpreti di questa specialità. Un altro pretendente per la vittoria dunque alla Stava Sky Race, oltre al vincitore della passata edizione Ionut Zinca e al campione italiano uscente Tadei Pivk. Un terzetto con i favori del pronostico e tanti outsider come Daniele Cappelletti, Davide Pierantoni, Fabio Bazzana, Matteo Piller Hofer, Maurizio Fenaroli, il marocchino Khalid Ghallab e il rumeno Gyorgy Szabolcs, che è leader provvisorio del circuito La Sportiva.

C’è grande attesa anche per l’atleta di casa Antonella Confortola, già vincitrice alla Stava Sky Race e reduce pure lei dal Vertical di Coppa del Mondo a Chamonix dove è giunta terza, che ha deciso di cimentarsi sulla gara lunga e non sul vertical per affinare la propria preparazione in vista dei prossimi appuntamenti internazionali. La sua rivale più agguerrita sarà Emanuela Brizio, dominatrice sul traguardo fiemmese nelle ultime due edizioni. Ed ancora Debora Cardone, Raffaella Rossi, Lisa Buzzoni, Chiara Gianola e Nadia Scola.

Nel Verticale Zemmer parte con i favori del pronostico ed avrà negli avversari più ostici il pinetano Marco Facchinelli, lo scialpinista Pietro Lanfranchi e gli altoatesini Henri Hofer e Dario Steinacher, il giovane valdostano Nadir Maguet e il primierotto Angelo Tavernaro, quest’ano in gara breve. In campo femminile si annuncia lotta a tre fra la giovane skialper Elisa Compagnoni, Viviana Rudasso e l’altoatesina Irene Senfter.

 

 

Articolo letto 82 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login