Home » Notizie » Corsa in Montagna » Nadir Cavagna e Chiara Spagnoli nuovi Campioni Italiani allievi

Nadir Cavagna e Chiara Spagnoli nuovi Campioni Italiani allievi

20/05/12
Un grande Nadir Cavagna bissa il successo 2011

Quel duello, da solo,  valeva probabilmente il prezzo del biglietto. Crippa contro Cavagna, ma forse meglio ancora Crippa e Cavagna. Una gara allievi strana per certi versi, ma appassionante come non mai quella che forse si sceglierebbe come copertina nel momento di mandare a rassegna i tricolori giovanili di corsa in montagna, disputatisi oggi a Caddo di Crevoladossola. Nubi minacciose a velare il sole, ma pioggia solo nella parte conclusiva di giornata,  nel giorno in cui numeri importanti premiano l’impegno organizzativo della Caddese, che da anni sognava giornata come quella di oggi. Sui sentieri ossolani, su tracciati indubbiamente impegnativi ma che bene hanno retto alle intemperie del tempo, bis tricolore allora per Nadir Cavagna, piccola grande “stella” dell’Atl. Valle Brembana: che così sarebbe finita certo lo si sarebbe detto nel corso della prima delle tre tornate di gara, ma altrettanto certamente non si sarebbe poi osato dirlo sino a pochi metri dal traguardo. Prima l’attacco del bergamasco, poi la replica, di forza, di Yemaneberhan Crippa, l’asso del Gs Valsugana che sconfitta da tempo non conosceva, tanto in montagna, quanto su pista e nel cross.  Prima uno, poi l’altro, poi di nuovo il primo: in oltre venti minuti di gara, mai un passo a fianco o quasi, prima di quel finale che avrebbe premiato la grande rimonta di Cavagna, prima di quei soli quattro decimi che al traguardo avrebbero diviso i due protagonisti assoluti della rassegna. Con loro sul podio, sale anche Danilo Gritti, altro talento dell’Atl. Valle Brembana che soddisfazioni importanti già si era tolto nell’inverno su pista corta al coperto. Lui, seppure a distanza dai due primattori, a vincere la battaglia per il bronzo, davanti ad Ayyoub Benrhanem (Santi Nuova Olonio), Emanuele Franceschini (Gs Trilacum) e Diego Ras (Atl. Pinerolo).

La partenza degli allievi

Allievi ancora, ma declinati al femminile, per dire del successo della camuna Chiara Spagnoli (Vallecamonica), che bis tricolore fa dunque dopo il successo tra le cadette di un paio di stagioni fa. Questa volta l’ultima ad arrendersi è la valtellinese Alessia Zecca (Gs Valgerola), con il podio che pure accoglie tra le sue braccia la bellunese Alba De Silvestro (Atl. Comelico). Il tutto al termine di una gara in cui la bresciana Elena Torcoli (Atl. Brescia) e la valdostana Michela Comola (Apd Pont Saint Martin) chiudono al quarto e quinto posto, dopo aver, loro pure, a lungo cullato il sogno del podio.

Cammino a ritroso che porta allora alle prove dei cadetti, laddove la Lombardia nuovamente festeggia il successo nella classifica combinata per Regioni, forte soprattutto delle prove dei suoi maschi, se come vuole invece la classifica, al femminile le più brave erano state le cadette del Piemonte. Sul piano individuale ha del clamoroso l’uno-due dell’Atl. Vallecamonica, con i due malonnesi Manuel Canti e Matteo Gregorini a rimontare negli ultimi metri l’affondo del pur bravissimo piemontese Davide Genre (Gs Pomaretto). Ai piedi del podio, altro piemontese, Andrea Rostan (Roata Chiusani), poi il valtellinese Luca Cantoni (Us Bormiese). Al femminile, la categoria cadette celebra invece il talento assoluto di Anna Lena Hofer (Sc Meran), che domina la prova in lungo e in largo, e poi magari ancora. Quello della stellina altoatesina, già tricolore nel 2011, è vero e proprio assolo, mentre alle sue spalle la bella rimonta di Margherita Rossi (Trentino /Atl. Trento) e Beatrice Bianchi (Lombardia / Atl. Casazza) nega il podio a Paola Varano (Piemonte / Asd Bognanco) che a lungo da sola era rimasta all’inseguimento della Hofer. Quinta è poi Beatrice Seidita, portacolori del Csi Morbegno.

A precedere le prove valide per il tricolore, quelle riservate ad esordienti e ragazzi, promozionali tanto negli intenti quanto – ancor più – nei numeri espressi.   Prove partecipatissime quelle dei più giovani in gara, con Cecilia Mattio (Valle Varaita) e Dionigi Gianola (Premana) a festeggiare tra i ragazzi, non diversamente da quanto tra gli esordienti A fanno la compagna di quest’ultimo Francesca Gianola e il fratellino d’arte Alain Cavagna (Valle Brembana). E se Kristian Scalabrini (Genzianella) ed Edoardo Bourcet (Valpellice) primeggiano tra Esordienti C ed Esordienti B, al femminile sorrisi che più si aprono per Milena Masolini (Valchiavenna) e Alessia Peyrot (Gs Pomaretto).

Paolo Germanetto

 

Articolo letto 835 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login