Home » Notizie » Corsa in Montagna » Mondiali: gli iscritti e…un po’ di storia

Mondiali: gli iscritti e…un po’ di storia

28/08/12

28 agosto 2012 – Dalle Nazioni agli atleti: a cinque giorni dall’evento iridato, dopo averli già lanciati via twitter, ecco i nomi di coloro che saranno in gara, domenica mattina, a caccia di un sogno, a caccia di qualcosa di importante. Temù, Ponte di Legno, Tonale e il Mondiale che torna dunque per la settima volta in Italia. Dagli esordi di San Vigilio di Marebbe (1985) e Morbegno (1986) sino alla prima della Valle di Susa, con Susa, Pian del Frais e Bardonecchia ad ospitare l’edizione del 1992. Poi fu la volta di Arta Terme (2001), per tornare ancora nella Valli olimpiche di Torino 2006, con l’appuntamento di Sauze d’Oulx nel 2004. Da Madesimo e Campodolcino (2009) eccoci allora a Temù, Ponte di Legno: là come allora, candidature nate in extremis e a seguito di rinunce altrui, ma in ogni caso è ancora la grande tradizione italiana della corsa in montagna pronta ad accogliere tutti i migliori specialisti.

START LIST

Centocinquantadue senior uomini, novantanove donne, settantadue juniores uomini e cinquanta donne: tra Nazioni al gran completo e altre invece presenti anche un solo rappresentante, è dunque Mondiale che al via vedrà schierare 373 atleti. Sui tracciati di gara torneremo, così come sui temi agonistici delle gare e su altri dettagli storici.

Intanto, insieme alla lista degli iscritti, ecco l’elenco delle precedenti sedi della rassegna iridata. E se sino all’appuntamento valsusino del 1992 cross lungo e cross corto dividevano il panorama agonistico maschile, a partire dalla Francia e da Gap 1993 prova unica anche per gli uomini, sin dagli esordi impegnati anche con gli juniores. Per le juniores femminili, esperienza valsusina a parte (con vittoria di Rosita Rota Gelpi), tocca attendere invece Malè Svatonovice, la repubblica Ceca e il 1997. Con Kamnik e la venticinquesima edizione, il passaggio da Coppa del Mondo a Campionato Mondiale, da Wordl Trophy a Wordl Championship…

1986: San Vigilio di Marebbe (Italia), 1986: Morbegno (Italia), 1987: Lenzerheide (Svizzera), 1988: Keswich (Galles) 1989: Chatillon en Die (Francia),  1990: Telfes (Austria) 1991: Zermatt (Svizzera), 1992: Valle di Susa (Italia), 1993: Gap (Francia), 1994: Berchtesgaden (Germania), 1995: Edimburgo (Scozia), 1996: Telfes (Austria), 1997: Malè Svatonovice (Repubblica Ceca), 1998: Ile de la Reunion (Francia), 1999: Kota Kinabalu (Malesia), 2000: Bergen (Germania), 2001: Arta Terme (Italia), 2002: Innsbruck (Austria), 2003: Anchorage (Usa), 2004: Sauze d’Oulx (Italia), 2005: Wellington (Nuova Zelanda), 2006: Bursa (Turchia), 2007: Ovronnaz (Svizzera), 2008: Crans Montana (Svizzera), 2009: Madesimo-Campodolcino (Italia), 2010: Kamnik (Slovenia), 2011: Tirana (Albania), 2012: Temù-Ponte di Legno-Tonale (Italia)

Articolo letto 703 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login