Home » Mondo Trail » Mamleev e Cardone vincono il Valetudo Trail Blanc

Mamleev e Cardone vincono il Valetudo Trail Blanc

05/03/12

Trentacinque runners non si sono fatti intimorire dalla pioggerella che stamattina ha bagnato l’asfalto nelle vallate del Bergamasco e infagottati con giacche a vento e pantaloni pesanti si sono presentati al ritiro del pettorale, dopo le operazioni di iscrizione presso gli impianti di risalita, tutti di fretta sulla seggiovia verso la partenza del rifugio Vodala a quota 1700 mt. s.l.m.. Arrivati a destinazione le condizioni meteo erano abbastanza bruttine, la nebbia avvolgeva il Timonio e la visibilità in alcuni momenti era molto scarsa, ma dopo le operazioni di riscaldamento i pionieri di giornata del running in alta quota hanno preso posizione sulla linea di partenza e alle 09.15 è stato fischiato il via. Le due manifestazioni podistiche di 10 con dislivello complessivo di 2032 mt. e 4,5 km con dislivello complessivo di 800 mt., hanno avuto lo start contemporaneamente, i piu allenati hanno preso, dopo una breve salitella, il tracciato in discesa verso gli impianti di risalita degli Spiazzi, mentre i meno allenati hanno iniziato subito la salita del Timogno. Il primo tratto di discesa della lunga è avvenuto su un vertical con una pendenza che variava dal 30 al 40 % , sul terreno c’erano dai 20 ai 40 cm di neve molle per cui, quasi la totalità degli atleti, è andato a finire con i glutei al fresco. Poi per i restanti 2,5 km di discesa i corridori hanno trovato un comodo sentiero in mezzo ad una fitta pineta. Sul discesone iniziale hanno comandato la race Cardone Debora, alla sua prima gara con la maglia della Valetudo skyrunning Rosa e dal duo Valetudo skyrunning Italia, Berlinghieri Clemente e Mamleev Mikhail. Nei mille metri verticali che portano al Timogno, Cardone Debora allunga ulteriormente sulle compagne della Valetudo rosa Plavan Marina e Labonia Isabella mentre nella gara maschile Mikhail Mamleev, forte per la sua propensione di gareggiare in mezzo alla neve, è nato a San Pietroburgo Russia, pigia sull’acceleratore e si invola da solo verso il Timogno. Berlinghieri Clemente comunque non si lascia intimorire dall’azione del campione Italiano di skyrace Mamleev e lo insegue a tutta birra. Nella breve discesa di 400 metri sul rifugio Vodala le posizioni non cambiano e per la Valetudo skyrunning Italia e Rosa si concretizza un risultato molto felice, infatti le aquile Valetudo, con le loro entusiasmanti performance, sia in campo maschile e femminile hanno occupato tutti e tre i gradini del podio. Nella competition azzurra il vice campione del mondo di skyrunning 2011 Mamleev ha messo per primo i piedi sulla linea di arrivo con il time di h. 1 08’33”, 2° il grintoso Bergamasco di Colere Berlinghieri Clemente 1 10’20”, 3° la roccia tuttofare Gritti Luigi 1 27’56”, 4° Nervi Paolo GS Altitude 1 28’33”, 5° Farina Roberto Carvico Skyrunning 1 28’47”. Nella gara femminile spettacolare gara della new entry Valetudo skyrunning rosa Debora Cardone, per la forte atleta Piemontese, una prima con i colori della Valetudo rosa di valore assoluto, con la sua ferrea determinazione è riuscita ad arrivare al Vodala in terza posizione assoluta, Debora ha fatto fermare i cronometri sul time di 1 25’11”. 2^ e 3^ le vice campionesse Italiane di skyrace team 2011, Plavan Marina e Labonia Isabella, per Marina il tempo 1 31’41”, e per Isabella 1 36’27”, 4^ Vittori Serena 1 50’18”. Nella classifica maschile over 1° Rizzini Roberto presidente della Promosport Valli Bresciane e prima over 50 rosa l’aquila Marina Plavan.
Dopo questa faticaccia nella nebbia delle Orobie il Valetudo Trail blanc è terminato con un gustoso pranzo presso il rifugio Vodala e con una festante premiazione.
Un sentito grazie a tutto il personale di servizio.
GiorgioV

Articolo letto 297 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login