Home » Notizie » Corsa in Montagna » Maddalena: le sfide della Scalata 2012

Maddalena: le sfide della Scalata 2012

03/05/12

Bernard Dematteis contro Gabriele Abate, senza certo dimenticare Alex Baldaccini, Hannes Rungger e Tommaso Vaccina. Se questi – e altri ancora… – paiono essere i possibili protagonisti della prova maschile, la ventunesima Scalata alla Maddalena, in programma questo sabato pomeriggio, vivrà anche su di una prova femminile di assoluto livello. Il duello tra Valentina Belotti e Renate Rungger, le due migliori di sempre in questa gara, già da solo vale il prezzo del biglietto, tanto più se nelle vicinanze pure sono annunciate Alice Gaggi e Maria Grazia Roberti: doppia sfida, insomma tra Runner Team Volpiano e Forestale, primi acuti di una battaglia che strada facendo si consumerà anche sui sentieri tricolori.

Non sentieri né strade sterrate, ma solo asfalto, quello che come da tradizione accoglierà gli atleti sabato pomeriggio. Terreno indubbiamente insolito per una corsa in montagna, ma le pendenze, quelle di certo, non mancano sui 7800 metri di gara che dall’abitato di Muratello di Nave (Bs) portano sino in cima alla Maddalena, al termine di 620 metri di dislivello. Si parte e si arriva su tratto pianeggiante, ma lì in mezzo certi tornanti ricordano per davvero quelli su cui arrancano i ciclisti nelle salite più prestigiose e impegnative.

Il profilo altimetrico della gara

Gara insolita, quella della Maddalena, in cui più di qualche volta gli specialisti della corsa in montagna si sono dovuti arrendere a stradisti di vaglia e dalle buone propensioni per l’ascesa. Salvo invertire la tendenza magari già nell’edizione successiva. Se c’è rilievo importante nell’affrontare questa gara è indubbiamente rappresentato dalla gestione tattica dello sforzo, perché l’amalgama vincente tra gli elevati ritmi dei tratti pianeggianti e la giusta cadenza nel salire si regge su alchimie difficili, peraltro mai risolte una volta per tutte.

Pur a fronte di crisi economica e dintorni, anche per l’edizione 2012 patron Gabossi pare allora essersi garantito un parterre di prim’ordine. A guidare il lotto di prendenti alla vittoria, Bernard Dematteis (Esercito) e Gabriele Abate (Orecchiella Garfagnana), con il primo qui già vincitore nel 2009 ed il secondo per due volte ad un passo dal successo, tanto in quello stesso 2009 quanto poi nella scorsa stagione: difficile insomma fare pronostici tra i due, apparsi peraltro su valori assai vicini già nel primo confronto stagionale in quel di Leffe. Senza peraltro dimenticare anche altri azzurri in gara: già secondo nel 2008, sempre bene ha fatto sui tornanti della Maddalena Tommaso Vaccina (Athletic Terni), così come spesso piazzato è stato altro specialista delle salite come Hannes Runnger (Sportverein Sportler). Ma lì davanti anche Alex Baldaccini (Gs Orobie), decimo nella scorsa stagione, ma questa volta per davvero a vestire i panni di uno dei maggiori candidati al podio di giornata.

Hannes Rungger (foto sportnews.bz)

Nel 2011 a mettere tutti in fila, peraltro dall’alto di un probante 30’45”,  fu Abdelhadi Tyar, ora accasato alla Recastello Radici Group. Radio corsa ancora lo vuole in fase di recupero dopo l’infortunio invernale, ma chissà che alla fine non voglia provare comunque a difendere il suo “titolo”. Intanto, sulla strada della completa ripresa, sarà invece in gara anche il tricolore promesse della scorsa stagione, Luca Cagnati (Esercito).

Al femminile, prima sfida stagionale, allora, tra Renate Rungger (Forestale) e Valentina Belotti (Runner Team Volpiano), con la prima a detenere il record della gara (35’53” /2009), ma con la seconda ad avere poi corso soltanto sei secondi più piano nel 2010. Possibile, allora, immaginare che il duello possa anche strizzare l’occhio al cronometro, cui pure guarderanno almeno anche altre due azzurre della corsa in montagna: Alice Gaggi (Runner Team Volpiano) per avere il segno dei propri ulteriori miglioramenti, Maria Grazia Roberti (Forestale) per dimostrare una volta in più, e su di un tracciato a lei non troppo congeniale, che il tempo per lei non passa mai. D’altro canto, fu proprio la bresciana, nel 1994, ad inaugurare l’albo d’oro femminile…

Renate Rungger, suo il record femminile

Ad anticipare la prova degli Assoluti – il via alle ore 16.00 – sarà come da tradizione quella riservata ad Amatori e Master, che partirà invece alle ore 15.00. Sui terribili tornanti della Maddalena, laddove questa volta gli atleti lombardi saranno  in gara anche per i titoli regionali Assoluti e Master, al solito spazio per la fatica di tutti.

Paolo Germanetto

 

PROGRAMMA

Sabato 5 maggio 2012

ore 13,00 – Ritrovo presso l’Oratorio di Muratello di Nave  (Bs) in via S. Francesco, 22

ore 15,00 – Partenza categorie Amatori e Masters Maschile e Femminile

ore 16,00 – Partenza categorie Promesse, Senior Maschile e Femminile e Junior Maschile

ore 18,15 – premiazioni presso il teatro dell’oratorio di Muratello di Nave in via S.Francesco, 22 (luogo della partenza)

 

ALBO D’ORO

Uomini

Anno Pos. Atleta tempo
1992 Gianni Poli 32′ 11″
1993 Marco Toini 31′ 44″
1994 Marco Toini 31′ 22″
1995 Marco Toini 31′ 58″
1996 Angelo Vecchi 31′ 43″
1997 Marco Toini 31′ 46″
1998 Claudio Amati 31′ 41″
1999 Roberto Antonelli 30′ 25″
RECORD DELLA GARA
2000 Severino Bernardini 30′ 31″
2001 Antonio Molinari 30′ 52″
2002 Antonio Molinari 30′ 55″
2003 Marco Gaiardo 31′ 33″
2004 Roberto Antonelli 31′ 12″
2005 Marco De Gasperi 31′ 00″
2006 Sergio Chiesa 31′ 14″
2007 Marco Gaiardo 31′ 08″
2008 Marco Gaiardo 31′ 24″
2009 Bernard Dematteis 31′ 12″
2010 Martin Dematteis 30′ 52″
2011 Abdelhadi Tyar 30′ 45″

Donne

Anno Pos. Atleta tempo
1994 Mariagrazia Roberti 39′ 27″
1995 Isabella Filippi 41′ 45″
1996 Luisa Vicentini 46′ 24″
1997 Pierangela Baronchelli 38′ 59″
1998 Mariagrazia Roberti 38′ 23″
1999 Mariagrazia Roberti 38′ 49″
2000 Flavia Gaviglio 36′ 45″
2001 Flavia Gaviglio 36′ 50″
2002 Pierangela Baronchelli 36′ 29″
2003 Carolin Kilel Cheptonui 37′ 04″
2004 Monica Bottinelli 37′ 37″
2005 Flavia Gaviglio 36′ 10″
2006 Vittoria Salvini 36′ 01″
2007 Vittoria Salvini 36′ 24″
2008 Elisa Desco 37′ 33″
2009 Renate Rungger 35′ 53″
RECORD DELLA GARA
2010 Valentina Belotti 35′ 59″
2011 Laura Giordano 37′ 36″

 

Articolo letto 1.166 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login