Home » Notizie » Altre specialità » La Pitturina Skiraid nel nome di Pellisier e Eydallin

La Pitturina Skiraid nel nome di Pellisier e Eydallin

21/01/13

Nei Campionati Italiani si mette in mostra il Centro Sportivo Esercito

20 gennaio-Grande spettacolo quello che è andato in scena stamane sulle nevi della Val Comelico, con la 5^ edizione della Pitturina Skiraid, valevole non solo come seconda prova di Coppa Italia, ma anche come Campionato italiano individuale.

Medesimo il percorso per uomini e donne, che a seguito delle copiose nevicate dei giorni scorsi, ha subito delle modifiche: si sono visti così tolti i tre tratti a piedi, si sono rivisitate le varie salite e discese, ma nonostante tutto il dislivello è rimasto intorno ai 1700 metri con ben 21 km di sviluppo complessivo.

Che dire, una bella prova per i ben 310 temerari che si sono ritrovati alle 9.30 con gli sci in mano allo start, dove li attendeva un primo breve tratto da affrontare di corsa, per poi mettersi rapidamente gli sci ai piedi e inoltrarsi così nella strada pianeggiante che portava successivamente su per i pendii della valle bellunese.

I fiocchi di neve non hanno voluto mancare anche nella competizione, dove non pochi hanno avuto problemi con pelli cascanti o occhiali appannati. Ma d’altro canto questi sono gli imprevisti dello ski alp, ci sono variabili che gli atleti non sempre  possono prevedere.

Così come non si potevano prevedere le loro numerosissime cadute da filmato che, invece, hanno divertito i tanti tifosi i quali- nonostante le intemperie- sono accorsi numerosissimi lungo il tracciato.

Con  1h 42’ 44” si è laureato neo campione italiano il portacolori del centro sportivo Esercito Matteo Eydallin, che ancora una volta ha mostrato doti sopraffine nelle discese. Secondo posto invece per il bormino Lorenzo Holzknecht ( Scav), che ha messo in fila il veterano Manfred Reiccheger ( Esercito).4^ e  5^ piazza ancora per il Centro Sportivo Esercito con Damiano Lenzi e Robert Antonioli. A seguire Davide Galizzi,Pietro Lanfranchi,  Michele Boscacci e Denis Trento.

Al femminile, invece, ancora una volta vittoria per Gloriana Pellisier (Esercito), seguita da una strabiliante Elena Nicolini (Brenta Team), che ha saputo mettersi dietro un pilastro dello sci alpinismo come  Francesca Martinelli, che in ogni caso dimostra sempre di essere ai vertici. 4^,5^ e 6^ posto per le altre valtellinesi Laura Besseghini, Raffaella Rossi ed Elisa Compagnoni.

Nella categoria Espoir da segnalare la vittoria per Robert Antonioli seguito da Michele Boscacci e Françoise Cazzanelli, mentre al femminile primo posto per Elisa Compagnoni.

Un grande applauso non solo agli atleti ma soprattutto al comitato organizzatore che, con sforzi notevoli, ha messo in piedi un Campionato italiano di tutto rispetto. “ Sono davvero soddisfatto” commenta Michele Franceschini,-presidente del comitato organizzatore, oggi a vincere sono stati soprattutto i volontari sul percorso, senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile”.

Aspetteremo poi i Campionati italiani individuali giovani che si disputeranno a Premana il 3 febbraio per completare il cerchio dei Campioni italiani.

Articolo letto 98 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login