Home » Mondo Skyrunning » La Dolomiti Skyrun assegnerà 4 punti UTMB®

La Dolomiti Skyrun assegnerà 4 punti UTMB®

11/02/14

L’affascinante ultra trail che segue la storica Alta via numero 1 (136 km per 11.800 metri di dislivello positivo) e che collega Braies (BZ) a Belluno diviene gara qualificante per la

The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc®.

Nel frattempo sono stati definiti tutti gli aspetti organizzativo/logistici.

 dolomiti-sky-run

     

La Dolomiti Sky Run è subito da record e ottiene un primo importante riconoscimento: le è stato infatti attribuito il massimo punteggio, 4 punti, come gara qualificante per la The North Face® Ultra-Trail du Mont-Blanc® 2015. Un premio che conferma ulteriormente la bellezza e il valore di questa gara lunga 136 Km per un dislivello di 11.800 metri e che si correrà lungo L’Alta via numero 1, prima concatenazione dolomitica e percorso di collegamento da Braies (BZ) a Belluno.

Un’affascinante quanto impegnativa gara di ultra trail che in soli 30 giorni dall’avvio delle iscrizioni può già vantare un centinaio di atleti pronti per affrontare questa sfida. E molti altri sono attesi nei prossimi mesi.

Merito di un percorso tra i più belli dell’arco alpino, dell’arrivo – caso raro per questa tipologie di gara – nel cuore di un capoluogo di Provincia ovvero Belluno ma anche della capacità organizzativa messa in campo dalla società  ASD Dolomiti SKY Run, associazione promotrice dell’evento.

Il ritiro del pettorale è previsto indicativamente tra le 8 e le 16 di venerdì 4 luglio in località Ferrara a Braies(BZ), seguirà  consueto e utile briefing per dare gli ultimi consigli agli atleti. Per rendere più agevoli gli spostamenti, sono state predisposte una serie di navette che da Belluno accompagneranno gli atleti alla partenza e i vari staffettisti ai punti di cambio di Passo Falzarego e di Passo Duron.

CourseQualificative2015_EN

Ma vi saranno anche i transfer di collegamento tra gli aeroporti di Venezia e Treviso con il capoluogo veneto. Informazioni e costi su: http://www.dolomitiskyrun.it/IT/trasporti.asp.

Lungo il percorso vi saranno 12 punti ristoro, uno ogni 10 chilometri, in località dal panorama mozzafiato e nei pressi di rifugi famosi (tutte le informazioni su http://www.dolomitiskyrun.it/IT/ristori.asp). Tre di questi ristori – ai passi Falzarego, Duran e Cajada – saranno i cosiddetti punti vita e gli atleti vi troveranno un pasto caldo, brandine per riposare, un servizio medico e le navette che ricondurranno a Belluno gli staffettisti o gli atleti che volessero ritirarsi. I primi runner saranno attesi all’arrivo di Belluno dopo 20 ore di gara mentre il tempo limite per concludere l’intero percorso è stato calcolato in 40 ore. Essendo una prima edizione, il comitato rassicura gli atleti partecipanti che nessuno verrà bloccato qualora sforasse i tempi limite, fatta salva la sicurezza e la salute di ogni partecipante. Sicurezza che assieme al rispetto dell’ambiente sono i capisaldi sui quali si fonda l’organizzazione della Dolomiti Sky Run, per questo sia prima sia durante la manifestazione saranno presenti lungo il percorso le guide alpine e il soccorso alpino del Veneto e i molti volontari delle associazioni bellunesi, per garantire la sicurezza di ogni atleta ma anche per monitorare e punire comportamenti inadeguati nei confronti della natura e di tutti gli altri escursionisti che si potrebbero incontrare lungo i sentieri. Per ridurre l’impatto ambientale nei punti ristoro non saranno forniti bicchieri di plastica, ogni concorrente dovrà portare con sé  un bicchiere o una borraccia.

Infine i montepremi; verranno assegnati, sia per la categoria femminile sia per quella maschile,1.000 euro al primo classificato, 500 euro al secondo atleta e 300 euro al terzo classificato. I premi potrebbero subire delle variazioni, solamente in positivo, mentre per le staffette femminili, maschili e miste i riconoscimenti sono ancora in via di definizione.

Tutte le informazioni, in costante aggiornamento, sono consultabili sul sito: http://www.dolomitiskyrun.it.

 

LA GARA PIÙ BELLA DEL MONDO

Gli appassionati di corse in condizioni estreme hanno una sfida in più dove testare i propri limiti affrontando nuove avventure, cercando scariche di adrenalina o semplicemente lasciandosi spingere e affascinare dalle bellezze della natura. Si tratta dell’ultra trail Dolomiti Sky Run che si terrà dal 4 al 6 luglio 2014, organizzata dalla società omonima bellunese affiliata al Coni e all’AICS.

Saranno 136 i chilometri totali di questa gara dal dislivello positivo (cioè verso l’alto) di 11.800 metri che segue l’Alta via numero 1, percorso dall’inconfondibile segnavia triangolare azzurra. Una sfida da vivere nel cuore di uno dei patrimoni dell’umanità Unesco: le Dolomiti.

I muscoli dei partecipanti inizieranno a scaldarsi nel primo pomeriggio del 4 luglio a Braies in Val Pusteria, mentre la partenza della gara è prevista alle 18 dello stesso giorno. Gli organizzatori prevedono che i primi a tagliare il traguardo lo faranno in un tempo di circa 20 ore mentre gli ultimi arrivati potrebbero necessitare fino a 40 ore: la gara quindi si concluderà tra il 5 e il 6 luglio, dopo aver attraversato alcuni tra i luoghi più incantevoli della natura che circonda le provincie di Bolzano e Belluno.

Luoghi unici dell’arco alpino che inanellano le Dolomiti di Braies, di Cortina d’Ampezzo, dello Zoldano, dell’Agardino e di Belluno. Un percorso arricchito in totale da 11 Gruppi Dolomitici e da tre Passi.

Lo sfondo che accompagnerà gli atleti sarà quindi ricco e variegato di immagini crude come le pareti di Dolomia ma anche meravigliosamente accoglienti come i colori di un parco naturale unico e tra i più grandi di tutto l’arco alpino (25.453 ettari) quale quello di Fanes-Sennes-Braies. Un luogo caratterizzato dai fenomeni del carsismo e da una natura incontaminata talmente bella da fare da sfondo a numerose leggende che vedono come protagonista anche gli incantevoli riflessi del lago di Braies, uno degli scorci più suggestivi della Dolomiti Sky Run.

Le iscrizioni sono partite sabato 11 gennaio e rimarranno aperte fino a sabato 31 maggio; inoltre gli organizzatori, al fine di avvicinare alla bellezza di questo sport anche chi non è solito affrontare distanze così impegnative, permettono di provare questo questa gara anche in staffette da tre concorrenti (maschili, femminile o miste).  Aggiornamenti e novità che verranno costantemente promossi attraverso i canali social come il sito internet http://www.dolomitiskyrun.it e la pagina Facebook della Dolomiti Sky Run http://www.facebook.com/dolomitiskyrun.

Articolo letto 310 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login