Home » Mondo Skyrunning » Kilian, Dega, Hernando, Pivk: super sfida a Zegama!!!

Kilian, Dega, Hernando, Pivk: super sfida a Zegama!!!

23/05/14

Le nostre previsioni per la gara che domenica si terrà in terra basca

Zegama1

Non sarà una domenica qualunque, quella che si appresta a vivere fra tre giorni Zegama, nei Paesi Baschi (Spa). Domenica prossima il calendario segnerà la ripartenza della nuova stagione delle Skyrunner World Series, e protagonista assoluta sarà proprio la cittadina dell’Euskadi che propone la celebre Zegama Aizkorri Maratoia. La competizione basca ha trascorso da pochissimo la prima decade della sua storia, nonostante questo, è ritenuta da tutti un “must” assoluto per skyrunners duri e puri. 42km, 5470 mt di dislivello positivo e negativo, brevi salite mai troppo ripide, ma inframmezzate da discese rompi gambe. Sezioni di tracciato in cresta piuttosto tecniche, dove occorre prestare molta attenzione onde evitare di cadere rovinosamente su rocce appuntite. E poi ancora, discese in picchiata che non lasciano intatto neanche il muscolo più allenato, oppure infinite e scorrevoli strade forestali coperte di fango dove più che frenare, l’imperativo diventa – sempre più spesso – rilanciare.
Tutto ciò è, in parole povere, il percorso di Zegama.

sws

Sarà ancora sfida Kilia-Dega?

 

La gara ha visto un dominatore unico delle ultime 6 edizioni. Sia col freddo e la neve, che con l’afa e l’asciutto. È quindi lecito attendersi la “settima” di Kilian, anche per questa domenica. Il fenomeno catalano, pare non abbia spinto fino in fondo sull’acceleratore, alla Transvulcania. E allora eccolo, ieri (giovedì) in ricognizione del tracciato, già pienamente recuperato al centodieci per cento a “saltellare” col suo consueto stile sull’Aizkorri, accompagnato da alcuni compagni del Team Salomon che saranno sicuramente fra i protagonisti della gara di domenica. Fra di essi Cameron Clayton (USA), Torbjorn Ludvigesen (Nor), Greg Vollet (Fra), Kasie Enman (USA) e Emelie Forsberg (SWE), ai quali si erano aggregati nel sopralluogo altri top trail runners attesissimi domenica, come Zaid Ait Malek (Mar, BUFF), e Erik Haugnes (Inov 8).

2

Team Salomon in ricognizione sul percorso

Ma verosimilmente il maggiore attacco al trono di re Kilian, verrà portato da colui che due domeniche fa ha saputo cogliere una stra meritata vittoria al Transvulcania. Ovvero lo spagnolo di Burgos, Luis Hernando (Team Adidas). Il trentasettenne è reduce da uno sfortunato colpo al polpaccio causato dal proprio bastoncino, in occasione della Transvulcania. Nonostante questo, si dice fiducioso per domenica, in molti verranno su queste creste a tifare Luis. Tra i favoriti d’obbligo, proseguiamo inserendo il podio completo dello scorso anno. Il carnico Tadei Pivk (Crazy Idea), seppe scendere sotto le 4 ore nel 2013, muro che rimane barriera infranta da pochissimi. Tale tempo valse a Pivk il terzo gradino del podio, proprio alle spalle del duo Jornet/Hernando. Tadei ha le carte in regola per ripetere una performance simile, e ci proverà di sicuro. L’altro italiano in gara con possibilità di ben figurare è Marco De Gasperi (Forestale). Ritirato preventivamente nel 2013 dopo 22km, tenta la sorte e gioca le sue carte, su una distanza che – forse del tutto – non sente ancora sua. Poco spazio fra i “bookmakers” ha trovato il rumeno Ionut Zinca (La Sportiva), che invece – secondo noi – merita fiducia su questo tracciato. Vive a due passi da qui, e ben si conosce il temperamento agonistico di questo atleta. Dopo un anno e mezzo sfortunato, ritorna a Zegama anche il britannico Tom Owens, secondo d’un soffio nel 2011. Mai nessuno lui ha accarezzato la possibilità di battere Kilian in questa gara come lui. È stato sesto alla Transvulcania dieci giorni fa, attesissimo là davanti. Così come attesissimo è il francese Michel Lanne (Salomon), che ha preparato a puntino l’evento basco. Poi spazio al locale Jokin Lizeaga, sesto un anno fa, o ad Alfredo Gil, a Pablo Villa, Cristobal Adell, tutti spagnoli da tenere in considerazione. Tra gli altri, in grado di lottare per posizioni nobili, menzioniamo Fabio Bazzana, Alex Nichols, AJ Calitz, Martin Gaffuri, Tom Reichelt.

3

Passaggio di gara

La gara donne, detto già di Forsberg – vittoriosa un anno fa – e di Enman, attenzione all’americana Stevie Kremer (Salomon), al debutto stagionale nel 2014 dopo la vittoria nelle SWS del 2013. Solo il tratto tecnico di traversata dell’Aizkorri e la successiva breve discesa, la possono penalizzare. Per il restante 90% del percorso, farà scintille. Nuria Picas (Spa – BUFF), ha deciso oggi che non sarà della partita, dopo la massacrante TNF 100 australiana. Quindi qualche chance in più per il possibile podio si paventa per le altre spagnole al via, Maite Maiora e Uxue Fraile, entrambe reduci da una grandissima – specialmente per loro – Transvulcania. Ultima, ma non per importanza, abbiamo lasciato l’azzurra Elisa Desco (SCOTT – Agisko). La cuneese proverà questa esperienza nuova di zecca in ottica futura. Attualmente Non ritiene di avere la capacità fisica per gestire al massimo una gara che, verosimilmente per le donne, si avvicinerà alle 5 ore. Vedremo come si saprà comportare, senza attenderci da lei, un risultato ad ogni costo.
Appuntamento quindi per domenica mattina alle 9 dalla piazza di Zegama, dove dopo meno di 4 ore è atteso l’arrivo del vincitore di questa attesissima Zegama Aizkorri Maratoia!

Articolo letto 570 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login