Home » Mondo Skyrunning » Ice -Trail Taretaise. Lo Skyrunning mondiale ritorna in Val d’Isére

Ice -Trail Taretaise. Lo Skyrunning mondiale ritorna in Val d’Isére

13/07/13

La prossima tappa delle Skyrunner World Series si svolgerà domani 14 luglio nella modalità “Ultra” su un percorso molto tecnico in una località, La Val d’Isère, che nuova non è alle competizioni a fil di cielo. Salite impegnative e presenza di neve alle quote più elevate . La Tarentaise Ice-Trail (ITT), per la cronaca, vanta ben 65 km con 5.000 m di dislivello in salita e discesa, raggiunge una quota massima di 3.653 metri toccando la sommità di cinque vette di 3000mt.

La neve, ovviamente, non disturberà più di tanto Sua Maestà Kilian Jornet, reduce dal record assoluto di salita e discesa del Monte Bianco (4h57′, ndr), realizzato dal fuoriclasse spagnolo solo mercoledì scorso in compagnia di Mathèo Jaquemod. Il ventiseienne catalano, conduce la classifica SWS Ultra a parimerito con il francese Julien Chorier  con una vittoria a testa (Transvulcania per Kilian e Ronda dels Cìms per Julièn). Un altro “teammate” targato Salomon, Francois D’Haene è il campione uscente di quella che nel 2012 fu l’edizione d’esordio per la Ice Tarantaise. Da lui si aspetta una bella lotta per la vittoria con Kilian, anche se pari interesse susciterà la presenza del giovane tedesco Philipp Reiter, terzo nel 2012 nelle SWS Ultra, è un ragazzo che ben si sa comportare sui terreni difficili, potendo contare sull’esperienza che deriva dall’essere anche un buon scialpinista.

Francois D'Haene in azione (foto skyrunning.com)

Francois D’Haene in azione (foto skyrunning.com)

Tra gli altri sicuri protagonisti al maschile, da segnalare lo spagnolo Jordi Bes , nei 10 alla Transvulcania l’americano Rickey Gates e l’taliano Fulvio Dapit passato da qualche tempo alle distanze più lunghe pur mantenendo qualche competizione più classica di Skyrunning nel suo programma. Il francese Nicolas Pianet , due volte vincitore della Mont-Blanc Marathon nel 2010 e nel 2011, proverà a giocarsi alcune chances per avvicinare il podio.

Il buon livello di crescita tecnica anche al femminile di queste “Ultra SWS” è rappresentato dalla presenza anche qui in Francia di alcune atlete la cui polivalenza è indubbia sia sulle medie distanze dello Skyrunning classico che nelle gare di lunga lena. La catalana Nuria Picas (campionessa uscente delle SWS), dovrà vedersela con la campionessa svedese  Emelie Forsberg. Interessante sarà capire quanto l’italiana Francesca Canepa (vincitrice della Ronda del Cims meno di un mese fa), possa trovarsi a suo agio su un tracciato molto tecnico e senza dubbio “breve” per le sue caratteristiche, lei che nel 2012 seppe andare a podio nell’UTMB e successivamente vincere il massacrante Tor de Gèants.

Un'immagine dell'edizione del 2012

Un’immagine dell’edizione del 2012

Anna Frost vincitrice della Transvulcania 2012 e sesta alla recente Mont-Blanc Marathon, è sulla buona strada per il recupero dopo un lungo periodo di infortunio. Della partita anche l’australiana Shona Stephenson , nona al Mont-Blanc, la francese Emelie Lecomte, vincitrice nel 2012 Diagonale des Fous, la tedesca Julia Boetti , terza alla Diagonale des Fous lo scorso anno.

A loro si aggiungeranno un nutrito gruppo di iscritti, ben 500, in quella che si annuncia uno dei più impegnativi percorsi delle Alpi.

Lo Skyrunning ritorna dunque dopo anni nella Vanoise, dopo che per lunghe stagioni, dal lontano 1996, si disputarono numerose edizioni di uno fra i primi VK al mondo tra i 2.000 m ed i 3.000 m di altitudine su un percorso di 3 km. Nel 2001-2002 Val d’Isère in collaborazione con la ISF organizzarono due “24 ore” non stop per stabilire il record di dislivello positivo nell’arco di una giornata.

2012 record di gara:

Francois D’Haene (Salomon) 8h16’35 “ .  Anne Valero (Mizuno) 11h20’13 “ .

 

English Version (source www.skyrunning.com)

The next skyrunning Ultra adventure unfolds with a world-class line-up and enough kilometres, climb and snow to test the best.  The Ice-Trail Tarentaise (ITT), for the record, counts 65 km with 5,000m vertical ascent and descent, reaches a high point of 3,653m and touches five peaks skimming the 3,000m mark in Val d’Isère July 14.  Snow is not an option!

Heading the line-up are top stars Kilian Jornet, (leading the SWS Ultra ranking with Julien Chorier) after his win in Transvulcania has also put the Mont-Blanc Marathon under his belt. Salomon team-mate Francois D’Haene (2012 race winner, UTMB winner and 4th at Transvulcania 2012, won the new Mont-Blanc 80K last week in tandem with Michel Lanne) is of course starred as a strong favourite.  Germany’s young Philipp Reiter, third in the 2012 SWS Ultra ranking, has beenlogging up experience and miles and is expected to perform well on this challenging, technical course.

 

Spaniard Jordi Bes, a Transvulcania top ten finisher, will no doubt do likewise here. American Rickey Gates is back in Europe for more skyrunning races after an excellent 10th place at Transvulcania in 2012.  Italian Fulvio Dapit, a consistently strong performer in the Sky distance over the years is moving up to longer distances and will enjoy the terrain. France’s own Nicolas Pianet, winner of the Mont-Blanc Marathon in 2010 and 2011, placed 11th in the face of the super-strong competition last week. The Ice-Trail will represent another challenge the athlete is up for.

As recent events have proven, the Skyrunner® World Series women’s field is ever more competitive.  The 100-mile Ronda dels Cims winner, Francesca Canepa will face Nuria Picas (2102 SWS Ultra champion) together with World champion Emelie Forsberg, with Mont Blanc still in her veins after last weekend’s Vertical, Marathon and her personal record to the summit and back from Chamonix.

Anna Frost, 2012 Transvulcania winner and 6th in the Mont-Blanc Marathon, is well on the way to recovery after a long period of injury and, as usual, will giver her best.  Australian Shona Stephenson, 9th at Mont-Blanc has been honing her skills in the high mountains. Emelie Lecomte, winner of the 2012 Diagonale des Fous and an excellent 3rd at Ronda dels Cims, will no doubt prefer the longer distance after her participation in the Mont-Blanc Marathon.  The are joined by Germany’s Julia Boettger, 3rd at Diagonale des Fous and winner of TNF 100 Philippines and the 2011 Zugspitz Ultatrail.

The ITT, effectively the second edition after the inaugural event in 2010 which suffered major changes due to bad weather, lies in the high mountains in the heart of the Killy Espace and the Vanoise National Park. The start and finish are in Val d’Isère, the internationally renowned ski resort.

The race may be new, but skyrunning has celebrated a number of key events here since 1996 including seven Vertical Kilometres between 2,000m and 3,000m altitude over a 3km course. Marco De Gasperi set the standing world record on this course in 2002 in 34’51”.  In 2001 and 2002. two ISF “24 Hour Record” events were carried out here reaching a record 7,575m altitude set by Italian Adriano Greco.

It’s true that mountains at 3,000m offer a challenge to all who set foot here.  This year’s heavy snowfalls add an element of adventure (and technique) to test the most skilled skyrunners.  However, recent warm weather has taken its toll and much of the snow has melted although stretches over snow will remain.

The organisers will issue a statement regarding the course and safety measures after a meeting held Monday afternoon so check for updates which will be issued on this site, Facebook and the race website over the next few days.

More than 500 runners will join the big names in this challenging contest -Europe’s highest race in true skyrunning style.

2012 race records:

Francois D’Haene (Salomon) 8h16’35”.  Anne Valero (Mizuno ) 11h20’13”.

Articolo letto 185 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login