Home » Notizie » Corsa in Montagna » Grand Ballon: Belotti concede il bis

Grand Ballon: Belotti concede il bis

02/06/13
Il "duello" Baldaccini-Schneider

Il "duello" Baldaccini-Schneider

2 giugno 2013 – Riparte con un successo il 2013 internazionale dell’azzurra Valentina Belotti. La vice-iridata in carica del Runner Team Volpiano ha vinto oggi in terra francese la classica “Montée du Gran Ballon”, prima prova del Grand Prix Wmra. Sul podio sale anche altro azzurro, Alex Baldaccini (Gs Orobie), che chiude terzo alle spalle dell’eritreo Azerya Teklay, tre volte argento iridato, e dello svizzero David Schneider. Per Valentina, qui già vincitrice nel 2012, la conferma di ritrovata condizione dopo inverno alle prese con vari fastidi fisici: un gran bel viatico in vista degli Europei di Borovets del prossimo 6 luglio. Nei Vosgi francesi, sugli 8 Km e 820 metri di dislivello in sola salita, la Belotti si è imposta in 47’07”, precedendo di 24″ la sorprendente francese Christel Dewalle e di 1’10” l’attesa britannica Emma Clayton. Quarta la campionessa europea in carica, la svizzera Monika Furholz (48’59”), quinta la francese Jasmin in 49’21”.

 

Valentina Belotti lanciata verso il successo

Al maschile prova più lunga, con 13 Km di sviluppo e 1230 metri di dislivello positivo. Con il pluri-campione continentale Ahmet Arslan (Tur) costretto al ritiro per infortunio dopo pochi chilometri, via libera all’eritreo Azerya Teklay, secondo ai Mondiali del Tonale lo scorso anno, proprio come la Belotti. Per l’eritreo un finale di 1h00’05”, con un margine di 42″ sullo svizzero, grande specialista delle ascese, David Schneider. Sul podio con loro, sale però l’azzurro Alex Baldaccini (1h01’01”), protagonista di prova davvero convincente e a lungo in lotta anche per il secondo posto. Quarto il francese Julien rancon (1h02’13”), poi il britannico Simpson (1h02’21”). In gara anche altri due italiani, con Gabriele Abate (Orecchiella Garfagnana), qui secondo nel 2012, oggi ottavo in 1h03’04” ed Emanuele Manzi (Forestale) invece decimo in 1h03’11”.

 

Articolo letto 382 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login