Home » Notizie » Corsa in Montagna » Fidal e Sestriere: ancora raduni in quota per la corsa in montagna

Fidal e Sestriere: ancora raduni in quota per la corsa in montagna

14/05/14

14 maggio 2013 – È stata firmata la convenzione fra la Federazione Italiana di Atletica Leggera e il comune di Sestriere per la gestione di un centro di allenamento federale in alta quota ai 2.035 metri d’altitudine del municipio sulle Alpi Piemontesi. Il ‘Consorzio Sestriere e le montagne olimpiche’ presieduto da Giovanni Arolfo metterà a disposizione della Federazione strutture, attrezzature e servizi per l’allenamento e la preparazione in altura, fra cui l’utilizzo gratuito per gli azzurri della pista, del palazzetto dello sport, della palestra e della piscina. Sestriere si è poi impegnato – con la supervisione tecnica della FIDAL – al rifacimento della pista di atletica e alla creazione di percorsi specifici di allenamento anche attraverso il rinnovamento di alcuni sentieri come il sentiero Bordin (per 15 chilometri), il sentiero Brugnetti e i percorsi in Valle Argentera che potranno essere utilizzati così per gli allenamenti.

 

sestriere raduno

 

Sestriere si candida così a diventare – o meglio tornare, visto che in passato sulle sue montagne tanti azzurri hanno preparao i grandi appuntamenti internazionali – punto di riferimento nell’allenamento degli atleti top italiani in vista delle principali manifestazioni dei prossimi anni. Già nella scorsa stagione la cittadina piemontese è stata sede di stage tecnici delle nazionali giovanili del mezzofondo, guidate da Stefano Baldini, e di quella di corsa in montagna che qui ha preparato i Campionati Europei svoltisi nell’estate 2013 a Borovets (Bulgaria) e i Campionati Mondiali di Krynica Zdroj (Polonia). Due edizioni che hanno visto i colori azzurri conquistare sei ori, cinque argenti e due bronzi con una messe complessiva di 13 medaglie fra cui la vittoria delle squadre maschili e femminili e l’oro individuale di Bernard Dematteis nella rassegna continentale. Montagna e mezzofondo sono i settori naturalmente più interessati ma il progetto prevede di coinvolgere tutte le discipline dell’atletica, per valorizzare attraverso iniziative di promozione una terra che aspira a diventare centro di allenamento non solo per gli atleti che fanno parte delle squadre nazionali ma anche per i tanti appassionati di sport. L’orizzonte temporale dell’accordo comprende tre stagioni e arriva sino a settembre 2016, quando andranno in scena i Giochi Olimpici di Rio.

 

foto basset

 

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

Articolo letto 467 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login