Home » Mondo Trail » El Cruce Columbia, la grande sfida andina per Dakota Jones e Marco De Gasperi

El Cruce Columbia, la grande sfida andina per Dakota Jones e Marco De Gasperi

04/02/14
Mancano sette giorni all’appuntamento con “El Cruce Columbia“, la grande corsa sui vulcani di Patagonia che si svolge dal 2002. Saranno 2800 gli atleti impegnati in questa durissima competizione a tappe di tre giorni, fra Cile ed Argentina.
Uno scorcio della passata edizione del Cruce Columbia

Uno scorcio della passata edizione del Cruce Columbia

Ogni anno il percorso assume diverse caratteristiche, ma si disputa sempre in alcuni fra i più spettacolari ambienti naturali del mondo. Siamo lontani quasi mille km dalla Patagonia dell’immagine collettivo, ma i territori toccati da “El Cruce” sanno richiamare migliaia di amanti della corsa outdoor ogni anno. La tappa d’apertura, partirà quest’anno dalla spiaggia cilena del lago “Todos los Santos” ai piedi del vulcano Osorno, avrà una lunghezza di 39Km per 1600mt di dislivello positivo. L’arrivo del’ultima tappa sarà in Argentina al cospetto del maestoso vulcano Puyehue. Le rimanenti tappe saranno rispettivamente di 35 e di 33km per un totale di circa 100km, oltre alla gara individuale ci sarà anche la competizione a squadre composta da due atleti. E’ prevista anche la neve sopra i 2000mt. La caratteristica di questa corsa è che l’organizzazione allestisce per gli atleti un “villaggio itinerante” con le tende dove campeggeranno gli atleti durante il “tour”. Uno sforzo incredibile che può contare sulla forza dei tantissimi volontari e mezzi impiegati.
L'accampamento allestito per gli atleti

L’accampamento allestito per gli atleti

L’edizione 2013 registrò le vittorie prestigiose della basca Ohiana Kortazar (Team Salomon) e dell’americano Max King (Team Montrail). Quest’anno l’organizzazione si è assicurata alla partenza il giovane talento statunitense dell’Ultra Trail, Dakota Jones (Team Montrail), e dell’italiano in forza al Corpo Forestale, Marco De Gasperi. L’azzurro valtellinese è al rientro alle competizioni a sette mesi dall’infortunio al muscolo adduttore. In ripresa graduale dopo uno stage di allenamento in Algarve, rimane l’incognita di quanto potrà essere competitivo durante i tre giorni di corsa. Tra gli altri, attesi l’argentino Gustavo Reyes, già vincitore del Cruce, e l’esperto iberico Martin Fiz, ex maratoneta dal glorioso passato (per lui due ori individuali ad europei e mondiali sulla 42km), dedito da alcuni anni ai trail. Tra le donne, favori del pronostico per la spagnola Emma Roca, già seconda al Cruce lo scorso anno, e terza all’UTMB del 2012. Ad impensierirla ci proverà la ultra trailer americana Amy Sproston.
Uno dei numerosi laghi attraversati dalla corsa andina

Uno dei numerosi laghi attraversati dalla corsa andina

Anche la copertura mediatica risulta essere di notevole spessore, con 20 telecamere che riprenderanno l’evento (fra cui il canale televisivo Natural Geografic Channel), 110 media da tutto il mondo, 3 elicotteri,  e 15 fotografi professionisti.

Guarda il video di presentazione!!! post di El Cruce.

Articolo letto 679 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login