Home » Notizie » Corsa in Montagna » Dorgali: parla marocchino la Mare-Montagna

Dorgali: parla marocchino la Mare-Montagna

17/10/11

Noureddine Bahi precede Pasquale Rutigliano e Oualid Abdelkader. Al femminile successo per una mezzofondista veloce, Giulia Innocenti. –

La lingua del Maghreb, ma con forti inclinazioni sarde. Così la Mare-Montagna di Dorgali nel giorno del suo diciottesimo compleanno. La classica nuorese, che lo splendido mare di Cala Gonone unisce alle alture di Dorgali, diventa maggiorenne, ma soprattutto non si arrende alle difficoltà economiche. Schierare al via il consueto nutrito gruppo di “continentali”, con buona dose di maglie azzurre al seguito, diventa questa volta più difficile, ma merito comunque ad ordini d’arrivo e numeri di partecipazione più che interessanti. Per centrare l’obbiettivo, Ignazio Sagheddu e la sua Polisportiva Gonone Dorgali si affidano allora al meglio del mezzofondo prolungato di stanza in Sardegna. Così matura, ad esempio, il successo di Noureddine Bahi, trentunenne marocchino che con la maglia del Civitas Olbia messe di vittorie è solito fare sulle strade e sulle piste dell’isola. Una importante ne aggiunge allora al suo palmares. Ad insidiarne il successo, senza peraltro riuscire a metterlo in discussione, sono questa volta il pugliese dell’Esercito Pasquale Rutigliano, altro specialista della strada e del cross, e Oualid Abdelkader (Civitas Olbia), buon interprete del mezzofondo prolungato, già più volte piazzato anche in questa gara. I due chiudono nell’ordine, a completare un bel podio ai cui piedi si accomodano invece i migliori specialisti sardi, da Giuseppe Mura (Civitas Olbia) a Luigi Liotta (Pol. Gonone Dorgali) e al “presidentissimo” Ignazio Sagheddu (Pol. Gonone Dorgali).

Nella prova femminile, fari puntati sulla ventiduenne Giulia Innocenti. La mezzofondista del Cus Cagliari, quest’anno quarta a Bressanone nei tricolori promesse tanto sugli 800 quanto sui 1500 metri, bene se la cava anche con salite e discese e, seppur con margine non nettissimo, ha la meglio su Alice Capone (Athletic Sassari), giovane azzurra del triathlon, quest’anno argento continentale under 23 anche nel duathlon. Con loro sul podio assoluto sale anche Angela Addis, portacolori del Gs Amsicora, mentre in campo juniores le vittorie sono per Chiara Borra (Gs Amsicora) e per Mattia Scalas (Atl. Serramanna), lui pure buon mezzofondista veloce, peraltro anche al primo anno di categoria.

Nel complesso, ben centonovanta iscritti alla Mare-Montagna 2011, con nota importante da assegnare alla cinquantina di appartenenti alle categorie giovanili. Buon segno davvero per il movimento sardo, capace – con in testa il suo storico presidente federale Sergio Lai – di veicolare sulla classica nuorese attenzioni non così scontate laddove la corsa in montagna non sia scelta primaria. Applausi allora per quanto fatto in questa edizione, cui unire però, in tutta sincerità, l’augurio che sin dalla prossima edizione già si possano ricreare quelle condizioni che negli ultimi anni avevano portato a Dorgali il meglio del movimento nazionale e internazionale. Lo merita l’atletica sarda, lo merita, ancor più, l’impegno della Polisportiva Gonone Dorgali.

Classifiche complete nell’apposizione sezione del nostro sito.

Paolo Germanetto

 

Articolo letto 296 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login