Home » Notizie » Corsa in Montagna » Doppietta Rungger alla Lagundo-Velloi

Doppietta Rungger alla Lagundo-Velloi

11/02/12

Dominio assoluto dei fratelli Hannes e Renate Rungger alla prima gara della nuova stagione podistica in Alto Adige. I due fratelli hanno vinto la 1^ tappa della Corrinverno tutta in salita (7 km, 550 m di dislivello) da Lagundo a Velloi. Gli organizzatori della AS Merano hanno registrato un nuovo record di partecipanti con 186 podisti al via.

Con temperature sotto lo zero, Hannes Rungger è stato il primo a scaldarsi. Dopo appena 500 m aveva già messo qualche metro tra sè ed i concorrenti. In 29:43, il 29enne di Sarentino è rimasto quattro secondi sotto il record del percorso stabilito da lui stesso l’anno scorso. Il secondo classificato, Gerd Frick, che questa gara l’aveva già vinta quattro volte in passato, ha accumulato un ritardo di quasi due minuti. Terzo posto per il trentino Don Franco Torresani. “La prima gara è sempre un’incognita. Direi che tutto è andato per il meglio”, ha detto Rungger
al traguardo. Per lui si tratta del terzo successo in questa gara dopo quelli ottenuti nel 2007 e l’anno scorso.

Tra le donne, la vincitrice dell’anno scorso, Edeltraud Thaler, è risultata più veloce dell’anno scorso. Non è bastato, però, per ripetere il successo. Questo è andato a Renate Rungger che era all’esordio in questa manifestazione. La 32enne della Forestale, appena guarita dopo una bronchite, ha impiegato 34:21 minuti, staccando la Thaler di oltre tre minuti. Il terzo posto è andato a Johanna von Dellemann.

La Corrinverno proseguirà il 25 febbraio con la seconda e ultima tappa, una 10 km pianeggiante a Sinigo.

Risultati Lagundo – Velloi (7 km, 550 m di dislivello):

Uomini:

1. Hannes Rungger (Sportler Team) 29:43

2. Gerd Frick (Telmekom Team Südtirol) 31:41

3.Franco Torresani (Atl. Trento) 32:21

 

Donne:

1. Renate Rungger (Forestale) 34:21

2. Edeltraud Thaler (Telmekom Team Südtirol) 37:25

3.Johanna von Dellemann (Südtiroler Laufverein) 39:44

 

Fonte: Markus Kaserer – Fidal Alto Adige

 

 

Articolo letto 396 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login