Home » Notizie » Domani nella City di Londra prova mondiale Vertical Running

Domani nella City di Londra prova mondiale Vertical Running

29/02/12

Nel centro finanziario di Londra domani i migliori“corridori del cielo”– insieme a 1.200 runners – al via della Vertical Rush a favore dell’Associazione Shelter che si occupa dei senzatetto.

Nella seconda tappa del Vertical World Circuit 2012, il tedesco Thomas Dold, fresco vincitore della gara di New York (ha vinto 7 volte la mitica gara dell’Empire State Building!), parteciperà per la prima volta alla gara di Londra (47 piani, 920 gradini e 183 metri di dislivello) della Tower 42; sono iscritti atleti di 9 paesi con gli occhi puntati, oltre a Dold, sul vincitore dello scorso anno, l’italiano Fabio Ruga e sul belga Omar Bekkali. Tra i migliori al via anche lo spagnolo Ignacio Cardona, il ceco Pavel Holec, lo slovacco Tomas Celko e l’austriaco Norbert Lechner. In campo femminile si assisterà a un’entusiasmante sfida tra l’italiana Cristina Bonacina, vincitrice lo scorso anno in questa gara, e l’australiana Suzy Walsham, seconda quest’anno a New York. Tra le migliori atlete anche l’italiana Alessandra Valgoi. I tempi da battere sono 4’24” per gli uomini e 6’02”per le donne, limiti stabiliti lo scorso anno da Ruga e Bonacina.

Appoggiarsi ai corrimano aiuta i corridori nella loro spinta verso l’alto ed è di fatto una caratteristica fondamentale di questa nuova disciplina regolata dalla ISF (International Skyrunning Federation) che ha promosso anche ricerche scientifiche sull’argomento.

Il Dr. Sergio Giulio Roi, direttore medico della Federazione propone questi suggerimenti agli atleti: “Salite 2 gradini alla volta e non partite troppo veloci: la salita è lunga! Appoggiatevi al corrimano per aiutarvi nel salire. Attenzione però se non vi siete allenati e abituati a questo esercizio per questo: vi faranno male le braccia più delle gambe!”.

“Prendete sempre l’ascensore quando scendete per evitare l’indolenzimento differito della muscolatura” – continua Roi.

La domanda cruciale che tutti fanno: “Quante calorie si bruciano?” Il Dr. Roi replica: “Naturalmente è relativo, il dispendio generale di energia di questo tipo di esercizio dipende dal peso.Maggiore è il peso, maggiori le calorie bruciate. Facciamo degli esempi: una persona di 70 kg consuma nel salire i 920 gradini della torre circa 140 calorie, mentre una persona di 90 kg consuma circa 180 calorie. Moltiplicando il proprio peso per due un atleta può avere un’idea abbastanza approssimativa di quante calorie consumerà in gara”.

“Poiché si tratta di una gara breve, il recupero è veloce. Concedetevi un massaggio rilassante o unasauna dopo la corsa” – conclude Roi.

E mentre la City di Londra proseguirà i propri “business” finanziari, domani mattina i migliori skyrunner – per un totale di oltre  1.200 atleti –  si daranno battaglia per raggiungere nel più breve tempo possible la cima della Tower 42, uno dei grattacieli più belli del Vertical World Circuit, e per raccogliere fondi a favore di Shelter, l’associazione no-profit che si prende cura dei senzatetto in Gran Bretagna.

Dopo New York e Londra le tappe si susseguono fino a novembre a Basilea, Berlino, Taipei, Milano, Ho Chi Minh City, Singapore e San Paolo; i migliori atleti del mondo si contendono questo avvincente e particolare titolo mondiale sommando i punteggi delle 5 migliori gare. Ogni dettaglio, informazione e regolamento sul sito ufficiale www.verticalrunning.org

I campioni in carica VWC 2011 sono Thomas Dold e l’italiana Valentina Belotti (assente domani a Londra per un impegno agonistico in Italia di cross country)

La tappa italiana è in programma domenica 23 settembre a Milano sul nuovo grattacielo di Regione Lombardia. Un “Vertical Sprint” di 39 piani e 866 gradini, che vedrà al via oltre 200 atleti.

Articolo letto 234 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login