Home » Allenamento » Dal diario di Martin…

Dal diario di Martin…

15/03/12
Riportare l’Italia degli uomini sul podio individuale in campo iridato: a Tirana, nel settembre scorso, l’impresa di Martin Dematteis. Ogni grande successo si costruisce nel tempo, giorno per giorno, tanto meglio se con l’aiuto di altri atleti – magari come un fratello gemello… – e di un tecnico in cui si ripone la massima fiducia. Come avranno costruito, allora, quel bronzo iridato il venticinquenne piemontese dell’Esercito e il suo allenatore di sempre Giulio Peyracchia?
Di certo con un lavoro di anni, contraddistinto da salite e discese, tanto in senso letterario quanto figurato. Un cammino di cui, in questa sede, proviamo a rivivere le ultime settimane prima di quel grande giorno. Per la rubrica settimanale dedicata all’allenamento, siamo andati allora a dare una sbirciatina al diario degli allenamenti del nostro “battitore libero”…Non sarà il solo esempio, non sarà la sola sbirciatina: già la prossima settimana metteremo a confronto il diario di Martin con le ultime settimane di allenamento svolte da Marco De Gasperi prima di uno dei suoi successi iridati. Dapprima due esempi riferiti alla preparazione di un grande evento su tracciati di salita e discesa, poi ci sposteremo sulla sola salita e su altro tipo di gare ancora, chiamando in causa, ovviamente, anche altri campioni.
Un diario si scrive, si legge,…si sbircia così com’è, senza correzioni o aggiustamenti di sorta. Il bello, in fondo, è proprio questo, perché anche agli atleti di punta capita eccome che un giorno non si riesca a fare il lavoro programmato o si debba andare incontro a qualche imprevisto. Da Malonno a Tirana, passando per il successo tricolore di Zelbio. Da un terzo posto all’altro, contraddistinti però da sapori completamente diversi…
Recita Martin Dematteis, dirige Giulio Peyracchia: buona lettura!
Dal diario di Martin Dematteis
Periodo: 7 agosto 2011 – 11 settembre 2011
Settimana uno:
Domenica 7/08: Malonno (Bs)- 48° Memorial Bianchi, ultima prova Grand Prix corsainmontagna.it – 3° classificato.
Lunedì 8/08: pomeriggio: 50′ corsa lenta su percorso collinare.
Martedì 9/08: pomeriggio: 20′ riscaldamento, lavoro intenso di ripetute (500m/1000m) in leggera discesa e leggera salita su strada sterrata in un bosco con pendenza media  del 5%.
5 serie da 1000m a scendere in 2’35”/2’40”, 500m a salire a ritmo medio (tempo 1’50”), 500m a salire in 1’32”/1’33” – recupero 2′ tra una serie e l’altra – 15’/20′ defaticamento.
Mercoledì 10/08: mattina: 1h corsa lenta collinare
pomeriggio: 40′ corsa lenta + una decina di allunghi da 50/60m in piano.
Giovedi 11/08: pomeriggio: 15′ riscaldamento – lavoro di variazioni veloci a piramide: 3 serie consecutive così composte: 30” veloci/30”lenti – 1’veloce/1’lento – 1’30”veloci/1’30”lenti – 2’veloci/2’lenti – 1’30”veloci/1’30”lenti – 1’veloce/1’lento – 30”veloci/1′ di recupero di corsa –  15′ defaticamento
Venerdì 12/08: mattina: 15′ corsa lenta, 6’/7′ in salita su sentiero correndo a ritmo lento e facendo veloce invece la discesa abbastanza tecnica al contrario, il tutto ripetuto 4/5 volte.
pomeriggio: 40′ corsa lenta di ripristino
Sabato 13/08: pomeriggio: 50’corsa lenta + 20 allunghi da 50/60 m in piano
Domenica 14/08: mattina: test simulazione gara in salita e discesa a circuito su un percorso vicino a casa mia a Rore (Cn). Tre giri di un tracciato così costituito: salita medio dura (1,3km al 10/15%), traversata in piano/leggera discesa di 500m, strappo in salita duro di 200m al 20%, discesa a tratti tecnica e a tratti veloce di 1,5km per un totale a giro di circa 3,5km praticamente tutti nel bosco e su sentieri o strada sterrata.
15′ riscaldamento – test gara di 42′ – 10′ defaticamento
Settimana due:
Lunedì 15/08: pomeriggio: 1h10′ corsa lenta su percorso collinare + 25 allunghi da 50/60m in piano
Martedì 16/08: pomeriggio: 20′ riscaldamento – lavoro intenso di ripetute (500m/1000m) in leggera discesa e leggera salita su sterrato al 5% come martedì 9/08 scorso.
5 serie: 1000m forte a scendere/500m medio a salire/500m forte a salire con recupero 2′. Circa gli stessi tempi di una settimana prima, a parte ultima serie con 1000m in 2’30”, 500m in 1’45”, 500m in 1’30”.
Mercoledì 17/08: pomeriggio: 1h di corsa lenta su percorso collinare
Giovedì’ 18/08: pomeriggio: 15′ riscaldamento – lavoro di variazioni veloci a piramide come giovedì 11/08 scorso ma con due serie anziché tre –  15′ defaticamento.
Venerdì 19/08: pomeriggio: 1h di corsa lenta + 20 allunghi da 50/60m in piano.
Sabato 20/08: pomeriggio: 40′ corsa lenta + una decina di allunghi finali
Domenica 21/08: 3° prova del campionato italiano di corsa in montagna 2011 a Zelbio (CO) – titolo italiano
Settimana tre:
Lunedì 22/08: 1h 05′ di corsa lenta collinare.
Martedì 23/08: pomeriggio: 15′ corsa riscaldamento – lavoro di ripetute su sterrato in leggera salita e leggera discesa come martedi 18/08 scorso. 4 serie anzichè 5: 1000m/500m/500m con tempi però mediamente di qualche secondo più veloci. 15′ defaticamento.
Mercoledì 24/08: inizio raduno con la nazionale di corsa in montagna a Pian del Frais, Chiomonte, Val di Susa.                                                        pomeriggio: 45′ corsa lenta collinare.
Giovedì 25/08: mattina: 1h corsa su percorso saliscendi in progressione.
pomeriggio: 40′ corsa lenta.
Venerdì 26/08: mattina: simulazione gara a circuito in salita e discesa su percorso prevalentemente su prato – giro di circa 3 km, 1° giro a ritmo medio, 2° e 3° giro a andatura gara. Circa 30′ complessivi di test.
pomeriggio: 30′ corsa di ripristino + 15 allunghi su prato in piano.
Sabato 27/08: mattino: 50′ corsa lenta
pomeriggio: 40′ corsa più brillante
Domenica 28/08: pomeriggio: 1h di corsa su percorso a saliscendi
Settimana quattro:
Lunedì 29/08: mattina: 20′ riscaldamento –  su asfalto in piano lavoro di variazioni veloci a “piramide” come giovedi 11/08 e giovedì 18/08 scorsi, 3 serie totali consecutive con i tratti veloci  a ritmo più intenso anche perché corsi in gruppo
pomeriggio: 45′ di corsa tranquilla.
Martedì 30/08: mattina: 30′ corsa riscaldamento, su asfalto 10 scatti da 100m in piano + 5 serie da 5 scatti di 50m in salita (pendenza 7/8%) + 15′ defaticamento
pomeriggio: 40′ di corsa lenta di ripristino.
Mercoledì 31/08: fine del raduno della nazionale a Pian del Frais. 50′ corsa tranquilla.
Giovedì 1/09: pomeriggio: 10′ riscaldamento –  6 km in piano partendo al ritmo di 4′ al km e finendo in progressione sotto ai 3′ /km + 15′ defaticamento.
Venerdi 2/09: mattina: 30′ riscaldamento, su asfalto e pendenza del 7/8% 4 serie di 5 prove di 50m in salita + 3 serie di 5 prove da 100m in piano + 5 allunghi finali in piano da 50m. – 10′ di corsa lenta.
pomeriggio: 30′ corsa medio/lenta.
Sabato 3/09: 1h20′ di lungo lento praticamente tutto su sterrato e sentieri.
Domenica 4/09: gara a Susa, Memorial Marco Germanetto . 3000 mt in pista in 8’26”09”
Settimana cinque:
Lunedì 5/09: pomeriggio: 45′ corsa lenta su percorso collinare – 45′ di esercizi di allungamento e tecnica di corsa.
Martedì 6/09: pomeriggio: 1h05′ di corsa con finale in progressione, ultimo km a 3’00” + 10 allunghi in piano.
Mercoledì 7/09: pomeriggio: 15′ riscaldamento, variazioni veloci ( 30” veloci/30”lenti – 1’veloce/1’lento – 1’30”vel/1’30”len – 2’vel/2’len – 1’30”vel/1’30”len – 1’vel/1’len – 30”vel/30”len) per una serie soltanto + 20’corsa lenta
Giovedì 8/09: pomeriggio: 1h di corsa lenta + allunghi finali.
Venerdì 9/09: partenza per i campionati del mondo di Tirana, la sera guardando il percorso 30′ di corsa lenta.
Sabato 10/09: mattina: 40′ corsa tranquilla + allunghi + esercizi di stretching.
Domenica 11/09: Campionati del Mondo di corsa in montagna a Tirana, Albania – 3^ classificato

Alcune considerazioni:
Io, mio fratello e il mio allenatore Giulio incentriamo molto la preparazione in base al tipo di percorso che andremo ad affrontare nel successivo obbiettivo stagionale. Preparandoci per i Mondiali di Tirana, sapendo che sarebbe stata una gara molto veloce, abbiamo dunque cercato di potenziare il nostro lato relativo alla velocità, in discesa e in piano, soprattutto con allenamenti di variazioni e ripetute veloci mantenendo comunque una buona “potenza” per la salita.
Molti allenamenti di corsa “lenta”, come l’ho definita io, li ho effettuati su percorsi molto collinari, con numerosi saliscendi (abitando io in montagna è inevitabile…) e non posso nemmeno indicare un’andatura precisa sia per la mancanza di un chilometraggio segnato e sia perché non corro con un cronometro satellitare (tipo Garmin). Preferisco
appunto, soprattutto nei lenti, correre molto “a sensazione”.
Infine potrebbe sembrare che non effettuo quasi mai sedute di stretching, allungamento muscolare o tecnica di corsa ma preciso che, anche se non ne trovate traccia in questo estratto, molto spesso, soprattutto dopo gli allenamenti di corsa lenta, alla fine di ogni allenamento dedico una mezz’ora a queste attività che sono forse noiose ma fondamentali.
Con la speranza che non vi abbia a mia volta annoiato io e che invece possiate trarre qualche beneficio dalle lettura di questo mio mese di allenamento, ribadisco con tutto me stesso: viva l’atletica e viva la corsa in montagna!!
Martin Dematteis

 

Martin Dematteis ai Mondiali di Tirana

 

Articolo letto 1.992 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login