Home » Notizie » Corsa in Montagna » Castle Mountain Running: ecco la nazionale azzurra per la WMRA Youth Cup.

Castle Mountain Running: ecco la nazionale azzurra per la WMRA Youth Cup.

24/06/14

 Domenica il Team azzurro ad Arco inseguirà il quarto titolo iridato

A guidare la squadra italiana sono i due campioni tricolori Davide Magnini e Michela Gabrielli; la gara sarà trasmessa in diretta streaming

davide_magnini_14

Davide Magnini

A pochi giorni dalla quarta edizione della Castle Mountain Running che ad Arco, domenica 29 giugno, ospiterà la WMRA Youth Cup, la Federazione Italiana di Atletica Leggera ha ufficializzato i nomi dei sei allievi convocati per difendere i colori azzurri e inseguire il titolo mondiale under 18.

Tre allieve e tre allievi, un gruppo guidato e trainato dai due campioni italiani di categoria, vale a dire

 

Michela Gabrielli e Davide Magnini, entrambi trentini ed entrambi tesserati per l’Atletica Valli di Non e Sole. Lo stesso Magnini è l’ultimo azzurrino ad essere salito sul podio della Youth Cup, avendo chiuso l’edizione 2013 di Gap al terzo posto. Con loro, saranno in gara ad Arco il comasco vicecampione italiano Samuele Nava (Atletica Erba) e l’altro trentino Endale Masè (Gs Valsugana Trentino), rendenese di origine etiope. Al femminile invece la squadra azzurra sarà completata dalla torinese Eleonora Curtabbi (Atletica Giò 22 Rivera) e la vicentina Francesca Peron (Atletica Vicentina), rispettivamente argento e bronzo alle spalle della Gabrielli in occasione del campionato italiano di categoria disputato a Civezzano l’11 maggio scorso. Curioso il precedente di Beatrice Curtabbi, sorella maggiore di Eleonora ed unica italiana a vincere la Youth Cup, nel 2009.

Una formazione, quella azzurra, che si presenta particolarmente solida ed in grado di puntare ai vertici della classifica in entrambi i settori; i giovani scalatori saranno seguiti ad Arco dal referente tecnico federale di settore Paolo Germanetto coadiuvato da Sara Berti, allenatrice di Davide Magnini. Nella storia della Youth Cup, l’Italia ha saputo meritare per tre volte il gradino più alto del podio, nel 2007 a Susa grazie al valdostano Xavier Chevrier, nel 2009 nella tedesca Osthein-Hausen grazie proprio a Beatrice Curtabbi e nel 2012 nell’irlandese Glendalough per merito del trentino Yemaneberhan Crippa.

A contendere il successo alla squadra italiana ci saranno le altre 16 nazioni che hanno confermato la propria presenza alla Castle Mountain Running di Arco, numero record per quanto riguarda la storia della WMRA Youth Cup, primato tra l’altro impreziosito dalla prima, storica, presenza degli Stati Uniti.

Oltre alla prova iridata under 18, la Castle Mountain Running 2014 ospiterà anche il Trofeo delle Regioni, prova nazionale riservata alla categoria cadetti (under 16) che vedrà al via le Rappresentative dei Comitati Regionali italiani oltre a tutti gli altri cadetti e cadette interessati alla partecipazione individuale.

Le gare di domenica 29 giugno si preannunciano dunque di grande impatto, complice anche un tracciato altamente spettacolare e tecnico come quello di Arco, capace di riunire città e montagna, con il fascino della scalata al castello ed il passaggio all’interno della Torre Renghera, sulla sommità della Rocca che domina l’Alto Garda Trentino. Una location pressochè unica per una gara che in questi primi anni di vita si è proposta con l’intento di portare una ventata di novità nel panorama della corsa in montagna. Tradizione e tecnologia saranno unite anche nell’edizione 2014, dato che il comitato organizzatore ha predisposto grazie al supporto di

michela_gabrielli_14

Michela Gabrielli

 

Trentino Network la diretta streaming integrale della gara, visibile dunque da chiunque fosse interessato sul sito www.castlemountainrunning.com.

Grazie all’importante numero di telecamere dislocate sul tracciato, sarà possibile seguire ogni singolo metro del tracciato, senza perdere nessun momento, sia della salita verso il castello, sia della successiva picchiata verso l’uliveto di Laghel fino al traguardo posto nel cuore di Arco, celebre località vocata al turismo e al benessere sin dai tempi dell’Impero d’Austria.

La società organizzatrice Garda Sport Events ringrazia per il supporto dimostrato la Provincia Autonoma di Trento, il Comune di Arco e tutti gli sponsor che sostengono l’iniziativa: Cassa Rurale Alto Garda, InGarda, AMSA, BIM del Trentino e da appuntamento al 29 giugno, invitando a seguire l’avvicinamento all’International Youth Cup sul sito internet www.castlemountainrunning.com.

La Castle Mountain Running è una prova unica nel panorama mondiale della corsa in montagna. Ed i motivi sono molteplici: perché si disputa a 100 metri sul livello del mare, perché è ospitata quasi integralmente da un centro abitato, perché attraversa un castello del decimo secolo, perché sa regalare scorci mozzafiato e paesaggi diversi metro dopo metro.

La partenza è nel centro storico di Arco, città vocata al turismo e al benessere sin dai tempi dell’Impero d’Austria, con un tracciato che si snoda inizialmente tra le vie del paese per poi inerpicarsi lungo la rocca che lo protegge a settentrione, fino ad entrare nel castello che domina l’intero Alto Garda e raggiungere la Torre Renghera, circa 200 metri sopra la partenza, alla sommità dello sperone roccioso. A quel punto però la fatica non sarà conclusa: c’è da affrontare la ripida discesa, per poi prendere di petto la rampa che conduce al monte di Laghel, tra ulivi e scorci caratteristici, in un ambiente decisamente più montano.

Ad Arco, città e montagna si fondono, si abbracciano, si accompagnano. E la dimostrazione la si ha scendendo da Laghel verso il traguardo. In un attimo si passa dal bosco alla via di paese, dal pino all’ulivo. In un simile contesto, nel 2014 la Castle Mountain Running ospiterà la WMRA Youth Cup che porterà ad Arco i più forti under 18 (nati nel ’97 e ’98) del Mondo, pronti ad affrontare la loro prima vera esperienza internazionale.

www.castlemountainrunning.com

Articolo letto 398 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login