Home » Notizie » Altre specialità » Apple Run: vincono Mokraji e Morano

Apple Run: vincono Mokraji e Morano

10/11/11

Sotto il diluvio, sesta piazza per Abate Nel nome di Lahcen Mokraji e Giorgia Morano l’Apple Run 2011. Il primo, tesserato per la Daini Carate Brianza, è stato uno degli iscritti dell’ultimo minuto, ma il suo successo non è stata una sorpresa. Atleta capace di un crono di 1h02’04’ sulla maratonina, il marocchino che era reduce del successo nella Mezza di Bassano sul Garda, ha condotto gara di testa per tutti i 9.640 metri del tracciato al fianco dei connazionali Marouan Razine del Cus Torino e Ahmed Nasef dell’Atletica Fanfulla Lodigiana, i quali hanno ceduto solamente nel finale rimanendo staccati rispettivamente di tre e venti secondi. Ottima anche la prova di Michele Fontana, il portacolori dell’Aeronautica che ha concluso al quarto posto in 28’48’ lasciandosi alle spalle di 27′ quel Abdelhadi Laaouina dell’Atletica Susa, spesso protagonista sulle strade piemontesi con all’attivo moltissimi successi. A seguire lo specialista valsusino della corsa in montagna, Gabriele Abate dell’Orecchiella Garfagnana, quindi Stefano Guidotti Icardi (Cus Torino), Ivano Pozzebon (Runner Team 99 Volpiano), Paolo Gallo (Giò 22 Rivera) e Mostafa Errebah (Podistica 2000 Marene), per una top ten di assoluto valore. In campo femminile, come detto, acuto di Giorgia Morano. Anche la prova rosa non è stata da meno di quella uomini, con tre atlete a darsi battaglia e l’ex azzurra della corsa in montagna, ora allenata da Danilo Caroli, a sorprendere le rivali dopo un lungo rush finale. La cercenaschese portacolori del Cus Torino, già vincitrice quest’anno del titolo italiano di mezza maratona categoria promesse, ha completato la propria fatica in 33’24’ lasciandosi alle spalle nell’ordine la saluzzese Ombretta Bongiovanni dell’Atletica Fanfulla Lodigiana, attardata di 5′, e la biellese Valeria Roffino delle Fiamme Azzurre, che ha accusato un passivo dalla vincitrice di 8′. Ottima anche la prova di Catherine Bertone della Sandro Calvesi Aosta, quarta in 34’19’, che arrivava a Cavour per rifinire la condizione in vista dell’imminente Turin Marathon. Più staccata Gloria Barale del Cus Torino, in 34’27’, seguita nell’ordine da Romina Cavallera (Roata Chiusani), Federica Scidà (Runnera Team 99 Volpiano), Nadia Pellegrino (Boves Run), Cristina Dosio (Giò 22 Rivera) e Nicol Cavallera (Cus Torino). Quella di sabato scorso verrà ricordata come la più bella edizione della APPLE RUN. Una lunga e allegra giornata di sport che neppure le avverse condizioni meteorologiche hanno potuto rovinare e che ha visto circa 700 iscritti onorare la memoria del grande Primo Nebiolo, il dirigente torinese – cui l’Apple Run 2011 era dedicata – che fece grande la IAAF (la Federazione Internazionale di Atletica Leggera) presiedendola dal 1981 al 1999 e che proprio a Cavour si sposò il 4 novembre 1985. Durante il periodo di presidenza della IAAF, Nebiolo seppe portare un forte impulso alla Federazione ed è proprio durante il suo mandato, e per suo volere, che nacquero i Campionati del Mondo della specialità e i tanti meeting che oggi attirano negli stadi di tutto il Mondo migliaia di appassionati. A ricordarlo, oltre alle tante autorità, erano presenti la moglie Giovanna, che ne ha ereditato perfettamente lo spirito e la passione, Maurizio Damilano, Presidente della Fidal Piemonte, e Riccardo D’Elicio, Presidente del Cus Torino. E ancora una volta l’Apple Run è stata inserita nel contesto di TUTTOMELE, la rassegna agricolo-gastronomica che ogni anno attira a Cavour migliaia di visitatori, tra curiosi e addetti ai lavori. (Fonte: Ufficio Stampa Apple Run – Marco Avena)

Articolo letto 196 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login