Home » Notizie » Corsa in Montagna » Al mondialino di Arco di Trento anche gli Stati Uniti

Al mondialino di Arco di Trento anche gli Stati Uniti

13/05/14

I freschi Campioni tricolori di corsa in montagna guardano alla Castle Mountain Running iridata

usa-junior

Foto d’archivio delle giovani ragazze americane

Il prossimo 29 giugno nella Castle Mountain Running di Arco (Trentino), gli Stati Uniti faranno il loro debutto nella WMRA Youth Cup, la prova iridata di corsa in montagna riservata agli Under 18.
La conferma dell’iscrizione del team statunitense è arrivata in questi giorni: mai nelle precedenti edizioni la formazione a stelle e strisce aveva preso parte. Lo farà ad Arco, a fine giugno, in una delle prove di corsa in montagna più affascinanti e originali del panorama mondiale nello spettacolare contesto del Garda Trentino.

La conferma arriva direttamente da Nancy Hobbs, ottimi trascorsi da atleta, consigliere della WMRA (Associazione Mondiale della corsa in montagna) e team leader della formazione statunitense ad Arco. “L’anno passato a Gap (Francia) ho potuto assistere di persona e mi sono detta che un evento simile meritava e necessitava la presenza del Team USA. Ed allora eccoci qui: ad Arco gli Stati Uniti schiereranno due giovani di grande potenziale e ritengo la nostra presenza davvero importante anche per la promozione dell’attività giovanile. Per i minori, riuscire ad organizzare i viaggi e gli spostamenti per gareggiare in Europa non è mai facile, ma la Castle Mountain Running meritava un ulteriore nostro sforzo e quindi a fine giugno ci saremo anche noi. Mi sento davvero elettrizzata all’idea”.
Con la “premiere” degli Usa, si arricchisce dunque l’offerta della Castle Mountain Running che ad un mese e mezzo dalla gara vede le iscrizioni lievitare continuamente, tanto da superare quota 15 nazioni presenti: il record storico è vicino.

nancy

Credit foto Nancy Hobbs Team Usa

Intanto lo scorso fine settimana il panorama italiano ha assegnato i titoli tricolori individuali e di società. A dominare la scena della rassegna giovanile di Civezzano (Trentino) sono stati i due under 18 Davide Magnini e Michela Gabrielli, entrambi trentini, entrambi tesserati per l’Atletica Valli di Non e Sole, entrambi eccellenti interpreti della corsa in montagna e degli sport invernali, lo sci alpinismo lui, lo sci di fondo lei.

Il successo tricolore lascia intendere che per entrambi ad Arco ci sarà la possibilità di vestire l’azzurro, anche se le scelte federali matureranno solo nel prossimo mese. Non va dimenticato come l’anno passato a Gap proprio Davide Magnini salì sul podio della Youth Cup, chiudendo in terza posizione. Nella storia della Youth Cup, l’Italia ha saputo meritare per tre volte il gradino più alto del podio, nel 2007 a Susa grazie al valdostano Xavier Chevrier, nel 2009 nella tedesca Osthein-Hausen grazie a Beatrice Curtabbi e nel 2012 nell’irlandese Glendalough per merito di Yemaneberhan Crippa.

Berny

La società organizzatrice Garda Sport Events ringrazia per il supporto dimostrato la Provincia Autonoma di Trento, il Comune di Arco e tutti gli sponsor che sostengono l’iniziativa: Cassa Rurale Alto Garda, InGarda, AMSA, BIM del Trentino e da appuntamento al 29 giugno, invitando a seguire l’avvicinamento all’International Youth Cup sul sito internet www.castlemountainrunning.com.

———————–

La Castle Mountain Running è una prova unica nel panorama mondiale della corsa in montagna. Ed i motivi sono molteplici: perché si disputa a 100 metri sul livello del mare, perché è ospitata quasi integralmente da un centro abitato, perché attraversa un castello del decimo secolo, perché sa regalare scorci mozzafiato e paesaggi diversi metro dopo metro.
La partenza è nel centro storico di Arco, città vocata al turismo e al benessere sin dai tempi dell’Impero d’Austria, con un tracciato che si snoda inizialmente tra le vie del paese per poi inerpicarsi lungo la rocca che lo protegge a settentrione, fino ad entrare nel castello che domina l’intero Alto Garda e raggiungere la Torre Renghera, circa 200 metri sopra la partenza, alla sommità dello sperone roccioso. A quel punto però la fatica non sarà conclusa: c’è da affrontare la ripida discesa, per poi prendere di petto la rampa che conduce al monte di Laghel, tra ulivi e scorci caratteristici, in un ambiente decisamente più montano.

ragazze
Ad Arco, città e montagna si fondono, si abbracciano, si accompagnano. E la dimostrazione la si ha scendendo da Laghel verso il traguardo. In un attimo si passa dal bosco alla via di paese, dal pino all’ulivo. In un simile contesto, nel 2014 la Castle Mountain Running ospiterà la WMRA Youth Cup che porterà ad Arco i più forti under 18 (nati nel ’97 e ’98) del Mondo, pronti ad affrontare la loro prima vera esperienza internazionale.
www.castlemountainrunning.com

Articolo letto 297 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login