Home » Mondo Skyrunning » Affiliazioni gare skyrunning 2015: Fidal risponde agli organizzatori

Affiliazioni gare skyrunning 2015: Fidal risponde agli organizzatori

28/10/14

28 ottobre 2014 – Dopo la lettera in cui gli “Organizzatori Skyrace” chiedevano chiarezza in vista della prossima stagione, rivolgendosi a ISF, Fisky e Fidal, sono gli stessi organizzatori ad inviare oggi al nostro e agli principali siti web che si occupano della corsa outdoor la comunicazione ricevuta in mattinata dalla segreteria generale della Fidal, sottolineando che dal loro punto di vista “con un po’  di buona volontà e meno protagonismo, probabilmente la soluzione è dietro l’angolo. La passione deve prevalere sulle logiche personali!”.

L'arrivo trionfale di Petro Mamo (foto Poletti)

La comunicazione della Fidal:  

Il Segretario Generale della FIDAL, Dott. Fabio Pagliara, informa di aver scritto a FISky, nelle persone del presidente Dario Busi e del Vice Presidente Vicario Cristiano Carpente, e al CONI, nella persona del Segretario Generale Roberto Fabbricini, sulle possibilità di accordo tra FIDAL e FISky.

Per poter fare chiarezza e procedere a qualsiasi tipo di accordo, in via prioritaria, occorre delimitare bene la materia: occorre in buona sostanza definire (possibilmente in condivisione) le differenze esistenti tra lo skyrunning e la corsa in montagna. In questo senso, i risultati del tavolo tecnico saranno fondamentali. Al tavolo tecnico purtroppo, per sua scelta, FISky non è presente e il Segretario Generale FIDAL si permette allora di reiterare la richiesta a FISky di partecipare a questo tavolo o, in via subordinata, ad indicare delle definizioni che diano certezze per poi poter procedere a regolamentare i rapporti in maniera chiara.

Qualsiasi proposta di convenzione, senza questo fondamentale lavoro preeliminare, risulta irricevibile e oltremodo inutile.

In attesa di questi chiarimenti, il Segretario Generale FIDAL non ritiene di firmare la convenzione proposta da FISky che non sarebbe peraltro in linea con le indicazioni del CONI centrale, che supporta pienamente la Fidal in questa sua azione.

Il Segretario Generale ha chiesto a FISky chiarezza nel volgere di 15 giorni a partire dalla comunicazione del 21 ottobre u.s. per gettare le basi per programmare un 2015 in piena sinergia.

Trascorso tale termine, FIDAL presenterà in autonomia la propria proposta.

Articolo letto 499 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login