Home » Notizie » Altre specialità » A Borgo Valsugana La Rosa e Straneo concedono il bis

A Borgo Valsugana La Rosa e Straneo concedono il bis

27/11/11

In coda al comunicato stampa federale, il nostro consueto sguardo montano.

Come due settimane fa a Volpiano (TO). Oggi alla prima edizione del Cross della Valsugana – seconda prova indicativa per la composizione della squadra azzurra per i prossimi Europei di campestre di Velenje (Slovenia, 11 dicembre) – sono stati sempre Stefano La Rosa (Carabinieri) e Valeria Straneo (Runner Team 99) a conquistare la vittoria. Ordine d’arrivo “fotocopia” sui 7km femminili dove la Straneo, tricolore 2011 dei 10km su strada, ha di nuovo prevalso (24:03 il crono) su Valentina Costanza (Esercito/24:42) e Giovanna Epis (Forestale/24:43). Settima e prima delle Promesse, la siepista Valeria Roffino (Fiamme Azzurre/24:54). Sui 9km degli uomini, invece, La Rosa, campione italiano assoluto dei 5000, se l’è dovuta vedere ancora con il tenace Gabriele De Nard (Fiamme Gialle). Tra i due oggi è finita 26:59 a 27:05, seguiti dal vicecampione nazionale di cross Kaddour Slimani (Runner Team 99/27:15). Quarto e primo degli under 23, lo specialista dei 3000 siepi Patrick Nasti (Fiamme Gialle/27:22) davanti al compagno di club Yuri Floriani (27:30) e al maratoneta azzurro Ruggero Pertile (Assindustria Sport Padova). Passando alle gare giovanili, conferma della junior Virginia Maria Abate (Camelot), 14:16 sui 4km, con alle spalle  le due portacolori del CUS Torino, Martina Merlo e Beatrice Curtabbi, appaiate a 14:34. Replica di quanto visto a Volpiano anche tra le Allieve con il bis vincente di Elisabetta Giacomelli (CUS Trieste/14:40), stavolta a spese della coetanea, tricolore degli 800 metri, Federica Del Buono (Atl. Vicentina/15:07) e Alice Endrizzi (Atl. Valli di Non e Sole/15:17). Sul fronte degli under 20, Stefano Massimi (ASA Ascoli Piceno) ha chiuso i 6km in 18:47 staccando nell’ordine Abdelmjid Ed Derraz (SS Vittorio Alfieri Asti/18:49) e Marco Pettenazzo (Atl. Città di Padova/18:52). L’allievo Italo Quazzola (Atl. Valsesia) è stato, quindi, nuovamente il migliore della sua categoria (19:01) precedendo Nekagenet Crippa (Valchiese/19:11) e Michael Monella (Vallecamonica/19:23). Si tornerà sui prati di Borgo Valsugana (TN) il prossimo 29 gennaio, quando qui saranno in palio i titoli dei Campionati Italiani Assoluti di Cross 2012. Montagna crossistica Se di azzurro vuole colorarsi lo sguardo, preferibile puntare sulla categoria juniores, laddove forte segnale di efficienza arriva dal veneto Dylan Titon (Assindustria Padova). Quinto al traguardo, ma sempre in lotta per il podio nel gruppetto di testa. Se, come sempre, completa sarà la squadra juniores in gara a Velenje il prossimo 11 dicembre, Titon pare aver acquisito punti importanti nel ballottaggio per il sesto posto disponibile. Nella stessa prova, con allievi e juniores al via insieme, bravi soprattutto i due azzurrini  Nekagenet Crippa (Valchiese) e Michael Monella (Valle Camonica), preceduti dal solo Italo Quazzola (Valsesia) tra gli allievi, ma bravi soprattutto a chiudere al settimo e ottavo posto anche a nel confronto con gli juniores. Tra questi ultimi, restando a quanti d’azzurro vestitisi nel 2011 montano, rispetto all’apertura di Volpiano, un poco s’invertono gli ordini di arrivo: più brillanti sia Enrico Lembo (10° e 7° juniores), sia il tricolore  Cesare Maestri (11° e 8° juniores), mentre leggermente meno vivace che nella prova piemontese il valsusino Andrea Pelissero (15° e 12° juniores). In ogni caso, sono sei gli specialisti della corsa in montagna tra i migliori quindici al traguardo. In campo seniores, è ancora una volta Antonio Toninelli (Valle Brembana) a guadagnarsi la palma del migliore di giornata. Il bergamasco chiude settimo, una posizione meglio che a Volpiano, finendo peraltro ad un soffio dal numero uno della maratona azzurra, Ruggero Pertile, e a 21″ dal podio. Lì dietro, a pochi secondi,  ma con Gianmarco Buttazzo nel mezzo, ecco anche un Bernard Dematteis (Esercito) in leggera crescita e nono al traguardo. Decimo è ancora un figlio della montagna, ovvero un davvero convincente Alex Baldaccini (Gs Orobie), che nel finale ha la meglio sulla promessa Michele Fontana (Aeronautica) e su Daniele Caimmi (Fiamme Gialle). Mentre Davide Pilatti (Valle Camonica), 21°, ancora cresce rispetto a Volpiano, trova invece giornata non felicissima Luca Cagnati (Caprioli San Vito), 23° assoluto e sesto di giornata tra le promesse. Con il recupero di El Mazoury e Sterni, oggi assenti, difficile per il bellunese ipotizzare un posto in azzurro in Slovenia. Ma bravo davvero, comunque, ad averci provato sino in fondo. Tornando poi alla categoria juniores, in corsa con le allieve anche al femminile, dodicesima nel computo assoluto Ilaria Dal Magro (Dolomiti Belluno). Infine, tra i cadetti, doppietta al sapor montano: al maschile assolo di Yemaneberhan Crippa (Valchiese), al femminile spunto vincente di Anna Lena Hofer (Sc Meran). Entrambi, nel maggio scorso, avevano conquistato il tricolore di categoria in montagna.

Foto: elio Panciera

 

 

Articolo letto 377 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login