Home » Altre notizie » Un incontro speciale con Marco Olmo

Un incontro speciale con Marco Olmo

26/03/13

Il corridore Marco Olmo

Con Marco Olmo
181 cm per 64 kg… se no, dice, non sarebbe atletica “leggera”.
Prendo l’occasione di una serata in tema di corsa e volontariato per conoscere di persona Marco Olmo. Approfitto anche per salutare il mitico Battista Marchesi e per conoscere Vitaliano Grassi (il diavolo rosso).
Piemontese, classe 1948, è considerato uno dei più grandi specialisti di ultratrail. Ha un palmarès ricchissimo di gare estreme, tra cui diverse Marathon des Sables. A 58 anni vince l’Ultra Trail du Mont Blanc, la gara di resistenza più importante e dura al mondo: 167 km per oltre 21 ore di corsa ininterrotta.
Vado alla serata con l’obiettivo di acquistare il suo libro “Il corridore” e farmelo autografare. Ma lui non ne ha portata nemmeno una copia. “Non sono un libraio” è la sua motivazione; in realtà vuole essere corretto nei confronti della scrittrice Gaia de Pascale che ha messo nero su bianco la sua storia (lui ha la quinta elementare e dice di non saper usare la penna, anche se io non ci credo… sa raccontare molto bene).
Con Battista Marchesi e Vitaliano Grassi
Perché ultratrail e non “semplici” maratone? Per non dover parlare di orari di treni: 3 e quaranta, quattro e dieci… (chi corre, mi capisce). E per correre il più solo possibile.
Odia le tabelle e si allena come gli pare.
E quando le condizioni sono troppo estreme (ad esempio in caso di temporali in alta montagna), gira i tacchi e torna a casa: meglio una vittoria in meno e 5 anni di pensione in più. “Lo sport è una cosa inutile, ti pare che devo rischiare le vita per una cosa inutile?”.
Come tutti gli sportivi che piacciono a me, è semplice ed essenziale. Di massaggi e terapie non ne vuol sentir parlare. “Se lo sport è salute, a cosa servono tutti ‘sti dottori? Se mi fa male qualcosa mi fermo, come fanno tutti gli animali”.
Vegetariano da una vita, semplicemente per non uccidere. Raccontare le emozioni che ho provato è impossibile. Comperate il libro e, se già non lo fate, iniziate a correre.

Vegetariano da una vita, semplicemente per non uccidere. Raccontare le emozioni che ho provato è impossibile. Comperate il libro e, se già non lo fate, iniziate a correre.
Dott.ssa Laura Imperadori
BIOLOGO NUTRIZIONISTA

Articolo letto 966 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login