Home » Altre notizie » Mondiali orienteering 2014 all’insegna della ecocompatibilita’

Mondiali orienteering 2014 all’insegna della ecocompatibilita’

24/01/14

Dal 5 al 12 luglio Veneto e Trentino aprono le porte ai Campionati del Mondo di Orienteering

FISO e PEFC Italia hanno siglato un protocollo d’intesa dal profondo valore eco-friendly

WOC e WTOC 2014 saranno nel segno della sostenibilità ambientale

Diverse le iniziative concordate tra promozione del territorio e buone prassi “green”

06

Si aprirà nel segno di bussole, cartine e lanterne il mese di luglio 2014 tra Veneto e Trentino, con l’arrivo dei World Orienteering Championship (WOC) e World Trail Orienteering Championship (WTOC) che si terranno dal 5 al 12 luglio dalla laguna di Venezia fin sull’altopiano vicentino di Asiago e quelli trentini di Folgaria, Lavarone e Luserna, passando anche per il centro di Trento dove debutterà un nuovo format di gara: la sprint relay.

Mentre fervono i preparativi e tutti i terreni di gara rimangono rigorosamente embargati per gli atleti, lo sport e la sostenibilità hanno trovato ancora una volta un motivo per procedere su una strada comune: quella della promozione di una sempre maggiore responsabilità ambientale e di una opportuna gestione del patrimonio boschivo.

E quale sport poteva essere più sensibile nei confronti della salvaguardia delle foreste se non l’orienteering, lo “sport dei boschi” per antonomasia.

La FISO – Federazione Italiana Sport Orientamento e PEFC Italia, associazione che si occupa della gestione e del controllo delle certificazioni forestali PEFC nel nostro Paese, hanno siglato un protocollo d’intesa che si tradurrà in diverse azioni da realizzarsi anche in occasione dei prossimi WOC e WTOC.

Questa partnership ha iniziato a muovere i primi passi la scorsa estate, quando a Paluzza (UD) è stato firmato un apposito documento mirato alla valorizzazione in chiave sostenibile delle attività di orienteering.

La certificazione PEFC è oggi una realtà anche per diverse aree boschive del Veneto e del Trentino, tra cui i boschi di Gallio (VI) e Lavarone (TN) che saranno teatro delle sfide mondiali del prossimo luglio.

Consapevoli del fondamentale apporto che una disciplina come l’orienteering può portare anche nel comunicare gli importanti valori della sostenibilità ambientale, FISO e PEFC hanno quindi deciso di collaborare in particolar modo per fornire una completa informazione sia sulla disciplina dell’orienteering che sul processo di gestione sostenibile delle foreste e del legno.

PEFC Italia già nei prossimi mesi sarà al fianco di FISO e del Comitato Organizzatore di WOC e WTOC 2014 creando dei materiali informativi per conoscere meglio le aree forestali certificate in cui si svolgeranno le competizioni. Accanto all’educazione ambientale si parlerà di gestione forestale sostenibile anche in alcuni interventi che gli organizzatori hanno in programma nelle scuole del territorio che ospiterà i WOC e WTOC 2014.

07

Inoltre PEFC Italia aiuterà gli organizzatori nell’adozione di una serie di buone prassi di acquisto, scegliendo prodotti e produttori che si affidano al marchio PEFC, con un occhio al territorio ed ai produttori locali ed uno alla riduzione delle emissioni di CO2 nell’ambiente.

Insieme PEFC e FISO organizzeranno anche un press tour nel quale sarà possibile “toccare con mano” il grande valore formativo che la pratica dell’orienteering riveste, oltre a permettere di approfondire il tema dell’importanza della certificazione forestale.

L’ambiente ringrazia.

Info: www.woc2014.info

Articolo letto 105 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login