Home » Altre notizie » La Camignada poi siè Refuge spegne quaranta candeline!!!

La Camignada poi siè Refuge spegne quaranta candeline!!!

12/07/12

Il 5 agosto si corre all’ombra delle Tre Cime di Lavaredo.

Il Cai, sezione Cadorina di Auronzo, si prepara a raggiungere un traguardo importante, infatti domenica 5 agosto dalle sponde del lago di Misurina partirà la quarantesima edizione della Camignada. Ogni anno la marcia non competitiva, divenuta simbolo incontrastato tra gli appassionati della corsa in montagna, richiama oltre mille partecipanti che si avventurano lungo i trenta chilometri che collegano Misurina ad Auronzo di Cadore. Lo spirito della Camignada è qualcosa di speciale, molti che vi partecipano tengono sotto controllo il cronometro, senza però lasciarsi sfuggire i colori, e gli angoli più affascinanti delle Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità, ma molti altri vivono questa “lunga” passeggiata con ancora lo spirito che lega il camminare alla montagna. Descriverlo a parole non è semplice, ma sarà subito comprensibile respirando l’atmosfera che si respira a Misurina pochi minuti prima del via. La Camignada è nata nel 1973, e oltre a passare sotto le imponenti Tre Cime di Lavaredo, transita per i sei Rifugi che danno il nome alla manifestazione, l’Auronzo, il Lavaredo, il Locatelli, il Pian di Cengia, il Comici e il Carducci. Il percorso, spettacolare sin dai primi chilometri, transita proprio sotto le Tre Cime di Lavaredo che sovrastano la Val D’Ansiei, tocca le pendici del Paterno e ammira le pareti Nord della Croda dei Toni. In Forcella Giralba, inizia la lunga discesa che porterà i partecipanti sotto il traguardo posto al Palaghiaccio di Auronzo di Cadore. La scorsa edizione è stata vinta dal sappadino Matteo Piller Hoffer con il tempo di 2.44.26, alle sue spalle Manuel Speranza ha chiuso in 2.46.18. Sul terzo gradino del podio è salito Aron Lazzaro con il tempo di 2.49.42. Nella gara al femminile Jennifer Senik, ha battagliato contro la giovanissima Silvia Serafini in testa sino a Forcella Laveredo. La Senik ha tagliato il traguardo per prima con il tempo di 3.14.22. La Serafini ha fermato il cronometro in 3.22.01. In terza posizione taglia il traguardo Michela Campigotto dell’Atletica Lamonese. Le iscrizioni alla manifestazione stanno aumentando di giorno in giorno, in queste ore è stata superata la quota dei 300 concorrenti. Il numero limite fissato dagli organizzatori è, come ogni anno, di 1000 partecipanti. Una decisione condivisa per garantire ai concorrenti la sicurezza lungo il tracciato e per fornire nel migliore i ristori e tutti servizi, dalle docce al pasta party.

Tutte le informazioni si possono trovare sul sito www.caiauronzo.it

Le iscrizioni si possono perfezionare sulle pagine di www.sportis.it

Articolo letto 134 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login