Home » Altre notizie » Green Crazy Run: corsa no-limits nel cuore della brianza

Green Crazy Run: corsa no-limits nel cuore della brianza

10/05/14

Nel cuore della Brianza arriva una mud run dedicata al tema dell’ambiente e delle energie alternative. Un’occasione imperdibile per scoprire l’Oasi naturalistica e l’ecofrazione di Baggero.

Ricoh Image

 

La Green Energy Crazy Run è una corsa no-limits, che si svolge nei territori comunali di Rogeno (LC), Merone (CO), Costa Masnaga (LC) e Molteno (LC), il 5 luglio 2014.

 

Il territorio è quello tipico dell’alta Brianza e del Triangolo Lariano, verde, ricco di campi e boschi, in piena fase di terziarizzazione lenta, che vede il passaggio da un’economia industriale aggressiva ad una economia ecocompatibile, grazie all’elevata quantità di aree a verde esistenti. Per questa ragione vengono organizzate sempre più frequentemente attività sportive e culturali volte alla valorizzazione del territorio in chiave turistica.

 

Il Lago di Pusiano è una meta ideale, alta qualità delle acque (bandiera blu da qualche anno), elevata facilità logistica e di fruizione (sia su strada che col treno), buona offerta turistica e culturale.

 

La corsa si ispira a queste caratteristiche del territorio e lo vuole promuovere grazie ai suoi due percorsi di circa 8 km (giro piccolo) e di circa 17 km (giro lungo) che si snodano tra il lago, i boschi e i campi, immersi nella natura del Parco della Valle del Lambro.

 

Si tratta di una campestre alla quale tutti possono partecipare, sono importanti l’allenamento, l’agilità e lo spirito d’avventura, ma anche la voglia di divertirsi e passare dei momenti simpatici insieme agli amici, alla famiglia, ma anche a gruppi organizzati.

 

Gli ostacoli, oltre 25, sono ispirati all’ambiente circostante, il lago e i boschi, ma anche alla produzione di energia elettrica da fonti alternative a basso costo (tappeti per produrre energia, ponti sull’acqua, cavi, reti, salite e discese, scivoli…).

 

Una delle tappe fondamentali è l’ecofrazione di Baggero, nel comune di Merone, la prima ecofrazione d’Italia, i cui mulini recuperati sono stati classificati quarti a livello mondiale dalla WTO all’interno del progetto “Water and Tourism”, luogo sconosciuto che ha saputo coniugare la tradizione con l’innovazione tecnologica in campo energetico.

 

La gara vuole essere uno spunto di riflessione sulle possibilità offerte dalle fonti energetiche rinnovabili, in particolare da quelle di piccola o piccolissima capacità, ma importanti a livello locale e personale. La gara si inserisce in questo polo di sperimentazione di energia prodotta da fonti alternative, in quanto i concorrenti ne diventano produttori attivi attraverso il movimento della corsa (passaggio sui tappeti speciali).

 

Lo spirito ludico è fondamentale, verrà premiato il costume migliore, ispirato al lago, ai boschi, ai campi o all’energia elettrica.

 

La durata massima è di 3 ore e mezza, il riconoscimento di partecipazione sarà dato solo a chi completerà l’intero percorso.

 

Per i familiari dei partecipanti, il Turismo Lago di Pusiano, insieme ai Comuni del territorio, al Parco della Valle del Lambro, all’Autorità di Bacino del Lario e dei Laghi Minori organizzano attività ricreative, ludiche, sportive e culturali alternative e complementari rispetto alla gara.

 

Anche la domenica 6 luglio sarà possibile partecipare ad attività di vario genere (sport acquatici, visita alle ville locali e altro) supportati da personale esperto e qualificato.

Per l’occasione numerosi ristoranti locali offriranno menù tipici a prezzi turistici, in seguito alla presentazione di un coupon specifico.

Articolo letto 211 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login