Home » Altre notizie » Domani al via la la Südtirol Ultra Skyrace

Domani al via la la Südtirol Ultra Skyrace

03/07/14

 Schoepf_Rudi_Südtirol_Ultra_Skyrace_03_07_2013

Bolzano, 3 luglio 2014 – I 240 partecipanti, provenienti da 12 differenti Nazioni, possono finalmente sfidare il sentiero Hufeisentour. Domani, venerdì 4 luglio, alle ore 22, scatterà in Piazza Walther la seconda edizione della Südtirol Ultra Skyrace, corsa estrema di montagna caratterizzata da un percorso di 121 km (7069 m di dislivello complessivo), da completare in un tempo limite di 40 ore. La manifestazione propone anche un tracciato più breve: 66 km per un dislivello complessivo di 4260 metri.

 

Alla seconda edizione della Südtirol Ultra Skyrace si presenteranno al via tanti specialisti della corsa estrema e della corsa in montagna. Oltre il vincitore della passata stagione, Alexander Rabensteiner, che nel 2013 completò la prova in 18:42.20 ore, la competizione al maschile vanta anche l’ungherese Csaba Németh, uno dei più esperti e vincenti atleti di trial. Un altro atleta da tenere d’occhio sarà certamente lo spagnolo Lucas Boix, presente anche 12 mesi fa, ma fermato dalle proibitive condizioni meteorologiche. Ci saranno poi altri quattro concorrenti che lo scorso anno hanno chiuso la Südtirol Ultra Skyrace nei primi dieci posti: Oswald Wenin (4.), Peter Kienzl (6.), Matteo Bolis (7.) e Alfred Psenner (8.).

 

In campo femminile la grande favorita è la meranese Annemarie Gross, la quale dovrà battagliare, in maniera particolare, con Cristiana Follador, lo scorso anno quarta al traguardo. Non mancherà nemmeno la specialista di sci alpinismo Anna Figura, la quale ha optato per la versione più corta della competizione altoatesina.

240 partecipanti per 12 Nazioni rappresentate

Mair_Florian_Südtirol_Ultra_Skyrace_2013

 

Alla Südtirol Ultra Skyrace non partecipano solamente i big della corsa in montagna o della cosa estrema, ma anche tanti appassionati che hanno deciso di affrontare una sfida davvero unica. In tutto sono 240 gli atleti che prenderanno parte all’evento. La maggior parte di loro sono italiani 187, con una forte rappresentanza altoatesina, 127 corridori. Dalla Germania si sono iscritti invece in 30, 10 sono gli autriaci, 4 gli sloveni, 2 gli svizzeri ed un rappresentante lo contano anche Repubblica Ceca, Spagna, Gran Bretagna, Ungheria, Portogallo, Slovacchia e Stati Uniti. Il più anziano di loro è Sepp Rungaldier, presidente del comitato organizzatore della della Soltn-Berghalbmarathons, che il 18 marzo scorso ha compiuto 68 anni: parteciperà alla versione corta della prova. Proverà a completare i 121 km del tracciato originale, invece, Hermann Schaiter di Brunico, il quale festeggerà il suo 68esimo compleanno il prossimo 27 settembre. In campo femminile, il record di atleta più anziana è di Gertraud Mair, di Innsbruck, vicina ai 60 anni, che compirà il prossimo gennaio.

Luce verde dal comitato organizzatore

Il comitato organizzatore, composto da 20 persone e presieduto da Josef Günther Mair, è reduce da settimane di intenso lavoro, che hanno permesso la riuscita dell’evento. Gli ultimi interventi di natura organizzativa verranno eseguiti tra oggi e domani: nelle ore precedenti al via verranno adibite le zone di arrivo e partenza ed i volontari ripercorreranno l’intero tracciato per assicurare l’intera marcatura dello stesso. “Abbiamo iniziato la fase conclusiva della preparazione alla corsa. Ormai ci siamo e siamo molto felici che la data del via sia ormai alle porte. Siamo convinti che l’evento di quest’anno sarà davvero unico e voglio ringraziare sin da questo momento tutti i volontari che in questi giorni saranno impegnati, il cui apporto è determinante per la riuscita della manifestazione”, così Mair, a capo anche del GRW Sarntal, partner della corsa estrema assieme a Athesia, Dynafit, Sportler e Comune di Bolzano.

Il presidente del comitato organizzatore, inoltre, si augura che la manifestazione abbia una cornice di pubblico adeguata, non solo a Bolzano, dove è presente la partenza – piazza Walther – e l’arrivo – prati del Talvera -, ma anche lungo il tracciato che si snoda per le montagne della Val Sarentino. “La partenza di piazza Walther è un evento in tutto e per tutto, ma anche seguire da vicino gli atleti lungo il sentiero Hufeisentour è un’esperienza davvero unica. Il punto migliore per assistere alla competizione è sicuramente all’altezza del Passo Pennes, dove si trova il punto intermedio della corsa. Altri scorci suggestivi si possono avere al Passo Cervina, al Rigugio Merano o all’altezza degli Omini di pietra (Stoanernen Mandlen). Consiglieri anche l’altopiano del Salto, sopra San Genesio: da lì mancheranno 15 km all’arrivo”, spiega Mair.

Südtirol_Ultra_Skyrace_b_2013

 

 

Südtirol Ultra Skyrace, il programma nel dettaglio:

 

Venerdì, 4 luglio

 

dalle ore 18: Duo Banana Rabbit (concerto, Palais Campofranco)

ore 19: Briefing (obbligatorio per i partecipanti)

dalle ore 20.30: Elisa Venturin & Band (in piazza Walther)

ore 22: Start della seconda edizione della Südtirol Ultra Skyrace (in piazza Walther)

 

 

Sabato, 5 luglio

ore 2 circa: arrivo a Sarentino del gruppo di testa Südtirol Ultra Skyrace “short”

ore  5 circa: arrivo del vincitore della Südtirol Ultra Skyrace “short” ai prati del Talvera

ore 6 circa: arrivo al Passo Pennes del gruppo di testa della Südtirol Ultra Skyrace

ore 15 circa: arrivo del vincitore della Südtirol Ultra Skyrace ai prati del talvera

dalle ore 16r: concerto della Band Moscaburro nella zona d’arrivo ai prati del Talvera

ore 19 circa: arrivo vincitrice della Südtirol Ultra Skyrace ai prati del Talvera

 

 

Domenica, 6 luglio

dalle ore 10: Concerto della Band Moscaburro nella zona d’arrivo ai prati del Talvera

ore 14: Premiazioni vincitori della seconda edizione della Südtirol Ultra Skyrace

 

 

 

 

Articolo letto 55 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login