Home » Altre notizie » A Prato vincono i keniani Hilary Bii e Emily Chepkorir

A Prato vincono i keniani Hilary Bii e Emily Chepkorir

10/04/12

Sono il keniano Kiprono Bii Hillary (1.02.23), che bissa la vittoria dello scorso anno, e la keniana Emily Perpetua Chepkorir (1.13.37) i vincitori della 24esima edizione della Maratonina Internazionale Città di Prato, che ha visto il record di partecipanti con ben 2.300 atleti al via.

La gara, patrocinata dalla Regione Toscana, del Comune di Prato, della Provincia di Prato del Coni di Prato, in collaborazione con l’Assessorato allo Sport del Comune di Prato, la A.S.D. Podistica Narnali e la Lega Atletica UISP di Prato, ha visto la presenza di tantissime famiglie e bambini oltre agli amici a 4 zampe del confermato percorso con start e arrivo in viale Piave.

Un’edizione molto colorata e con una gara molto bella e con i due vincitori che hanno distanziato di poco i secondi arrivati. Nel maschile è stata lotta a cinque fino al 5° km, poi la coppia Bii Hillary e Philemon Kipchumba Kisang si è staccata fino al traguardo; al 18° km l’atleta keniano Bii Hillary ha staccato il compagno di fuga, davanti ad un numerosissimo pubblico, Philemon Kipchumba Kisang (1:02:35). Al terzo posto è giunto al traguardo il ruandese Jean Baptiste Simukeka (1.03.40), ottimo quinto posto per Giuliano Battocletti in 1:06:51 (Gs Valsugana Trentino).

Grande lotta nella gara femminile con una corsa di livello tecnico assoluto con Emily Perpetua Chepkorir affiancata a Divina Jepkogei, con l’attacco al 18° km dove ha distanziato l’avversaria ed ha tagliato da sola il traguardo al 21.097 Km in 1.13.37. Dietro, la keniana Divina Jepkogei in 1.13.46 e terza la toscana Claudia Marconi (Corradini Calcestruzzi) in 1.17.27. Denise Cavallini è quarta e Tiziana Gianotti (Atl.Vinci) è quinta (1:19:52) e insieme a Marco Papi (giunto 13° nel maschile) con 1:13:52 sono i migliori pratesi.

Insieme alla gara internazionale, la 13^ Stracittadina che ha visto al via tantissime famiglie e soprattutto ha dato colore alla manifestazione.

Tra i Veterani, primo Ridha Bouzid (1:16:23), segue Andrea Baldini (Maiano) e al terzo posto Roberto Casagni. Fra i Veterani Argento, è giunto primo al traguardo Silvano Fioravanti, secondo Mauro Romiti (Maiano) in 1.27.02, terzo Franco Calamai.

Tra i disabili, è giunto primo Fabrizio Caselli (La Strana Officina), secondo Alessio Baldazzi.

Inoltre, la manifestazione era valida come 11° Memorial Cna Daniele Biffoni, 35° Trofeo Romano Borselli, 22° Trofeo Mario Daddi e 1° Trofeo Isola dei Tesori con la Podistica Pratese società più numerosa davanti alla Polisportiva Prato Nord e alla Fattori Quarrata.

Molto bella la premiazione del Memorial Stefano Balestri consegnato dai familiari e dal Coni di Prato ai Maratonabili. Da mettere in luce anche il grande successo dell’Isola Running con più di 100 partecipanti con i corridori accompagnati dai loro amici a 4 zampe che hanno invaso le strade del centro storico pratese.

“E’ stato un successo di pubblico e di partecipanti – ha spiegato Matteo Grazzini, assessore allo sport del Comune di Prato – questa manifestazione di anno in anno diventa sempre più importante. Grande successo di pubblico che ha dimostrato che i pratesi considerano questa gara un appuntamento da non perdere”.

“Siamo soddisfatti perché tutto è andato bene – spiega Andrea Guarducci, presidente della Podistica Narnali – la conferma del percorso più veloce è stata vincente e il bel tempo ha permesso di avere ancora più partecipanti. Ringrazio tutti gli sponsor e coloro che ci hanno aiutato ad organizzare questa manifestazione che ha visto quest’anno il record di partecipanti”.

“Prato deve vivere di questi eventi e per questo bisogna far si che il turismo e lo sport vengano abbinati insieme – spiega Antonio Napolitano, assessore al turismo e sport della Provincia di Prato”.

“E’ una manifestazione che lascia sempre qualcosa di particolare e quest’anno poter premiare i Maratonabili con il Trofeo Balestri è stato un qualcosa che mi ha commosso ed emozionato – dice Massimo Taiti, presidente del Coni di Prato – inoltre la vocazione sportiva di Prato si vede dalle tante persone presenti non solo alla gara ma sul percorso e all’arrivo”.

“E’ stato un sogno che si è avverato non vedere la pioggia e tantissime famiglie e bambini al via per noi è la testimonianza che questa manifestazione da tanto alla città – dice un’entusiasta Franco Bertolucci,presidente della Lega Atletica della Uips di Prato – la corsa è stata veloce ma quanta gente lungo il percorso!”

“C’è stata una grande partecipazione e siamo stati protagonisti con i nostri Pace Maker che hanno colorato la città con i palloncini e questo testimonia che Prato è sempre vicino a chi ha bisogno di aiuto poi– ha spiegato Piero Giacomelli, fautore del gruppo Regalami un Sorriso –il tempo è stato veramente bello e sia lungo il percorso che all’arrivo c’era tantissimi appassionati”.

Hanno partecipato anche il gruppo dei Maratonabili che sono ragazzi con problemi motori che sono stati accompagnati dai tanti volontari dell’associazione, oltre alla Polisportiva Aurora e Taxi Milano 25 con Caterina Bellandi che ha dato colore alla gara dei bambini della Minimaratona.

Classifica Maschile:

1 1:02:23 Bii Hillary Kiprono M 1985 Ken

2 1:02:35 Kisang Philemon Kipchumba M 1982 Ken

3 1:03:40 Simukeka Jean Baptiste M 1983 Rwa

4 1:04:39 Too Julius Kipgurat M 1988 Ken

5 1:06:51 Battocletti Giuliano M 1975 Ita

6 1:07:46 Jamali Jilali M 1980 Mar

7 1:07:51 Pasetto Gianluca M 1970 Ita

8 1:08:17 Mei Massimo M 1983 Ita

9 1:11:55 Dakhcoune Abdelilah M 1988 Ita

10 1:12:45 Calfapietra Gianluca M 1973 Ita

Classifica femminile:

1 1:13:37 Chepkorir Emily Perpetua F 1985 Ken

2 1:13:46 Jepkogei Divina F 1985 Ken

3 1:17:27 Marconi Gloria F 1968 Ita

4 1:19:43 Cavallini Denise F 1979 Ita

5 1:19:52 Gianotti Tiziana F 1968 Ita

6 1:20:40 Finielli Claudia F 1979 Ita

7 1:24:47 Konstantos Elena F 1976 Ita

8 1:25:30 Caroti Ghelli Francesca F 1970 Ita

9 1:26:03 Chebet Viky F 1985 Ken

Arrivo Disabili: 1) Fabrizio Caselli (La Strana Officina) 2) Alessio Baldazzi

Comunicato stampa organizzazione

Articolo letto 90 volte

Devi essere registrato per inserire un commento Login