20 ottobre 2019 – E’ ancora una volta Henri Aymonod a firmare il Km Verticale di Fully: è doppietta dunque per il ventiquattrenne valdostano, già capace di vincere sulle terribili rampe del Canton Vallese nella scorsa stagione. In quell’occasione, a finirgli alle spalle fu il bellunese Manuel Da Col, esattamente come successo nel pomeriggio di ieri. Dal punto di vista meteorologico giornata più difficile questa volta e tempi finali più alti, con Aymonod a mettere comunque tutti in fila in 31:36 con 36 secondi di margine su da Col, che a Fully era già stato secondo anche nel 2015.

Fully 2019 verrà però ricordata anche per un’inedita tripletta italiana sul podio maschile: merito anche del giovane Andrea Rostan, altro scalatore già protagonista sulle salite più dure. Per il torinese un crono finale di 32:31, sufficiente a lasciare giù dal podio lo juniores svizzero Aurelien Gay, quarto in 32.58, e il 43enne francese Yoan Caillot, quinto in 33.10. Ancora Italia al sesto posto, grazie all’azzurro della mountain bike, in gara anche ai Giochi Olimpici di Rio 2016, Andrea Tiberi (34:49).

In campo femminile, quarta vittoria consecutiva per la francese Christelle Dewalle, che sarà in gara anche in Argentina tra qualche settimana. Per lei un notevolissimo 34:49, a soli cinque secondi dal record  realizzato nel 2014, quando colse la prima delle sue cinque vittorie a Fully. Ampio il margine sulle altre, a cominciare dalla svizzera Victoria Kreuzer, seconda n 37:12, con la connazionale Alessandra Schmid terza in 39:01. Sorprendente quinto posto assoluta per la valsusina Guia Perron Cabus, migliore delle italiane in gara a Fully in questa stagione con il tempo di 43:16.

RISULTATI