Il direttore Theytaz: “vince Mamu” , Kilian elogia Magnini: “sta facendo cose incredibili, ha tempo e qualità per battere il mio record di vittorie”, e la Murigi sfida la Mathys…

-Dal nostro inviato a Zinal (SUI)-

Nel tardo pomeriggio di venerdi 9 agosto a Zinal è andata in scena la Press-Conference che ha ufficialmente aperto l’edizione 2019 della super classica della Val d’Anniviers. Sul palco il direttore Theytaz, Kilian Jornet, Lucy Murigi, Jim Walmsley, Ruth Croft, Simone Troxler e Marc Lauenstein.

Il Patron Vincent Theythaz attorniato dai grandi campioni che hanno scritto e continuano a scrivere la leggenda di questa corsa unica ha tracciato le linee di un’edizione epocale, sottolineando i capisaldi della sua missione: offrire massima qualità e novità ma rispettando perentoriamente la tradizione ed il DNA di Sierre-Zinal, una corsa mitica perché fatta dai grandi atleti, una corsa che accoglie tutti ma che non è per tutti, dove cuore e crono entrano in simbiosi, dove la natura che ha regalato uno scenario spettacolare va rispettata, e per questo il percorso e lo spirito rimarranno quelli di sempre.

Cosi il race director Theythaz:

“penso che con la Sierre Zinal la natura abbia fatto un buon lavoro, ripeto ciò che mi dicono gli atleti, questa corsa è fatta per tante tipologie di atleti, un buon grimpeur trova grandi vantaggi nella salita iniziale che sono le difficoltà di atleta da ultra trail ed al tempo stesso troverà delle difficoltà dove un ultra trailer sarà facilitato, ma non interverremo sul percorso per renderlo tecnico o diverso, esso è frutto di anni di sacrifici da parte di chi mi ha preceduto ed è il motivo per cui Sierre-Zinal è Sierre-Zinal”

Provocato sul parterre incredibile che ha saputo portare a Zinal il race director non si è tirato indietro ed ha pronosticato i suoi due podi per domenica:

“Nelle donne vedo vincente Maude Mathys, poi Lucy Murigi e terza Ruth Croft. Per gli uomini Petro Mamu, Kilian e Davide Magnini!

Ed è stato allora tempo per le domande agli atleti, gettonatissimo naturalmente Kilian anche se le prime provocazioni sono arrivate per la kenyana Murigi, 5 volte in gara qui con 3 vittorie e 2 secondi posti. Stimolata sul fatto che la Mathys avesse dichiarato nel pomeriggio alla TV Svizzera di andare a Zinal per vincere, la due volte iridata ha aperto gli occhi da cerbiatta e risposto candidamente:

“piace a tutti fare i pronostici, poi bisogna correre … “

Con la gara femminile ufficialmente entrata nel vivo con questa bomba si è passati al grande atteso : Kilian Jornet.

Ci siamo avventurati a chiedergli come tecnicamente ritiene di impostare il suo attacco al record di Wyatt, visto che esso è stato costruito con una grandissima salita fino a Chandolin (Wyatt ha un best a Chandolin di 1h06’39” che nessuno ha mai nemmeno avvicinato oltre i 2’30”) mentre il catalano nella prima parte solitamente controlla per poi sferrare l’attacco nei 7 km finali.

Alla nostra domanda ha risposto cosi:

Kilian:

“si è vero, mi riesce più facile avvantaggiarmi nella discesa finale perché trovo maggiore tecnicità e faccio la differenza, però per tentare di fare un tempo eccezionale come quello di Wyatt la gara va gestita interamente in maniera molto decisa. Domenica ci saranno in gara atleti come Petro Mamu e Davide Magnini e mi aspetto una salita tiratissima”

Zinal chiude la sua prima giornata con lo spettacolo della presentazione degli Atleti Elites sotto il mega tendone che ha in programma la consueta serata musicale. Uno ad uno entrano sul palco le star internazionali della corsa off-road, con una sfilata aperta simbolicamente dai due monumenti Pablo Vigil e Ricardo Mejia e chiusa naturalmente dal fenomeno Burgada.

Intanto nel centro di Sierre il comitato organizzatore ha lanciato oggi una curiosa e divertente iniziativa, dei Tapis-Roulants a disposizione del pubblico,  per proporre i ritmi e le pendenze che i big tengono ed incontrano nei punti mitici della gara: Chandolin, Tignousa, il Weisshorn… perché capiscano cosa significhi per un Mamu, un Magnini o un Simpson, correre questa gara, con questi avversari, in questo contesto.

Seguiteci e vivete con noi il grande week end della Sierre Zinal e della Coppa del Mondo di Corsa in Montagna !

#sierrezinal #mountainrunning

guarda l’album completo della giornata (credit WMRA-Marco Gulberti)

Sierre Zinal 2019 - Press Conference & Elite Presentation