Storico successo a Selva di val Gardena per la coppia composta da Filippo Barazzuol – William Boffelli che, dopo avere regolato il binomio composto da  Patrick Facchini – Philipp  Goetsch, ha innescato il turbo e scritto una nuova pagina di storia della più importante gara scialpinistica in notturna.  2h56’59  sarà il nuovo tempo da battere nelle edizioni a venire. Seconda piazza per i “ragazzi di casa” Federico Nicolini – Federico Bacca (3h03’09”). Completano il podio Patrick Facchini – Philipp  Goetsch (3h04’09”).  Record anche al femminile per l’inedito duo composto da Laetitia Roux – Martina Valmassoi (3h32’37”).


Alle ore 18, illuminati dalle luci del tramonto, i 1300 concorrenti della 24ª edizione sono puntualmente partiti per lo spettacolare tour intorno al gruppo del Sella. Sci leggeri, frontali cariche e pelli veloci per la loro serata perfetta, quella che sogni durante i “lunghi” invernali e che, 650 squadre da 15 differenti paesi, hanno avuto la fortuna di vivere in prima persona.
Una vera e propria maratona, 42 chilometri con oltre 2700 metri di dislivello positivo che li ha portati a conquistare i quattro passi dolomitici:  Gardena, Campolongo,  Pordoi e  Sella, prima di tagliare il traguardo di Selva e potere dire di avercela fatta. I record da battere erano quelli 2018 siglati dagli svizzeri Martin Anthamatten/Werner Marti (3h04’30’’) e da Alba De Silvestro con Jennifer Fiechter (3h37’58’’).
Sfogliando la lista partenti, difficile azzardare un pronostico. Nella sfida maschile, sulla carta, tante squadre potevano giocarsi il successo:  Lanfranchi – Collé, Barazzuol – Boffelli, Facchini – Goetsch, Pasini – Antonioli  e D’Haene –Sert solo per citarne alcune.
Pronti, via e nessuna pretattica. Le migliori compagini hanno subito imposto un ritmo forsennato. Dopo il secondo posto alla Pierra Menta Filippo Barazzuol – William Boffelli si sono messi al comando con il preciso intento di incidere il proprio nome nell’albo d’oro. Un gap per loro che è aumentato nel corso della gara.
Alle loro spalle vera bagarre con i giovani atleti trentini Nicolini –Bacca che hanno ingaggiato un serrato testa a testa con Facchini – Goetsch. Super sfida anche tra i francesi D’Haene –Sert e gli italiani Lanfranchi – Collé.
Gara tutt’altro che scontata anche al femminile, ma chiusa con l’ennesimo record. Le favorite Laetitia Roux – Martina Valmassoi hanno  tagliato il traguardo  in 3h32’37” gestendo due scomode avversarie come le bresciane –Ghirardi – Balzarini.   Terze assolute Margit – Gelpi.

Credit foto organizzazione

Classifiche generali:

Selva di Val Gardena (Bz) Sellaronda Ski Marathon