A Paluzza (UD) nel cuore della Carnia, il 17 giugno si correrà la 11^ edizione dell’International Skyrace Carnia. Tra i sentieri del Monte Floriz e le trincee del Pal Piccolo si assegnerà il Campionato Italiano Master Sky 2018. 

Prosegue senza interruzioni il cammino dell’Aldo Moro Paluzza verso l’organizzazione della 11^ edizione dell’International Skyrace Carnia, competizione di skyrunning che partirà domenica 17 giugno dalla località “Laghetti” a pochi chilometri da Paluzza. I sentieri della Carnia, oltre ad assegnare i titoli tricolori Master della disciplina Sky nell’International SkyRace Carnia, saranno protagonisti anche per la 1^ edizione della Staffetta Skyrace Carnia.


Il percorso dell’International Skyrace Carnia parte dalla pista di fondo “Laghetti” situata otto chilometri a Nord di Paluzza. Da qui gli atleti si “arrampicheranno” per raggiungere inizialmente il Rifugio Marinelli passando per il Monte Floriz (cima Coppi del tracciato con i suoi 2184 m). Il percorso scenderà verso Passo Monte Croce Carnico e risalirà per la seconda ascesa, verso il Monte Pal Piccolo e Pal Grande. I concorrenti in questa fase attraverseranno il museo a cielo aperto della Grande Guerra. I partecipanti correranno a confine con il cielo tra le trincee, passeranno in luoghi carichi di fascino e straordinaria storia. Dopo questo salto nella storia il percorso inizierà a scendere per ritornare alla Pista “Laghetti”.
Da qualche settimana sulle pagine ufficiali della competizione http://skyracecarnia.it/ è possibile scaricare la traccia GPS per utilizzarla successivamente con gli smartphone e con gli orologi dedicati.


I monti della Carnia, immersi nella storia della Grande Guerra, oltre alla partecipazione dei migliori skyrunner in circolazione vedranno anche centinaia di appassionati avventurarsi lungo il percorso di 24,5 chilometri con 2004 m di dislivello positivo.
Lo scorso anno Matteo Piller Hoffer (Team Aldo Moro) e Lavinia Garibaldi (Timaucleulis), in una giornata dal meteo soleggiato, hanno vinto la 10^ edizione dell’International Sky Race Carnia.
Piller Hoffer, skyrunner di razza, già più volte piazzato in questa manifestazione, alla sua prima affermazione in carriera nella gara di casa, ha fermato il cronometro con il tempo di 2:44’51’’. Alle sue spalle Michael Galassi (Timaucleulis) e a completare il podio Paolo Lazzara (Team Aldo Moro).
Nella gara femminile, Lavinia Garibaldi ha chiuso con il tempo di 3:19’53’’ davanti alla campionessa locale Anna Finizio (Team Aldo Moro) e Cufer Ana (Slovenia) che sale sul terzo gradino del podio.

Programma

Ore 07.00 – Ritrovo e consegna pettorali in zona partenza
Ore 08.30 – Partenza gara: “International SkyRace Carnia” e “Staffetta SkyRace Carnia”
Ore 11.00 – Arrivo primi concorrenti
Ore 12.30 – Pranzo
Ore 14.30 – Chiusura gara e premiazioni

Durante e alla fine della manifestazione, in zona arrivo Intrattenimenti musicali, chioschi e cucina tipica.

 

Percorso

La lunghezza della gara è di 24,500 Km con un dislivello complessivo di 2.004 mt. Il percorso si snoda su sentieri di montagna con salite e discese impegnative, senza però passaggi di tipo alpinisitco. è previsto anche un percorso più breve di 19,900 Km che esclude il passaggio alla Cima Floriz e al rifugio Marinelli.
Al momento dell’iscrizione si dovrà specificare a quale gara si desidera partecipare: Percorso A km. 24,500 – Percorso B km 19,900; il pettorale di gara sarà di colore diverso.
In caso di sopravvenute condizioni atmosferiche tali da costituire pericolo per i concorrenti, a giudizio insindacabile della Giuria, in qualsiasi momento potrà essere modificato il percorso o sospesa o rinviata la competizione.