61esima candelina spenta allo storico Campaccio Cross Country, ben 1274 atleti al via dalle categorie giovanili fino a quelle assolute. Il maltempo e il freddo non hanno fermato gli atleti che si sono voluti sfidare sui prati di San Giorgio su Legnano.

Pubblico che fa la differenza anche con condizioni climatiche non del tutto favorevoli e platea gremita di tifo e incoraggiamenti.  Gare assolute caratterizzate dalla presenza di un cast stellare, al femminile duello delle connazionali keniane Rengeruk e Tirop. Arrivano assieme all’arrivo dopo una gara combattuta duramente insieme alle avversarie Alema e Obiri. Vittoria dunque per Lilian Rengeruk in 19:02 nel tracciato di 6km, seguita a ruota da Tirop e Alema.

Coraggiose e agguerrite le nostre azzurre della corsa in montagna Barbara Bani e Gloria Giudici. Dopo un tratto di gara corso assieme Barbara ha distanziato la compagna di squadra e si è andata a prendere un ottimo 13esimo posto.  Nonostante alcune difficoltà sul finale Gloria riesce ad ottenere la 18esima posizione.

E dopo la gara femminile è giunto il momento della sfida degli “extraterresti”: Chelimo, Kibet, Deriba, Moen nella gara assoluta maschile. Gruppo di testa che non molla e continui cambi di ritmo con una notevole volata in progressione per il keniano James Kibet che lascia tutti a bocca aperta e conclude i 10km del tracciato in 29:34. Sale sul podio anche il giovane etiope Tesfaye Deriba seguito dall’americano Paul Chelimo. Incredibile sesto posto per il giovane azzurro Yeman Crippa che ha cercato fino alla fine di tenere testa agli avversari.

Entra nella top ten il campione mondiale di corsa in montagna 2016 Joe Gray con la classe e la determinazione che lo contraddistinguono. Nonostante la disciplina diversa e il ritmo elevato tenuto dai suoi contendenti, Joe è riuscito a gestire la sua gara e a fermare il fatidico cronometro appena sopra la mezz’ora (30:16). Altro campione iridato al via è il nostro Francesco Puppi che con la tenacia che dimostra sempre è riuscito a passare dalla ventesima posizione a un dignitoso 17esimo posto. Tempo di 31:21 per lo struzzo di Guanzate che non riesce ad avere la meglio sull’avversario americano ma si conferma in ottime condizioni in vista della prossima stagione. Ottima prova quindi per le stelle della Corsa in Montagna mondiale da cui ci aspettiamo sfide notevoli e appassionanti nella prossima stagione.

Al link tutte le classifiche ufficiali:

CLASSIFICHE CAMPACCIO 2018

M. Coluccia

Ph. Luca Coluccia