Sabato 26 e domenica 27 agosto la Coppa del Mondo di Corsa in Montagna fa tappa a Susa in occasione della 29ma edizione del Memorial Partigiani Stellina. 

La WMRA World Cup race arriva in Piemonte dopo la Bolognano-Monte Velo ad Arco di Trento (28 maggio), Int. Muttersberglauf a Bludenz (Austria, 4 giugno), La Montée du Grand Ballon a Willer-sur-Thur (Francia, 11 giugno) e il Campionato mondiale di Premana (30 luglio). Al termine delle prime quattro prove in testa alla classifica mondiale ci sono l’azzurra Alice Gaggi (La Recastello Radici Group) e l’eritreo Petro Mamu, fresco campione mondiale delle lunghe distanze a inizio agosto.


E proprio Mamu avrà il pettorale numero 1 al via della “Stellina”: dopo aver vinto tutte le precedenti prove della Coppa del Mondo, il campione eritreo è a caccia dell’enplein in questa stagione. Per lui sarà il debutto sui sentieri della “Stellina”. A dargli battaglia troverà i più forti campioni azzurri, protagonisti attesi di una sfida che già si annuncia spettacolare sino a Costa Rossa, sui sentieri che furono teatro della battaglia partigiana delle Grange Sevine condotta dal Comandante Aldo Laghi, alias Giulio Bolaffi.
Ci saranno così tutte le star dei recenti Campionati Italiani di Pian delle Betulle, pronti a mettere in scena una rivincita della rassegna tricolore. Il campione europeo e campione italiano Xavier Chevrier (Atl. Valli Bergmasche) sfiderà gli amici-rivali gemelli Bernard e Martin Dematteis (Corrintime), testimonial di “SPORT E RESISTENZA“, progetto di corsa in montagna sui sentieri partigiani promosso e patrocinato dalla Regione Piemonte e sostenuto dal Comitato Regionale FIDAL Piemonte.

Bernard contro Xavier: si replica la sfida che ha infiammato Pian delle Betulle

Martin è il detentore del record del percorso; per Bernard la sfida con la ricerca del successo alla “Stellina” è invece ancora aperta. Il percorso è di sola salita quindi un rimescolamento delle carte e dei valori in campo è atteso. Al via anche Francesco Puppi (Atl. Valle Brembana), la medaglia d’argento ai mondiali di lunghe distanze proprio alle spalle di Mamu, e Alex Baldaccini (Atl. Valle Brembana), il quarto dei Campionati Italiani. Poi altro azzurro, l’altoatesino Hannes Perkmann (Sportler Team). La “Stellina” si fa poi internazionale con la presenza del miglior atleta della nazionale francese Julien Rancon, , degli sloveni Gasper Bregar e Miran Cvet, dell’austriaco Simon Lechleitner. Tutti hanno vestito la maglia delle rispettive nazionali e che ben si sono comportati nelle recenti rassegne internazionali, continentali e mondiali.

Petro Mamu e Francesco Puppi: il duello iridato di Premana (foto Marco Gulberti – corsainmontagna.it)

In campo femminile spicca la britannica Sarah Tunstall, terza ai recenti campionati mondiali di Premana e vincitrice della Coppa del Mondo nel 2015 quando trionfò alla “Montée du Grand Ballon” a Smarna Gora, giunse seconda a Asitzgipfelberglauf e quarta ai Mondiali di Betws-y-Coed. È lei l’atleta da battere ma le azzurre non sono da meno. Ecco allora al via la campionessa italiana Alice Gaggi (La Recastello Radici Group) che troverà la sua compagna di club Samantha Galassi, la terza della rassegna tricolore. Da tenere d’occhio anche Camilla Magliano (Pod. Torino), la rivelazione della stagione 2017 di corsa in montagna 2017 che a Susa ha vinto a fine luglio la K3. Al via anche un’affezionata della “Stellina”, l’azzurra di corsa in montagna e sci di fondo Antonella Confortola (Marathon Club Imperia) che qui a Susa conobbe il marito, anche lui campione di corsa in montagna, il neozelandese Jonatan Wyatt, fresco presidente della WMRA, che detiene il record di vittorie allo Stellina. Anche lui è annunciato a Susa e chissà che non possa regalarci qualche sorpresa…

La “Stellina 2017” sarà però la prima edizione senza colui che l’ha ideata, che l’ha resa una sua creatura organizzando sul suo percorso campionati italiani e mondiali. Adriano Aschieris, presidente dell’Atletica Susa prima e della Fidal Piemonte poi, non c’è più ma il suo spirito e la sua passione per la corsa in montagna sono vivi e saranno ben presenti nel fine settimana della Sua corsa. Ecco perché non poteva esserci decisione migliore che intitolare la prova finale del campionato regionale giovanile di corsa in montagna di sabato 26 agosto alla sua memoria, così come continuare il suo ricordo con la “Corri con Adri“, 1km in musica e allegria con partenza da Piazza Oddone, è il giusto omaggio a chi ha fatto della corsa la sua passione e ragione di vita.
Alle 18.30 sarà il Castello della Contessa Adelaide a fare da cornice alla cerimonia ufficiale di consegna dei pettorali ai top runner.

Domenica 27 agosto, al termine della prova competitiva, alle ore 11 circa, manifestazione partigiana a Costa Rossa in ricordo della battaglia delle Grange Sevine.

Ricordiamo che lo “Stellina”, che attraversa i territori di Susa, Mompantero, Venaus, Novalesa, prevede tre differenti percorsi:
•   – Juniores femminili: partenza da Susa (Arco di Augusto) – arrivo in località Braida (3750 mt. – dislivello +290/- 30 mt)
•   – Juniores maschili: partenza da Braida – arrivo a Costa Rossa (mt. 7280 – dislivello + 1155 mt)
•   – Pro/Sen/Sen Master maschili e femminili: partenza da Susa (Arco di Augusto) – arrivo a Costa Rossa (11030 mt – dislivello + 1450 / – 35 mt)