Si corre tra le viti dei vini pregiati di una delle regioni atleticamente più avanzate d’Italia: Il Trentino Alto Adige che grazie alla bontà dei suoi dirigenti sforna ogni anno manifestazioni d’interesse nazionale e internazionale. Dopo la Boclassic di Bolzano il 31 dicembre, l’appuntamento questa volta è sui prati di Villa Lagarina alle porte di Rovereto dove per la 37ª volta si corre il cross della Vallagarina uno dei momenti clou dell’inverno che anticipa di 2 settimane la Cinque Mulini.

Stefano La Rosa, al ritorno nel Cross di Vallagarina (Foto Fidal)

Stefano La Rosa, al ritorno nel Cross di Vallagarina (Foto Fidal)

Abbastanza folta la rappresentativa italiana con il “vecio” De Nard, l’emergente Fontana (ottavo negli under 23 di Belgrado), La Rosa, Chatbi, Floriani a Rachine. Interessante la presenza africana con Alex Kibet, keniano vincitore a Bruxelles degli ugandesi Kusuro e Busienei e dell’ucraino Matvychuck.
L'azzurra della Forestale Silvia Weisstener

L’azzurra della Forestale Silvia Weisstener

Tra le donne si segnala l’esordio nella campestre di Silvia Weissteiner, con La Barbera, Roffino, Rinicella, Epis,  Stefani, e Gaggi. Non possono mancare le africane Cheruto (Kenia) e Hirut (Etiopia)”,,20140111,post,http://www.corsainmontagna.it/notizie/cross-di-vallagarina-il-meglio-della-corsa-campestre-azzurra-e-non-solo-sbarca-in-trentino,http://www.corsainmontagna.it/wp-content/uploads/2014/01/cc7397a6-430a-44d1-991e-104bb78d5027.jpg|http://www.corsainmontagna.it/wp-content/uploads/2014/01/image.jpg|http://www.corsainmontagna.it/wp-content/uploads/2014/01/larosa_dublino.jpg,cc7397a6-430a-44d1-991e-104bb78d5027.jpg|image.jpg|larosa_dublino.jpg,/home/crsinmontsite/wp-content/uploads/2014/01/cc7397a6-430a-44d1-991e-104bb78d5027.jpg|/home/crsinmontsite/wp-content/uploads/2014/01/image.jpg|/home/crsinmontsite/wp-content/uploads/2014/01/larosa_dublino.jpg,57245|57244|57243,cc7397a6-430a-44d1-991e-104bb78d5027|image|larosa_dublino,|L’azzurra della Forestale Silvia Weisstener|Stefano La Rosa