badia-prataglia  

Un mese al via del Campionato del Mondo Trail di Badia Prataglia (Arezzo). Tra le “Foreste Sacre” si stanno allenando i migliori trailer internazionali. Gli “open” potranno correre anche nella spettacolare 80km.

Badia Prataglia, nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna, in queste settimane è diventata il centro del Mondo per quanto riguarda il Trail. Anche se mancano ancora alcune settimane al via del Campionato del Mondo Trail, il via sarà dato il 10 giugno, in questi giorni molti atleti, che battaglieranno per vincere la maglia iridata, hanno soggiornato a Badia Prataglia per visionare e prendere confidenza con i 49 chilometri che assegneranno i titoli mondiali. Il primo a correre lungo i sentieri del mondiale è stato l’inglese Tom Payn che è stato a Badia per tre settimane in primi giorni di Aprile. La scorsa settimana invece sono arrivati il campione del Mondo Luis Alberto Hernando e Miguel Cabalero, Hernando oltre a correre, seguendo le indicazioni di due fortissimi atleti locali come Cristian Caselli e Francesco Bianchini, ha incontrato anche alcuni alunni delle scuole medie di Poppi. Un’occasione per far conoscere agli studenti l’evento mondiale di Badia Prataglia, ma anche un piacevole confronto con un campione internazionale che ha raccontato di come si è avvicinato al trail e di quanto serva nella vita quotidiana praticare lo sport, a livello fisico ma soprattutto a livello mentale. Qualche giorno prima dell’arrivo dei due spagnoli, sull’Appennino tosco-emiliano era giunta anche la campionessa portoghese Sara De Brito. La fortissima trailer ritornerà a Badia il 12 e 13 maggio con tutta la nazionale portoghese. Sulle foreste casentine si è allenata anche Jennifer Asp della nazionale svedese. La nazionale italiana guidata da Paolo Germanetto sarà a Badia Prataglia dal 19 al 21 maggio, un momento fondamentale per la preparazione in vista della gara del 10 giugno. Il via di questo Mondiale Trail sulla distanza di 49 chilometri, sarà dato alle ore 8 della mattina del 10 giugno, gli atleti provenienti da oltre 35 nazioni correranno attraversando siti antichissimi come la Lama,  inoltre il Trail costeggerà la Foresta Integrale di Sasso Fratino, sito candidato a divenire Patrimonio dell’Unesco. I confini del Parco delle Foreste Casentinesi toccano 11 Comuni e comprendono le valli romagnole del Bidente, del Rabbi e del Montone, estendendosi in territorio toscano fino alle pendici del Monte Penna, dove sorge il celebre Convento Francescano di La Verna. Arroccato su una rupe calcarea, immerso in una selva lussurreggiante, il santuario è uno dei luoghi più intrisi di misticismo dell’intero Occidente, qui si ritirò in eremitaggio San Francesco e nell’estasi della preghiera ebbe le stimmate, miracolo tuttora rievocato con una festa solenne. Un’altro luogo sacro toccato dal trail è l’Eremo di Camaldoli fondato poco dopo l’anno Mille da San Romualdo, Camaldoli poi divenne uno splendido monastero. Il programma dell’evento oltre alla prova iridata di 49 chilometri (partenza ore 8) con 2700 metri di dislivello positivo, prevede la gara Open (aperta a tutti i tesserati) Sacred Forests Ultra Trail sulla distanza di 80 chilometri con 4200 metri di dislivello positivo che partirà alle prime luci dell’alba (ore 5). Alle ore 10:30 invece partirà il “Long Trail” sempre aperto a tutti i tesserati che si svilupperà sullo stesso percorso iridato. Nel pomeriggio quando i vincitori “mondiali” saranno già stati festeggiati alle ore 15 partiranno le due gare più brevi, 24 chilometri e 13 chilometri, con rispettivamente 1500 metri e 700 metri di dislivello positivo. Sempre alle ore 15 sarà dato il via alla EcoCamminata Nordic Walking. CMP, brand di abbigliamento sportivo del gruppo F.lli Campagnolo, ha deciso di legare la sua immagine all’evento trail dell’anno per tutti gli appassionati della corsa in ambiente naturale. Il 10 Giungo infatti a Badia Prataglia, in provincia di Arezzo, si correranno diverse distanze sotto l’egida del Trail Sacred Forest che oltre alle 4 distanze proposte nel 2016 (14km 25km 50km e 80 km), in questa 4a edizione ospiterà i Campionati del Mondo di Trail dove si sfideranno 300 atleti provenienti da 40 nazioni diverse con relativi accompagnatori e tecnici. L’evento richiamerà atleti in Toscana da tutto il territorio Nazionale spinti dalla possibilità per molti amatori di confrontarsi nelle gare open a fianco della competizione per eccellenza di disciplina. L’edizione 2017 sarà un evento unico nel suo genere. CMP ha deciso di a ancarsi all’organizzazione per i prossimi 3 anni con la volontà di iniziare un percorso di crescita che valorizzi da un lato il territorio del Casentinese, per farlo diventare un meta del turismo sportivo per eccellenza in Italia, e dall’altro per presentare la propria linea trail nei confronti dei media di settore a livello internazionale. A riprova del grande interesse che sta avvolgendo la prossima edizione, da Gennaio a Giugno, è possibile seguire su Sky il percorso di avvicinamento al grande appuntamento con 6 speciali curati da Icarus. CMP sarà all’interno di tutti i pacchi gara degli atleti delle diverse distanze con una maglietta tecnica in Dryarn creata appositamente per questa occasione e che celebra nella sua grafica l’unicità del Mondiale. Trail Sacred Forest così denominato per i suoi passaggi inediti nelle foreste secolari di uno dei Parchi Nazionali più belli d’italia e d’Europa, fino a pochi anni fa ancora inaccessibili al grande pubblico, e per il fascino e la spiritualità che si respira al loro interno. Il via di questo Mondiale Trail sulla distanza di 49 chilometri, sarà dato alle ore 8 della mattina del 10 giugno, ma quando manca esattamente un mese al colpo di pistola che sancirà la partenza della gara iridata, il Comitato Organizzatore, coordinato da Dimitri Bonucci, è già a pieni giri per allestire un evento sportivo che unisca agonismo, territorio e storia. «Eventi come il Trail Sacred Forest, che si tiene in uno dei boschi più belli d’Italia, sono elementi di grande soddisfazione per la nostra Agenzia, da tempo impegnata nella promozione del turismo naturalistico e sportivo». Ha commentato Alberto Peruzzini, direttore di Toscana Promozione Turistica. «Appuntamenti come il mondiale Ultra Trail – ha continuato Peruzzini – rappresentano infatti, altrettante occasioni per far scoprire il nostro territorio e per dare ai turisti sempre nuove motivazioni per tornare in Toscana». Il CMP Trail Sacred Forest rientra in un quadro molto più ampio di partnership che lega il brand del Gruppo F.lli Campagnolo al mondo della corsa. CMP, che ha trovato nel Top Runer Marco Olmo il proprio Brand Ambassador, sarà presente in vari eventi e manifestazioni, ha dato vita a un proprio team di atleti e l’8 Ottobre 2017 si terrà la seconda edizione del CMP Trail.