16 settembre 2016 – Gli azzurri del Mountain Running Italian Team e le loro belle medaglie del weekend iridato di Sapareva Banya splendono ancora una volta in un presumibilmente anonimo giovedì di settembre. Nella giornata di ieri si sono chiuse le aste benefiche con cui i nostri atleti hanno voluto dare il loro contributo per sostenere la ricostruzione del Centro Italia dopo il recente terremoto. Alcuni dei ragazzi, solo poche ore prima che la terra tremasse, avevano corso la storica e importante corsa su strada in salita “Amatrice Configno”. Aiutare chi improvvisamente ha perso tutto, cercando di “sfruttare” il volano dei successi sportivi, magari aiutando Amatrice a ripartire grazie anche allo sport… e – perché no? – con l’atletica! thumb_img_9665_1024 Una settimana di rilanci e controrilanci da parte di tifosi, società sportive, gruppi di amici a far colletta, organizzatori di note manifestazioni del calendario nazionale della corsa in montagna! Il mondo della corsa ha dimostrato di aver capito la bontà dell’iniziativa degli azzurri ed è stato generoso! thumb_img_9627_1024 Si sono raccolti 3.387 euro, per una media di quasi 340 euro per ciascuna maglia gara messa all’asta. I sei atleti del team maschile (argento mondiale alle spalle degli USA per un solo punto!) e le quattro golden girl, campionesse del mondo, hanno donato le loro maglie gara del mondiale di domenica (personalizzate con pettorale e autografo) e il popolo degli appassionati ha risposto con prontezza! thumb_img_9700_1024 Nel dettaglio, i nostri – in una gara in cui tutti vincono – hanno raccolto: XAVIER CHEVRIER / EUR 555,00 ALEX BALDACCINI / EUR 282,00 NICOLA SPADA / EUR 416,00 SARA BOTTARELLI / EUR 514,00 MARTIN DEMATTEIS / EUR 312,00 ANTONELLA CONFORTOLA / EUR 276,00 FRANCESCO PUPPI / EUR 246,00 BERNARD DEMATTEIS / EUR 283,00 ALICE GAGGI / EUR 201,00 VALENTINA BELOTTI / EUR 302,00 I fondi raccolti verranno interamente destinati alle popolazioni colpite, attraverso la “Associazione Configno”, consesso sportivo organizzatore della manifestazione “Amatrice Configno” e sicuro protagonista della ricostruzione. thumb_img_9704_1024