Podio della prima tappa con Massimo Galliano e Massimo Leonardi

Ana Nanu quasi senza rivali nella prima di cinque prove

Domani si corre a Soraga

regazzoni_galliano

La Val di Fassa Running Volvo, nell’omonima vallata dolomitica trentina, ha alzato il sipario oggi con 450 appassionati in griglia di partenza a Moena, e il debutto è stato con il botto…vincente per il runner bergamasco Andrea Regazzoni. Alla sua prima volta nel Giro Podistico a tappe e dopo una gara sempre corsa ad alto ritmo, Regazzoni si è concesso il lusso di tenersi dietro il quotato Massimo Galliano e l’atleta di casa Massimo Leonardi. Dopo la simpatica ouverture apripista de “Gli Scariolanti di Ravenna”, tutti al passo spingendo sui manici delle loro carriole, la prima tappa è decollata dalla zona del Centro Polifunzionale Navalge di Moena e per 1,5 km circa si sono sciolte le gambe in piano lungo la pista ciclo-pedonale in uscita dal paese. Dopo aver attraversato il ponte sul torrente Avisio, lo sterrato ha chiamato all’appello le lepri Galliano e Regazzoni che hanno iniziato il proprio show puntando la frazione di Forno. In salita il bergamasco “tirava come un matto”, come ha commentato il rivale Galliano, e i due hanno continuato praticamente appaiati fino allo scollinamento del 7° chilometro, con Leonardi che comunque non mollava la presa . In discesa le ginocchia dei due di testa hanno tenuto alla grande e percorso il primo sentiero di rientro verso Moena, Regazzoni faceva ancora la voce grossa, ma Galliano, vincitore delle passate tre edizioni della Val di Fassa Running Volvo, non mollava un centimetro. Ancora sterrato e bosco nei pressi della strada per il Passo San Pellegrino e giù di nuovo verso il traguardo, con una volata vincente chiamata da Regazzoni a poche centinaia di metri dall’arco di chiusura. “Meglio non poteva andare – ha commentato a caldo il runner della Val Brembana – in discesa ho tirato parecchio ed ora occorre recuperare al meglio e velocemente per domani.” podio_masc1 La prova odierna misurava 11,6 km e per 11,6 km Ana Nanu è stata davanti a tutte nella “Running Volvo” in rosa. L’atleta italo-romena ha messo subito in chiaro di voler tornare quest’anno sul primo gradino di quel podio finale che lo scorso anno la vide di bronzo vestita. Oggi la Nanu non ha avuto praticamente pietà di Mirella Bergamo, trentina campionessa in carica finita terza a quasi 2’, e della svizzero-torinese Sarah Aimee L’Epee, compagna di team di Galliano. “Ho corso per tutta la gara insieme agli uomini, mi sento bene e mi sono iscritta per arrivare più in alto possibile”, ha commentato la Nanu a fine mattinata e domani sarà senza dubbio agguerrita più che mai per confermarsi in vetta alla provvisoria, Bergamo e L’Epee permettendo. podio_femm La tappa di domani, lunedì 23 giugno, si snoderà tra Soraga, Vigo di Fassa e alcune frazioni come Larcioné e Tamion, con quest’ultima da raggiungere dopo una erta al 16% di pendenza. Da non sottovalutare nemmeno la discesa di rientro al traguardo, ancora a Soraga nei pressi del lago dopo 12,4 km complessivi. Ci si può ancora iscrivere in loco domani fino a 30 minuti prima del via, previsto alle 9.30. Alle 9.00 ci sarà la partenza della categoria Camminatori. La Val di Fassa Running Volvo, organizzata dall’AS Val di Fassa Running con a capo Francesco Cincelli, prosegue poi con altre due tappe i giorni 24 e 26 giugno, prima del tappone finale Canazei-Col dei Rossi del 27 giugno, con la chiusura ai 2400 metri di quota nel cuore della Ski Area Belvedere. Info: www.valdifassarunning.it