15 settembre 2013 – Il tempo di spostarsi da Interlaken a Saalfelden Leogang, dalla Svizzera all’Austria. Il tempo di chiudere al secondo posto la Jungfrau Marathon e poi presentarsi al via della 5. Asitz Summit Mountain Run e fare meglio nella prova del WMRA Grand Prix. Iridato 2012 al Tonale, l’eritreo Petro Mamo è il grande protagonista di questo fine stagione della corsa in montagna.

La top ten di giornata con gli italiani Manzi (sesto )e Abate (decimo)

La top ten di giornata con gli italiani Manzi (sesto )e Abate (decimo)

In Austria è tripletta eritrea, con Mamo a vincere in 46’01” con 28″ di margine sul ventunenne Yossief Tekle, già iridato juniores nel 2010. Terzo Azerya Teklay Woldemariam, staccato di 53″. Poi l’Europa, con lo svizzero David Schneider a rimanere comunque assai vicino e a chiudere quarto a 1’12″(47’13”). Quinto lo sloveno Mitija Kosovelj, staccato di 3’34” (49’35”), sesto il migliore degli italiani in gara, Emanuele Manzi 49’55” (Forestale) staccato di 3’54”. Tra i migliori dieci anche l’austriaco Simon Lechleitner, lo sloveno Nejc Kuhar e l’ex recordmen del tracciato, l’austriaco Alexander Rieder e poi Gabriele Abate (Gs Orecchiella), dunque decimo in 51’11”. Per l’azzurro classifica finale ancora aperta in vista dell’appuntamento finale in Slovenia, il 5 ottobre prossimo, con la classica Smarna Gora. Quindicesimo invece in 55’29” Massimiliano Di Gioia (Atl. Palzola).
Uno scorcio di Leogang

Uno scorcio di Leogang

Al femminile, gran bel duello tra Mateja Kosovelj (Slovenia) 56’37” e l’azzurra Antonella Confortola. La forestale trentina, dopo 57’10” di gara deve cedere di una trentina di secondi al bronzo continentale, con la ceca Iva Milesova a completare il podio, ma con distacco di 3’35”. Quarta l’austriaca Susanne Maier, che domina la categoria juniores, laddove al maschile lo sloveno Rok Bratina, dodicesimo assoluto in 52’32”, precede invece il favorito rumeno Andrei Leanca, quarto a Borovets ai Campionati Europei.
Top six femminile con l'italiana Confortola ottima seconda

Top six femminile con l’italiana Confortola ottima seconda