Domenica 28 luglio il Giir di Mont festeggia il 21° capitolo Skymarathon di 32 km e Mini SkyRace di 20 km tra gli alpeggi

Esclusivo omaggio marchiato Crazy Idea per chi taglierà il traguardo finale

Premana, terra di skyrunning, forbici e coltelli

Correre in montagna a Premana è tradizione. Il Giir di Mont vanta oltre venti capitoli di gloriosa storia sportiva e quando si parla di skyrunning di livello mondiale non si può non passare per il paese lecchese, per la Valsassina e la Valvarrone. L’evento organizzato dall’esperto e competente team dell’AS Premana sarà quest’anno al via domenica 28 luglio e sarà anche penultima prova del prestigioso circuito La Sportiva Gore-Tex® Mountain Running® Cup. Quando mancano esattamente due mesi dal via, risulta difficile stilare pronostici per quanto riguarda classifiche, vincitori e vinti. Si parla della presenza pressoché sicura di importanti squadre come il Team Crazy, il Salomon Team e il Team La Sportiva, ma ciò che risulta fin da ora certo è che il tasso di divertimento e di spettacolo in alta quota sarà notevole. Il percorso è quello classico di 32 km, che abbraccia i dodici alpeggi del territorio di Premana e regala ai corridori in cielo un impegnativo dislivello di 2.400 metri. Sentieri sconnessi in quota e passaggi angusti si alternano a sgambate attraverso la vegetazione montana (il punto più alto è la Bocchetta Larec a 2.063 metri) e transiti ad alto contenuto panoramico. Il Giir di Mont – lo dimostra anche il glorioso passato nei massimi circuiti mondiali di questa disciplina – è indubbiamente una gara per specialisti e pro dello skyrunning, ma da sempre appassiona tutti i corridori in montagna, che non vogliono lasciarsi sfuggire l’occasione di arrampicarsi tra gli alpeggi di questa parte di provincia lombarda e godere di una giornata unica. Serve allenamento, questo è certo, ma “ne vale la pena”, come in tanti commentano sempre a fine gara, perchè l’atmosfera che si respira al Giir di Mont è magica, anche nella Mini SkyRace di 20 km e 1110 metri di dislivello, che fa contenti davvero tutti. E per stuzzicare ancora maggiormente la voglia di skyrunning di chi magari fosse indeciso se prendere parte o meno al 21° Giir di Mont, gli organizzatori premanesi svelano il prezioso pacco gara che andrà a tutti gli iscritti e che sarà composto da un utilissimo zainetto Ghost griffato CAMP e un paio di calze Oxyburn, mentre per i partecipanti alla Mini ci sarà lo zainetto Kinetic assieme alle calze Oxiburn personalizzate Giir di Mont. Oltre a ciò, ed è questa una novità assoluta 2013, tutti coloro che taglieranno il traguardo del Giir di Mont riceveranno una t-shirt esclusiva con la prestigiosa stampa Finisher creata per l’occasione da Crazy Idea, un’icona sicuramente ambita da tutti gli skyrunners. Si tratta di un capo tecnico di pregevole fattura dove vengono utilizzati materiali confortevoli e gradevoli che lasceranno i runners soddisfatti, oltre a lasciare a tutti un ulteriore bel ricordo dell’evento di Premana. Il comitato ha pensato di sostituire i premi a scalare destinati ad ogni concorrente all’arrivo con questa prestigiosa t-shirt, ogni atleta così potrà vantare di aver portato a termine una gara importante come il Giir di Mont. Il limite massimo delle iscrizioni al Giir di Mont 2013 è stato fissato in 500 partecipanti, mentre per la Mini si accettano fino a 300 registrazioni. L’ultimo giorno per registrarsi è il 24 luglio. Il paese di Premana è conosciuto in tutto il mondo per i suoi coltelli e forbici. La ricchezza di ferro del sottosuolo e la vicinanza con il Ducato Milanese permise al borgo di svilupparsi nel settore dell’artigianato già nel XII secolo. Le vicende storiche portarono successivamente i premanesi ad emigrare verso la Repubblica Veneta e portare con sé la propria arte metallurgica. Negli anni ’50 del secolo scorso, Premana vide un forte sviluppo della sua arte artigiana e oggi anche le più piccole aziende, quasi esclusivamente composte da nuclei familiari, sono un portento anche a livello mondiale. Info: www.aspremana.it