La finale della Ultra  Skyrunner ® Series alza il sipario sui 73 km della “Course des Templiers”  a Millau, in Francia il 28 ottobre, competizione storica giunta alla 17^ edizione, che ha segnato l’avvento del mondo del Trailrunning in Francia e in Europa. Domenica la gara assegnerà il titolo di campione di Ultra delle Skyrunner Series anche al femminile, in quanto al maschile la coppa di specialità è già saldamente nelle mani dell’immenso Kilian Jornet, non partente ai Templari. Tra le donne il cast risulta essere di livello altissimo, se si pensa che la lotta è aperta fra tre atlete che già all’Ultra Cavall del Vents, il mese scorso, terminarono la loro fatica con un gap di soli 2’30” su oltre nove ore di gara. Attenzione quindi alla neozelandese Anna Frost, alla spagnola – ma forse meglio dire “catalana”- Nuria Picas, e alla svedese Emelie Forsberg, vincitrice delle SWS in Malesia. Ma la vittoria non si limiterà ad essere un discorso “a tre”, infatti, anche se non in lizza per il titolo di Campione di Ultra, al via si presenteranno la vincitrice della scorsa edizione, la francese Maud Gobert, l’esperta britannica Lizzy Hawker, senza dimenticare le italiane Silvia Serafini e Francesca Canepa. Andy Symonds britannico trapiantato in Francia, è il logico favorito al maschile in virtù della vittoria, qui, nel 2011. Attenzione anche allo scozzese Tom Owens, già sul podio finale delle World Series, dopo la finale malesiana. Occhio anche a Terry Conway, costretto al ritiro al Ultra Cavalls del Vent, è pronto per un altro colpo a un grande evento internazionale. Lo spagnolo Miguel Heras, anch’egli fermatosi anzitempo al Cavall del Vents per problemi fisici, torna ai Templari con gran voglia di riscatto. Tra i corridori francesi dell’ultra Trail, spazio al talento di Francois d’Haene, quarto alla Transvulcania e  sesto l’anno scorso, affiancato dal compagno di team (Salomon), Greg Vollet. Thomas Lorblanchet, vincitore di tre edizioni e secondo lo scorso anno, non parteciperà a causa di infortunio. Altri assenti di lusso, in classifica nelle Ultra Series, alla fine di una lunghissima stagione agonistica iniziata a metà maggio a La Palma con la Transvulcania, sono la stella americana Dakota Jones, il tedesco Philipp Reiter e l’italiano Giuliano Cavallo. Fra gli “outsiders” troviamo la coppia Stephanie Jimenez (Francia) e Fulvio Dapit (Italia),  moglie e marito nella vita, entrambi convertitisi di recente al mondo delle Ultra. Al via anche il mito, per moltissimi, delle Ultra trail, ovvero il nepalese Dawa Sherpa, insieme ad una lunga lista di corridori francesi di prim’ordine.

Un passaggio sotto l' "arco dei Templari"

Alla competizione francese partiranno ben 2500 trailers,  che si troveranno ad affrontare un totale di 3.200 metri di salita e salita lungo 73 km e una previsione di … temperature molto basse. Il percorso roccioso lungo i sentieri e i segreti dei Templari promette di chiudere la stagione nel modo migliore possibile, la competizione verrà seguita con dirette Twitter “live” dai più importanti siti di trail e skyrunning del mondo del web. Foto da http://www.skyrunning.com/