16 agosto 2012 – Dominio sloveno certo, ma anche qualche bel nome “preso in prestito” dallo sci di fondo azzurro… In una clima fresco e soleggiato, giornata splendida per la corsa, si è svolta a Camporosso-Tarvisio la 19° staffetta alpina del Monte Lussari. La staffetta si compone di tre frazioni: la prima di sola salita da Camporosso fino al santuario del M.te Lussari (5.750 km con dislivello di 970m circa), la seconda di discesa da Camporosso alla Val Saisera (circa 7 km con 910m di dislivello) e l’ultima praticamente pianeggiante (7 km circa) con rientro a Camporosso. Il percorso della prima frazione è stato variato nel tratto finale, poco prima del traguardo, a causa di lavori in corso. 66 le formazioni a tre componenti che si sono date battaglia, e 63 i concorrenti individuali che hanno percorso in solitaria l’intero tracciato. Nomi di prestigio della corsa in montagna slovena ed italiana hanno sfilato nei boschi di Tarvisio; tra questi citiamo i fratelli Kosovelj, Alic Simon e Mrak Valerija (già “nazionali” sloveni della specialità), Pivk Tadei forte skyrunner reduce dalla prestigiosa vittoria alla Orobie Skyraid, oltre a Giorgio Di Centa alle prese con una specialità non propriamente sua ed in fase di recupero dopo un infortunio. Tra le formazioni maschili netta affermazione della squadra slovena TK Kobarid (1h24’35”), sebbene nella prima frazione un Pivk Tadei (US Aldo Moro Paluzza -41’07”) in gran forma sia giunto per primo  al cambio lasciando 1’19” all’inseguitore Alic Simon (TK Kobarid) e 2’34” a Piccoli Alessandro (US Aldo Moro Paluzza) giunto terzo. La frazione di discesa vede il recupero della formazione TK Kobarid con Oblak Peter che sul filo di lana riesce a cambiare al comando registrando il miglior tempo di discesa con 19’14”; secondo tempo di frazione per Puntel Giuseppe (Timaucleulis) 19’20”. Nella terza frazione più pianeggiante Kosovelj Mitja (22’55”) fa il vuoto portando la sua formazione per prima al traguardo; secondo tempo di frazione per Primus Marco (Timaucleulis) con 24’33”. Al secondo posto si classifica la formazione A dell’ US Aldo Moro Paluzza con Pivk-De Reggi-Cargnelutti (1h26’45”). Terza piazza per la formazione B dell’ US Aldo Moro Paluzza con Di Centa-Mukhidinov-Nazzi (1h29’34”). Anche tra le formazioni femminili netta vittoria di una formazione slovena (SD Nanos) con Kosovelj Mateja (salita 47’28”), Mrak Valerija (discesa 22’27”), Fortin Aleksandra (piano 27’17”); seguita al secondo posto dalla formazione del Timaucleulis  Spangaro Carla (salita 54’49”), Ursella Laura (discesa 24’31”), De Martin Topranin Virginia (piano 27’20”). Per quest’ultima atleta, promettente fondista che si diletta con la corsa in montagna durante la stagione estiva, il riscontro cronometrico risulta curiosamente essere identico a quello dell’anno precedente.

L'azzurra Virginia de Martin , protagonista sul Monte Lussari

Nella gara individuale vittoria al femminile per Paola Romanin (US Aldo Moro Paluzza -1h57’02”) seguita da Maria Teresa Ronchi (Atl. Dolce Nord-Est – 2h11’47”) e Marinella Borghes (Gruppo Marciatori Gorizia – 2h15’04”). La gara maschile vede primo al traguardo Moretton Andrea (GP Livenza- 1h40’01”), seguito da Chiaradia Matteo (Velox Paularo – 1h45’19”) e Chinese Tarcisio (US Aldo Moro Paluzza – 1h48’08”). Tutte le classifiche al sito: http://www.ustositarvisio.it/RITORNACLASSSTAFF.htm