Temperature record, oltre i 30 gradi, hanno condizionato l’edizione 2012 della Maratona di Boston. Il podio sia al maschile che al femminile è stato monopolizzato dagli atleti keniani. A trionfare è stato Wesley Korir che ha superato nel finale Levy Matebo poi finito secondo. Per i due tempi di 2h12’40” e 2h13’06” a testimonianza delle condizioni veramente proibitive. Terzo posto per Bernard Kipyego che era stato con la coppia di testa fino al quarantesimo chilometro. Sorpresa di giornata la quarta piazza dell’americano Jason Hartman 2h14’31”. Lontani anni luce i tempi fatti segnare lo scorso anno; edizione in cui trionfò  Geoffrey Mutai con l’incredibile tempo di 2h03’02”, record mondiale che non potè essere ratificato per il dislivello e lo sviluppo della gara americana (stesso discorso della Roma-Ostia ndr).

In campo femminile, grazie ad una strepitosa progressione finale, si impone la keniana Sharon Cherop 2h31’50”, con due soli secondi di vantaggio sulla connazionale Jemima Jelagat Sumgong. Terza, più staccata Georgina Rono accreditata con il tempo di 2h33’09”.

Classifica femminile (Prime 10 posizioni)

1.Sharon CheropKEN2:31:50
2.Jemima Jelagat SumgongKEN2:31:52
3.Georgina RonoKEN2:33:09
4.Firehiwot DadoETH2:34:56
5.Diana SigeiKEN2:35:40
6.Rita JeptooKEN2:35:53
7.Mayumi FujitaUSA2:39:11
8.Nadezdha LeontevaRUS2:40:40
9.Svetlana PretotFRA2:40:50
10.Sheri L. PiersUSA2:41:55

Classifica maschile (Prime 10 posizioni)

1.Wesley KorirKEN2:12:40
2.Levy MateboKEN2:13:06
3.Bernard KipyegoKEN2:13:13
4.Jason HartmannUSA2:14:31
5.Wilson ChebetKEN2:14:56
6.Laban KorirKEN2:15:29
7.Michel ButterNED2:16:38
8.David BarmasaiKEN2:17:16
9.Hideaki TamuraJPN2:18:15
10.Mathew KisorioKEN2:18:15