A Rieti, nella fase regionale dei Cds dei 10000 metri, Riccardo centra il minimo per gli Europei under 23, ma cresce pure il primo dei gemelli cuneesi. Sulla loro scia si migliora anche Bernard. Un buon 10000, quello vinto da Andrea Lalli oggi, nel tardo pomeriggio, a Rieti. Fase regionale laziale dei Cds della specialità trasformatasi però, come spesso accaduto negli ultimi anni, in appuntamento aperto anche ad atleti altrove tesserati, ma qui a caccia di trenini buoni per cercare di migliorarsi. Il molisano delle Fiamme Gialle a vincere dunque in un 28:48.93 che non lo soddisfa appieno, chiudendo davanti al compagno di squadra Ahmed El Mazoury (29:12.84) e all’aviere Domenico Ricatti (29:27.25). Sulla scia dei migliori sfiora il personale anche Riccardo Sterni, che con il suo 29:43.87 chiude settimo, centrando però soprattutto l’obiettivo di scendere sotto il minimo federale per i Campionati Europei under 23, fissato in cinque secondi più dei trenta minuti. Un risultato importante per il triestino, ottenuto indossando per la prima volta la maglia del CS Esercito. Se scendere sotto i trenta minuti era l’obbiettivo di Martin Dematteis, Rieti regala belle soddisfazioni al gemello cuneese, che chiude in 29:54.33. Si migliora anche Bernard, che di poco manca l’abbattimento dello stesso muro: per lui arriva un 30:10.51, diciassette secondi in meno rispetto a quanto da lui realizzato due settimane fa. Raccontare il 10000 metri reatino dei gemelli Dematteis significa infatti anche dare conto dell’errore in cui pure noi eravamo incorsi, leggendo classifiche ufficiali solo nei giorni successivi poi corrette: anche a Santhià, infatti, più bravo era stato Martin (30:12.24) rispetto a Bernard (30:27.98). Raccontare il loro miglioramento odierno, significa però anche e soprattutto immaginare che la loro corsa, oggi, sia stata un intenso affollarsi di emozioni, con nel cuore il sorriso dell’amico Michele Peyracchia tragicamente scomparso soltanto una settimana fa. Da Rieti ci si sposta a Treviso, senza però abbandonare i Cds di corsa e i 10000 metri. In occasione dell’8° Atletica Triveneta Meeting a vincere la prova maschile è infatti volto noto della nostra corsa in montagna, Abdoulla Bamoussa (Atl. Brugnera), nell’occasione capace di realizzare un buon 30:26.09. Nella stessa prova, molto bravo anche lo juniores Dylan Titon (Assindustria Padova), quinto in 31:59.63. Ancora juniores, ancora pista, ma 3000 siepi in luogo dei 10000, e dare così in coda conto anche dei miglioramenti di Andrea Pelissero (Atl. Susa) e Alberto Martino (Atl. Saluzzo): A Santhià, nella giornata di ieri, il primo scende sino a 9.42.1, il secondo ferma i cronometri su d un bel 9:49.7