Successi di Iachemet e Manzi Una stupenda giornata di sole ha fatto da cornice alla 9^ edizione della Soltn-Berghalbmarathon, maratonina in montagna con un dislivello complessivo di circa 500 metri che si snoda sull’altopiano sovrastante l’abitato di San Genesio (Bz). Cielo sereno che contrastava l’abbondante pioggia caduta i giorni precedenti la gara rendendo il tracciato piuttosto fangoso. Quasi duecento i partecipanti che si sono cimentati in quella che è ormai diventata una classica di fine stagione ed ha visto tra i vincitori campioni del calibro di Johnatan Wyatt, Marco Gaiardo, Antonio Molinari e Lucio Fregona. Quest’anno i favori del pronostico erano per l’idolo di casa Hannes Rungger, vincitore lo scorso anno ed in preparazione per la maratona di Carpi, ed Emanuele Manzi reduce da una buona prestazione ai Campionati Mondiali. Dopo la partenza erano subito i due a dettare il ritmo ma dopo circa 2km, sulla prima discesa tecnica, Manzi accumulava una decina di secondi di vantaggio. Da questo punto in poi il rappresentante del Gruppo Sportivo Forestale ha continuato solo, aumentando il proprio vantaggio sino a giungere al traguardo in 1h14’36” con 3’35” su Rungger 1h18’12”. Il portacolori dell’Atletica Brugnera un po’ in difficoltà nell’ultima discesa, piuttosto scivolosa, ha dovuto controllare il recupero di Rudi Brunner (SC Meran Marathon) che chiude il podio in 1h18’25”. A seguire Quarta Luca (Atletica Trento) 1h20’10”, Gabriel Karntusch 1h20’53” (SV Jenesien) e Steiner Anton 1h22’00”(Rennenclub Vinschgau). In campo femminile vittoria di Francesca Iachemet (Atletica Trento) in 1h32’10”, alle sue spalle ottima prova di Edeltraud Thaler (Telmekom Team Sudtirol) staccata di 1’09”, bronzo per Gertraud Hollrigl giunta con un ritardo di 9’17” e un tempo di 1h41’28”. Quarto posto per Irene Senfter 1h 43’18”(SV Jenesien), seguita da Birgit Klammer (Atletica Gardenia) 1h45’03” e Angelica Huber 1h45’56” (SC Meran Marathon).