Presentata oggi alla stampa

A sole due settimane dalla Valmalenco – Valposchiavo, prova unica di Campionato Europeo FSA, gli skyrunner nazionali e locali potranno testare gambe e condizione atletica sul tracciato sondalino della kermesse griffata Atletica Alta Valtellina “4 Passi in Casa Nostra”. Riprendendo il nome di una vecchia gara paesana, il comitato organizzatore ha voluto subito puntare in alto: «Il nostro progetto è portare in paese una gara che dia lustro al Comune di Sondalo – ha esordito Luca Pozzi, uno degli ideatori della manifestazione -. Per farlo ci siamo attivati, pensando ad un tracciato non troppo lungo e corribile che sia adatto sia ai big della specialità, ma anche ai neofiti. Con questa iniziativa piacerebbe, infatti, riuscire ad avvicinare alcuni giovani della zona allo skyrunning. Quello 2007 sarà una sorta di test event. In futuro potremmo anche affiancare a questa gara un tracciato più breve riservato agli atleti più giovani e ai non agonisti». Con uno sviluppo di 18.7km – dislivello positivo 1450m -, un tracciato vario e non tecnicissimo, vi sono  le premesse per un brillante esordio: «Abbiamo cercato di toccare alcuni dei posti più belli e suggestivi della zona- ha continuato Pozzi – Per farlo siamo andati a riscoprire dei sentieri ormai caduti in disuso. “4 Passi in Casa Nostra” servirà quindi a far conoscere Sondalo e le  sue montagne non solo agli atleti di fuori, ma agli stessi sondalini». Nonostante sia alla prima edizione, non mancheranno i nomi di spicco del palcoscenico internazionale. Attualmente impegnato nella gara a tappe siciliana, meglio conosciuta come Vulcano Trail, il pluri vincitore di Kima, Trofeo Scaccabarozzi e Sentiero Quattro Luglio Mario Poletti ha già confermato di esserci. Come lui, pure l’orobico Fabio Bonfanti: «In vista della Valmalenco – Valposchiavo, questa gara mi servirà a trovare la giusta condizione  – ci ha confidato la stella del San Pellegrino Skyrunning -. In questo periodo sto davvero bene e, anche se molto dipenderà dal livello della concorrenza, l’obiettivo è quanto meno il podio». A contender loro la prima piazza troveremo i lecchesi Carlo Ratti, Carlo Bellati e il locale Massimiliano Zanaboni: «Proprio in questi giorni ho provato il tracciato di gara e l’ho trovato davvero bello – è stato il suo commento -. Anche se negli ultimi anni mi sono rivolto a competizioni sicuramente più brevi, in quest’ultimo periodo ho intensificato i carichi di lavoro per ben figurare nella gara di casa». Se ancora da confermare è la presenza del forestale Lucio Fregona, nella gara in rosa – causa infortunio – purtroppo mancherà la sondalina Laura Besseghini. Sostenuta da Provincia, Comune, Comunità Montana e BIM, questa nuova gara sembra quindi avere le carte in regola per diventare una classica della specialità.

ALCUNE DICHIARAZIONI:

Carlo Fognini “Assessore allo Sport della Provincia di Sondrio” «Questa è sicuramente una manifestazione da elogiare . Attraverso la promozione di un evento sportivo, “4 Passi in Casa Nostra” porterà alla pubblicizzazione e soprattutto alla manutenzione di percorsi e luoghi, aprendoli a più ampia fruibilità».     

Gianluca Sertorio “Assessore allo Sport della Comunità Montana Alta Valtellina”: «Sondalo è troppo spesso visto come un comune periferico. Questa sarà una ghiotta occasione per rivalutarlo e farlo conoscere anche da un punto di vista sportivo e turistico. Mi auguro che la manifestazione abbia un buon esito e che in futuro possa entrare in circuiti di livello nazionale».

Maria Colamartino “Assessore allo Sport Comune di Sondalo”:  «La ripresa di una manifestazione podistica nella quale si riconoscevano tutti i sondalini è per noi motivo d’orgoglio. Come se non bastasse, questa nuova formula consentirà di fare conoscere aspetti paesaggistici della zona attualmente non valorizzati».

Adriano Greco “Dirigente Atletica Alta Valtellina”:  «Il tracciato è molto bello e articolato in più salite e discese. Ottimo per iniziare la stagione».

Dott. Giulio Rossi “Responsabile del Centro Medicina dello Sport di Sondalo”: «Grazie a questa iniziativa, metteremo la nostra professionalità a disposizione degli atleti. Il nostro è un centro molto conosciuto, apprezzato e in continuo sviluppo. Vista la disponibilità del comitato organizzatore faremo dei test gratuiti su atleti presi a campione in modo da fotografare il loro attuale stato di forma  e dare loro dei validi consigli dal punto di vista scientifico».                                                                      

                                                                    Maurizio Torri

                                                                                                                      (Addetto Stampa della Manifestazione)