1^ edizione ad Antonio Molinari e Lara Bonora fra gli individuali e a Gianfranco Marini e Daniele Cappelletti nelle staffette

La prima edizione della Rampa, andata in scena domenica mattina a Zambana Vecchia (TN), ha riscosso un buon successo sia a livello quantitativo che qualitativo. 174, infatti, i concorrenti che hanno affrontato i 2000 m di dislivello da Zambana Vecchia alla Cima Paganella in solitaria, 13 le staffette dove per il primo frazionista il dislivello era di 900 m, con partenza sempre da Zambana fino al Pian del Perello a Fai della Paganella, per  il secondo 1100 m con arrivo alla Cima Paganella. Fra gli individuali è il forte atleta di Civezzano, Antonio Molinari, ad imporsi sull’impegnativo tracciato con il tempo di 1h19’23”, lasciando alle sue spalle Davide Milesi 1h20’38” e Carlo Clementi 1h23’08”. Tra le donne è Lara Bonora a giungere per prima al traguardo in 1h47’33” davanti a Marcellina Dossi 1h48’04” e a Raffaella Bailoni 1h51’05”. Nelle staffette domina la coppia Gianfranco Marini e Daniele Cappelletti capaci di infliggere ai secondi, Andrea Butterini e Michele Coser, oltre 5 minuti di distacco, 1h22’02” e 1h27’51”. Al terzo posto Simone Gottardi e Claudio Gadler 1h33’54”.